Cambiare cognome o nome, ecco quando è possibile

cambiare cognome, cambiare nome

Se il tuo cognome o nome ti imbarazza e ti mette a disagio perchè lo ritieni ridicolo, sgradevole o vergognoso, non preoccuparti perchè puoi cambiarlo o aggiungerne un altro semplicemente presentando un'istanza al Prefetto. A tal proposito devi sapere che sono oltre mille gli italiani che ogni anno decidono di cambiare cognome o nome, anche se in molti casi i cambiamenti richiesti sono la conseguenza di divorzi, adozioni o riconoscimenti paterni. La materia è regolamentata dal DPR n. 396 del 3 novembre 2000, così come modificato dal DPR n.54/2012.

Cambiare cognome o nome: le motivazioni

Le richieste finalizzate a cambiare cognome o nome devono rivestire carattere eccezionale e sono ammesse esclusivamente in presenza di situazioni oggettivamente rilevanti, supportate da adeguata documentazione e da significative motivazioni che comprovano il disagio vissuto dalla persona negli anni.

Un cittadino potrebbe ad esempio ritenere ridicolo, vergognoso o deplorevole e per questo chiederne la sostituzione, un cognome come Cazzaro, Lapuzza, Cantacesso, Pirlone, Pippa, Piscia, Ricchione, Vagina, Scema, Sciocca, Capra, Porco, Morte, Fallito, Spinello e avanti così.

Si ricorda comunque che il cognome può essere cambiato non solo perchè lo si ritiene ridicolo o vergognoso, ma anche perchè alla base ci sono ragioni affettive o ereditarie o semplicemente perchè si vuole conservare un cognome familiare.

Ad ogni modo in nessun caso può essere richiesta l'attribuzione di cognome di importanza storica o comunque tali da indurre in errore circa l’appartenenza del richiedente a famiglie illustri o particolarmente note nel luogo in cui si trova l’atto di nascita del richiedente o nel  luogo di sua residenza.

Cambiare cognome o nome: la modulistica da utilizzare

Come detto se vuoi cambiare cognome o nome, devi presentare un'apposita istanza al Prefetto della provincia in cui hai la residenza o di quella nella cui circoscrizione è situato l'ufficio dello stato civile dove si trova l'atto di nascita al quale la richiesta si riferisce.

Nella richiesta devi dichiarare:
1. le complete generalità;
2. il possesso della cittadinanza italiana;
3. la modifica che si vuole apportare al cognome che si vuole assumere;
4. i motivi che stanno alla base della richiesta.

Questi i moduli che devi compilare nel caso tu sia un maggiorenne:
- Istanza cambiamento del cognome per maggiorenni;
- Istanza cambiamento del nome per maggiorenni;
- Modello di autocertificazione per maggiorenni.

Questi invece i modelli da utilizzare nel caso tu sia un minore:
- Istanza cambiamento del cognome per minori;
- Istanza cambiamento del nome per minori;
- Modello di autocertificazione per minore.

Cambiare cognome o nome: cosa fa il Prefetto

Il Prefetto, esperita l’istruttoria di rito, se ritiene la tua domanda meritevole di essere presa in considerazione, ti autorizza con decreto ad affiggere il sunto della domanda nell'albo pretorio del tuo comune di nascita e del comune di residenza attuale. L’affissione deve avere la durata di trenta giorni consecutivi.

Con il decreto con cui si autorizzano le affissioni, il Prefetto può importi di notificare la tua richiesta a determinate persone eventualmente interessare al cambiamento richiesto.

Chiunque ritenga di avere interesse, può fare opposizione alla domanda non oltre il termine di trenta giorni dalla data dell’ultima affissione o notificazione. Trascorso questo termine di trenta giorni senza che sia stata proposta opposizione, il Prefetto, accertata la regolarità delle affissioni, provvede ad emanare il decreto di concessione al cambiamento del cognome richiesto.

Il decreto di concessione, nei casi in cui vi sia stata opposizione, deve essere notificato, a cura del richiedente, agli opponenti.

Documenti correlati



49447 - Redazione
24/05/2017
Teresa, in effetti potrebbero esserci i presupposti per un cambio di cognome. Le valutazioni del caso, tuttavia, vengono fatte dal Prefetto della provincia in cui lei hai la residenza. E' a lui che deve indirizzare l'istanza.

49436 - Teresa
23/05/2017
Gentilissimi, ho in animo di cambiare il mio nome e cognome per gravi motivi familiari, ampiamente documentati. La mia famiglia d'origine mi odia al punto tale da istigarmi al suicidio. La diatriba è dovuta al fatto che io vivo da persona libera, studio, viaggio, aiuto gli altri tutto con successo. Appena ne hanno occasione mi torturano psicologicamente dicendo che io sono pazza, sono cattiva, sono maledetta e sono sola. Posso documentare quanto affermo per aver tenuto un diario, di circa otto anni, inizialmente era destinato ad una persona che ho cercato di tutelare, ora mi rendo conto che serve a ma. Se mi fate il piacere di rispondermi vi ringrazio infinitamente. Il mio nuovo nome sarebbe: Iris Rossi. Iris in onore a van Gogh, per il quadro con l'iris bianco in mezzo a tutti gli Iris viola. Mentre Rossi, perché è un cognome piuttosto comune. Grazie per l'attenzione Iris

47868 - Redazione
17/12/2016
Chiara, è molto difficile se non impossibile che con una simile motivazione il Prefetto decida di accogliere la sua istanza.

47863 - Chiara Anna
16/12/2016
Buongiorno, Vorrei fare richiesta per cambiare il cognome rinunciando a quello paterno, che non può essere considerato ridicolo ma al quale non sono affatto legata se non per paternità riconosciuta, per prendere quello di mia nonna materna, motivi dunque prevalentemente affettivi e per conservarlo. Per le qualifiche e titoli di studio come potrei fare dopo? Dovrei farli modificare? Ritenete ch'io possa fare un tentativo senza che vada a vuoto? Grazie per l'aiuto. Chiara Anna

45539 - Manuel
11/05/2016
Salve, io sono peruviano e mia moglie italiana, abbiamo avuto un bimbo da poco, il fatto è che alla dichiarazione gli hanno dato tutti e due i miei cognomi, in questo modo però lui sembrerebbe mio fratello e non mio figlio, vorrei sapere se è possibile cancellare il secondo cognome e aggiungere quello di mia moglie.

44738 - Redazione
21/03/2016
Antonio, non ce ne voglia ma a nostro avviso il motivo non è tale da convincere il Prefetto ad accogliere la sua richiesta.

44722 - Antonio
19/03/2016
Salve io ho un cognome che finisce con ano...tutti mi hanno sempre deriso per questo...ora vivo da solo potrei fare richiesta di cambio del cognome?

43213 - Redazione
14/12/2015
Abdoul, premesso che l'aggiunta di un nome o la sua variazione può avvenire solo nel caso in cui si tratti di un nome ridicolo o vergognoso, o che riveli l'origine naturale della persona, dovrebbe inoltrare un'apposita domanda al Prefetto corredata da tutta la documentazione inerente e idonea a giustificare la richiesta.

43204 - abdoul
12/12/2015
Voglio cambiare il nome a mio figlio che è nato da una settimana ... volevo sapere se è possibile.

43064 - Redazione
07/12/2015
Anna, temiamo che non sia un motivo sufficiente per ottenere il cambio del cognome. Trattandosi tuttavia di un provvedimento soggetto a discrezionalità amministrativa, il nostro consiglio è di inviare comunque la richiesta al Prefetto.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata