Lettera licenziamento badante senza preavviso: fac simile editabile

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Da questa scheda è possibile scaricare un fac simile di lettera licenziamento colf senza preavviso, un modello cioè che il datore di lavoro può utilizzare nel caso in cui intenda comunicare il licenziamento senza tuttavia concedere il preavviso al proprio collaboratore domestico e/o assistente familiare (colf e/o badante).

Lettera licenziamento colf senza preavviso: quali conseguenze?

A differenza di quanto accade con la generalità dei lavoratori, nei confronti di una colf o di una badante il licenziamento può essere intimato dal datore senza che alla base ci sia necessariamente una motivazione.

Una sola condizione deve essere soddisfatta: il rispetto del termine di preavviso. Ciò al fine di mettere il collaboratore domestico nelle condizioni di riorganizzarsi e cercarsi un'altra opportunità di lavoro.

Il termine di preavviso varia in funzione dell’anzianità di servizio e del numero di ore settimanali lavorate. In particolare:

  • per i rapporti di lavoro con un orario inferiore a 24 ore settimanali, il termine è di 8 giorni di calendario sino a 2 anni di anzianità e di 15 giorni di calendario oltre 2 anni di anzianità;
  • per rapporti di lavoro con un orario settimanale da 24 ore in su, il termine è di 15 giorni di calendario sino a 5 anni di anzianità e di 30 giorni di calendario oltre 5 anni di anzianità.

Per le badanti che vivono nella stessa casa del datore di lavoro, il preavviso è di 30 giorni fino a un anno di anzianità e di 60 giorni oltre un anno di anzianità. Sul nostro portale è disponibile un fac simile di 

Nel caso in cui il datore non rispettasse tali termini, sarebbe obbligato a corrispondere al lavoratore una indennità di mancato preavviso, pari alla retribuzione corrispondente al periodo di preavviso non concesso.

In particolare l'importo dell'indennità viene calcolato sulla base dell'ultima retribuzione percepita dal collaboratore, comprensiva di tredicesima e dell'indennità sostitutiva per il vitto e l’alloggio se il lavoratore è convivente.

Potrebbe esimersi dal corrispondere tale indennità nel solo caso in cui alla base del licenziamento ci fosse una giusta causa: la badante arriva sistematicamente in ritardo, è stata sorpresa a rubare, usa violenza verbale nei confronti della persona che accudisce, ecc. Anche in questo caso dal nostro portale si può scaricare un fac simile di

L'indennità sostitutiva di mancato preavviso non è inoltre dovuta in caso di:

  • mancato superamento del periodo di prova;
  • risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

Il datore poi deve dare comunicazione del licenziamento all'Inps entro 5 giorni dalla data di cessazione del rapporto. La lettera di licenziamento va spedita mediante raccomandata con ricevuta di ritorno o consegnata a mano.

Tags:  collaboratore domestico

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità