Istanza rettifica dati catastali: quando va presentata

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Modello con cui è possibile chiedere al Catasto la correzione di alcuni errori riscontrati nei dati catastali relativi al proprio immobile [Mod. 9T-MUI (2019)]. L'istanza di rettifica catastale è un modello in formato PDF predisposto direttamente dall'Agenzia delle Entrate.

Istanza correzione dati catastali: quando presentarla

Una simile domanda può essere presentata dalla persona interessata - anche per il tramite di un professionista (architetto, geometra, ecc.) - quando c'è la necessità di apportare una correzione o rettifica dell'intestazione o dei dati dell'immobile.

Correzione o rettifica dell'intestazione

In questo caso l'errore di cui si chiede la correzione potrebbe riguardare

  • il nome, cognome o codice fiscale del proprietario;
  • i diritti e la quota di possesso;

A tal fine occorre indicare sul modello i riferimenti catastatali dell'immobile (ubicazione, foglio, particella, subalterno, classe), sia attuali che corretti, reperibili su uno dei seguenti documenti: atto notarile di acquisto, dichiarazione di successione, domanda di voltura catastale, ecc. Sull'istanza vanno riportati anche gli estremi del documento a cui si fa riferimento.

Correzione o rettifica dell'immobile

In questa ipotesi, invece, l'errore potrebbe riguardare l'indirizzo o il numero civico (ad es. per una rettifica della toponomastica), il piano, l'interno, i metri quadri o i vani.

Per chiedere la correzione occorre disporre

  • di tutte le coordinate catastali dell'immobile (Comune catastale, Sezione Amministrativa, Sezione Urbana, Foglio, Particella, Subalterno)
  • degli estremi dell'atto notarile di acquisto, oppure della dichiarazione di successione, oppure della denuncia al catasto di nuova costruzione o di qualsiasi altro documento che attesti l'avvenuta variazione.

Istanza rettifica dati catastali: quali dati inserire e dove presentarla

Per completare l'istanza di correzione catasto la persona interessata deve indicare le proprie generalità, i dati catastali dell’immobile, gli errori rilevati e le informazioni utili alla loro correzione.

La domanda può essere presentata presso gli uffici provinciali dell'Agenzia delle Entrate.

Se si incarica un professionista, occorre riportare il suo nome e allegare la copia dell’incarico e la fotocopia del documento di riconoscimento di colui che affida l’incarico.

La richiesta di correzione va presentata in carta semplice e non comporta spese a carico della persona interessata se gli errori sono imputabili all’ufficio. Diversamente è previsto il pagamento di 16,00 euro di imposta di bollo.

In alcuni casi ai fini della presentazione dell'istanza si può utilizzare anche il servizio online “Contact center” (wwwt.agenziaentrate.gov.it/servizi/VariazioniCatasto/motore.php).

Tags:  catasto

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità