Modalità di richiesta ed erogazione del bonus addizionale del Reddito di Cittadinanza

La legge ha previsto un bonus reddito di cittadinanza per chi si mette in proprio, ovverossia un beneficio addizionale nei confronti di chi avvia un'attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o una società cooperativa entro i primi 12 mesi di fruizione del RdC. In questa scheda ti parleremo dei requisiti di accesso e delle modalità con cui presentare la domanda.

Bonus Reddito di Cittadinanza per chi si mette in proprio: requisiti

Il Reddito di Cittadinanza è un sussidio statale rivolto alle fasce economicamente più deboli della popolazione. Più precisamente si tratta di un sostegno economico finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Questo il 

Ora, come si è accennato in premessa, lo Stato ha previsto nei confronti dei fruitori del reddito di cittadinanza un beneficio addizionale nel momento in cui si decide di avviare un'attività imprenditoriale, anche attraverso la sottoscrizione di quote di capitale sociale di una cooperativa. Il meccanismo è sostanzialmente quello già previsto per la NASpI anticipata.

In particolare possono beneficiare del bonus coloro che:

  • fanno parte di un nucleo familiare che percepisce il reddito di cittadinanza;
  • hanno avviato, entro i primi 12 mesi di fruizione del Rdc, un'attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o hanno sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale prestano attività lavorativa;
  • non hanno cessato, nei 12 mesi precedenti la richiesta, un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale, o non hanno sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa con prestazione di attività ad eccezione della quota per la quale si chiede il beneficio;
  • non risultano componenti di nuclei familiari che hanno già usufruito del beneficio addizionale.
Chi a seguito dell'avvio di un'attività imprenditoriale intendesse rinunciare al sussidio, non dovrebbe far altro che compilare il

Anticipo reddito di cittadinanza per apertura partita IVA: quale importo

Il bonus è pari a sei mensilità del RdC, nei limiti di 780 euro mensili. Dunque la somma massima concedibile è di 4.680 euro, da erogarsi in un'unica soluzione. L'accredito è previsto entro il secondo mese successivo a quello della domanda sul conto corrente (codice IBAN) indicato in sede di presentazione della domanda.

In alternativa è possibile optare per il bonifico domiciliato, nel rispetto della soglia massima prevista dalla legge per il pagamento in contanti

Modalità di richiesta ed erogazione del bonus addizionale del reddito di cittadinanza

Per richiedere il bonus occorre compilare il nuovo modello telematico “RdC-Com Esteso” attraverso:

  • il sito internet dell’Inps (www.inps.it). Dal 1° Ottobre 2021 ci si può autenticare solo attraverso SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica;
  • gli Istituti di patronato;
  • i CAF (Centri di assistenza fiscale).

La domanda va presentata entro 30 giorni dall'inizio dell'attività.

L'incentivo viene revocato se l’attività non resta aperta per almeno 12 mesi o se il beneficiario cede la propria quota di capitale sociale entro i 12 mesi dalla sottoscrizione. La revoca è altresì prevista nei casi di decadenza dal RdC.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio