Contratto di locazione transitorio cedolare secca fac simile word

Formati
PDF   fac simile (a) - Aggiornato con il D.M. 16/01/2017
DOC   fac simile (b)
DOC   fac simile (c)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

In questa scheda è possibile scaricare alcuni fac simile di contratto di locazione transitorio. Si tratta di una particolare forma di contratto prevista dall’art. 5 della legge n. 431 del 9 dicembre 1998 ed utilizzata per affittare un immobile per un periodo limitato: pochi giorni, settimane o mesi.

Cos'è un contratto di locazione transitorio?

E' una particolare forma di contratto di locazione destinata a soddisfare le esigenze di quei proprietari o di quei conduttori che per svariati motivi non vogliono vincolarsi per un lungo periodo di tempo.

La natura transitoria del contratto va motivata? 

Si. In particolare il motivo può essere legato

  • alla mobilità lavorativa
  • allo studio
  • all'apprendistato
  • alla formazione professionale
  • alla ricerca di sbocchi occupazionali
  • ad altre esigenze definite dagli accordi tra le organizzazioni sindacali della proprietà edilizia e dei conduttori.

Non solo. L'esigenza di transitorietà va provata con apposita documentazione da allegare al contratto. Così se il motivo è legato ad esigenze lavorative dell'inquilino, occorre allegare una copia del contratto di lavoro subordinato sottoscritto da quest'ultimo.

Tale obbligo non c'è per i contratti di durata pari o inferiore a 30 giorni.

Attenzione: la mancata indicazione del motivo per cui si sottoscrive un contratto di locazione transitorio può portare alla trasformazione dello stesso in un più lungo contratto ad uso abitativo.

Durata locazione transitoria

Una delle novità introdotte dal DM 16/01/2017 riguarda proprio la durata. In buona sostanza non si fa più riferimento al limite minimo di 1 mese, ma si stabilisce semplicemente che la durata non può essere superiore a 18 mesi

Il contratto di locazione transitorio si estingue alla scadenza del 18° mese. Dunque non c'è bisogno di comunicare alcuna disdetta.

E' possibile recedere anticipatamente dal contratto?

Le parti possono sciogliere consensualmente il contratto prima della scadenza

Il locatore, invece, non può recedere unilateralmente dal contratto, cosa che invece può fare il conduttore. Tuttavia in quest'ultimo caso

  • devono sussistere gravi motivi 
  • deve essere concesso al proprietario un preavviso di tre mesi
  • il recesso dev'essere comunicato per iscritto e trasmesso tramite raccomandata a.r.

I canoni dei contratti di locazione transitoria

Con riferimento agli immobili ricadenti in Comuni con un numero di abitanti superiore a 10.000, i canoni sono stabiliti dalle parti, ma nel rispetto di un intervallo di valori definito dalle associazioni di locatori e conduttori per ciascuna area omogenea (per destinazione, caratteristiche degli immobili ecc.). 

Se rispetto a queste aree si manifestano particolari esigenze locali, gli accordi  territoriali  possono  prevedere  variazioni fino ad un massimo del 20%.

I canoni di locazione e la ripartizione  degli oneri accessori relativi ai contratti con durata pari o inferiore a 30 giorni, sono rimessi alla libera contrattazione delle parti.

Il contratto locazione transitoria va registrato?

Si se il contratto ha una durata superiore a 30 giorni

Per i contratti di durata pari o inferiore a 30 giorni, trattandosi di locazioni brevi, il locatore sarà tenuto comunque ad effettuare la comunicazione di cui all’art. 4 D.L. 50/2017.

Alla locazione transitoria si può applicare la cedolare secca?

Ai contratti di locazione ad uso transitorio è possibile applicare il regime della cedolare secca al 10% a condizione che

Tags:  locazione affitto

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità