`

Cambio intestatario contratto telefonico: cos'è e come si fa

In questo post vedremo in quali casi è possibile richiedere il cambio intestatario linea telefonica, una procedura che consente di modificare l'intestazione di una linea telefonica attiva nello stesso locale dove si trova l'impianto, garantendo in questo modo la continuità del servizio. Forniremo altresì tutte le informazioni necessarie per effettuare al meglio questa procedura.

Cambio intestatario linea telefonica: quando richiederlo

Causa separazione o divorzio sei costretto a trasferirti in un nuovo appartamento. Il contratto di telefonia nella casa in cui è rimasta la tua compagna con i tuoi figli risulta ancora intestato a te.

E' improvvisamente venuto a mancare uno dei tuoi genitori e il contratto di telefonia risulta intestato a lui.

Hai costituito una nuova società, conservando la sede presso il medesimo appartamento: hai dunque la necessità di non perdere il numero telefonico e di continuare ad utilizzare il servizio, ma al tempo stesso di modificare il titolare del contratto inserendo il nome della nuova società.

Ecco queste sono alcune situazioni in cui è possibile richiedere il cambio intestatario.

Cambio intestatario contratto telefonico: in cosa consiste

Come già anticipato il servizio in oggetto permette di modificare l'intestazione di una linea telefonica attiva nella stessa abitazione o nello stesso ufficio dove si trova l'impianto, garantendo così la continuità nell'utilizzo della linea telefonica e/o del servizio di connessione internet, oltre che la continuità nell'emissione delle fatture. La modifica dell'intestazione è possibile solo con il benestare al subentro da parte dell'attuale titolare della linea.

Chi subentra dichiara di essere a conoscenza e di accettare che, subentrando nel contratto di abbonamento del servizio telefonico, succederà in tutti i crediti, ma soprattutto si accollerà tutti i debiti derivanti dal relativo rapporto contrattuale. In altre parole se con il subentro si avrà riscontro di fatture insolute, queste passeranno in carico al nuovo intestatario. C'è da dire tuttavia che difficilmente il fornitore di servizio autorizza il subentro nei confronti dell'abbonato moroso, a meno che il subentrante non estingua o si accolli il debito maturato.

Il subentro può essere

  • a titolo gratuito (subentro familiare, subentro familiare richiesto da erede a seguito decesso titolare della linea, subentro tra coniugi separati), oppure
  • oneroso.

Cambio intestatario tra membri dello stesso nucleo familiare

Il cambio intestatario linea telefonica è a titolo gratuito quando la variazione dell'intestazione del contratto riguarda ad esempio i membri di uno stesso nucleo familiare: si decide di passare il contratto dal padre al figlio o dal marito alla moglie senza interrompere per un solo istante l'utilizzo del servizio telefonico.

Nel momento in cui richiedi il subentro devi ricordarti di attivare una nuova domiciliazione bancaria per il pagamento delle fatture, visto che quella legata al precedente intestatario decade automaticamente. Per richiedere l’attivazione della domiciliazione a nome del nuovo intestatario, ci si può recare direttamente in banca oppure utilizzare l'apposito servizio presente nell'Area Clienti del sito dell'operatore telefonico. Anche questa richiesta è gratuita.

Chiaramente non devi far nulla di tutto questo se all'addebito su conto corrente bancario preferisci il classico bollettino postale oppure il pagamento tramite carta di credito. Tuttavia nel momento in cui effettui la procedura, devi - quale subentrante -  specificare le nuove modalità di pagamento delle future fatture.

Nel caso in cui con il subentro non scegliessi la domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito, la società potrebbe richiederti la corresponsione di un importo a titolo di "Anticipo Conversazioni".

Per inoltrare una richiesta subentro linea telefonica tra soggetti appartenenti allo stesso nucleo familiare, devi utilizzare un apposito modello che trovi nell'Area Clienti del tuo operatore telefonico. Come al solito Moduli.it ti mette a disposizione un

che può essere facilmente adattato alle singole circostanze.

Attraverso il modello il subentrante deve dichiarare espressamente di accollarsi eventuali debiti derivanti dal relativo rapporto contrattuale e di essere a conoscenza dei servizi (ad esempio la connessione ADSL/Fibra, il modem in noleggio/comodato d’uso, ecc.), delle offerte commerciali attivi sulla linea telefonica e perfino degli importi addebitati sulle ultime fatture dell’attuale titolare dell’abbonamento.

Nel caso in cui il servizio comprenda anche la fornitura di connessione Adsl o Fibra e in particolare di caselle di posta elettronica, al fine di garantire la riservatezza delle comunicazioni, queste ultime verranno dissociate dalla linea telefonica dando la possibilità al subentrante di richiedere un nuovo indirizzo di posta.

Il modello contiene anche una sezione in cui l'attuale titolare del contratto telefonico concede il proprio benestare per il subentro.

Segnaliamo anche che dal nostro portale si possono scaricare dei modelli più specifici come:

Attenzione perchè la trasmissione di un modello parzialmente compilato o privo della documentazione necessaria non permetterà l’evasione della richiesta.

Se non vuoi utilizzare i modelli cartacei, puoi effettuare la stessa procedura

  • accedendo all'Area riservata presente sul sito ufficiale;
  • telefonando al Servizio Clienti.

Cambio intestatario linea telefonica richiesto da erede

Il servizio di subentro linea telefonica è gratuito anche nel caso in cui, in presenza di un decesso del titolare della linea (ad es. un genitore), sia il suo stesso erede (ad es. il figlio) a richiedere la variazione dell'intestazione del contratto. Anche in questo caso può essere utilizzato lo stesso modello di cui sopra.

Ricordarsi di riportare sul modulo un recapito telefonico per eventuali comunicazioni. Alla richiesta scritta occorre allegare la seguente documentazione:

  • certificato di morte dell’intestatario o autocertificazione di dichiarazione del decesso dell’intestatario;
  • fotocopia di un documento d’identità di chi inoltra la richiesta (l’erede);
  • fotocopia del codice fiscale del nuovo titolare (dell'erede).

Sia nell'uno che nell'altro caso, occorre inoltrare tutta la documentazione tramite posta ordinaria all’indirizzo che trovi sul sito stesso. Se hai difficoltà a reperirlo, chiama il servizio clienti e parla con un operatore. Se preferisci non utilizzare la carta, puoi verificare se il tuo operatore telefonico consente di effettuare la stessa procedura direttamente on-line oppure contattando il servizio clienti.

Cambio intestatario contratto telefonico richiesto da coniuge separato

Può esserci l'esigenza di modificare l'intestazione del contratto telefonico a favore del coniuge assegnatario della residenza a seguito di separazione. Anche in questo caso valgono le stesse considerazioni fatte in precedenza, mentre varia la documentazione da allegare alla richiesta. Infatti alla fotocopia di un documento d’identità e del codice fiscale di chi inoltra la richiesta (l’erede) occorre aggiungere:

  • copia della sentenza di separazione che attribuisce espressamente la linea telefonica al coniuge assegnatario della casa e senza il benestare dell’altro coniuge titolare dell’utenza ubicata presso la casa coniugale;
  • il benestare dell’altro coniuge titolare dell’utenza ubicata presso la casa coniugale.
Documenti correlati


52065 - Redazione
03/05/2018
Enzo, dipende se l'atto costitutivo della società prevede che i due amministratori possano agire individualmente e separatamente (amministrazione disgiunta) oppure congiuntamente (amministrazione congiunta).

52038 - Enzo
01/05/2018
Una snc i due amministratori sono al 50 per cento per volturare la linea fissa aziendale di 30 anni c’è bisogno della firma di tutti e due ?

45167 - Redazione
15/04/2016
Giuseppe, se la nuova sede si trova nel distretto telefonico di quella di origine, è possibile mantenere il vecchio numero telefonico, salvo problemi tecnici.

45166 - Giuseppe
15/04/2016
In caso di trasferimento domiciliare, dalla provincia alla città, è possibile subentrare ad altra compagnia telefonica conservando il vecchio numero?

44970 - Redazione
06/04/2016
Sauro, questo il modulo di disdetta Telecom senza apparecchio a noleggio.

44944 - sauro
05/04/2016
Causa DECESSO di mio padre, volevo dare disdetta a Telecom della linea telefonica fissa. Non riesco a trovare il modulo. Potete aiutarmi. Grazie

40908 - Redazione
25/08/2015
Chiara, purtroppo si. Il costo del subentro è di 20,34 euro IVA inclusa e sarà addebitato sulla prima fattura Fastweb emessa a nome del nuovo cliente.

40907 - Chiara
25/08/2015
Per la voltura mortis causa Fastweb chiede di pagare una tassa di 20 euro . È legale.

40427 - Redazione
09/07/2015
Erre, deve necessariamente richiedere una nuova intestazione.

40420 - erre
09/07/2015
Se l'intestatario attuale è inesistente o irreperibile?


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio