Chiudere conto Monte dei Paschi: fac simile Word, Pdf

Formati
DOC   fac simile (a)
PDF
DOC   fac simile (b)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Fac simile in formato compilabile con cui l'intestatario di un conto corrente comunica alla banca Monte dei Paschi di Siena la propria volontà di recedere dal contratto

Quando si può chiudere conto Monte dei Paschi

Il cliente può comunicare il recesso dal contratto di conto corrente in qualsiasi momento, dandone comunicazione per iscritto e con il preavviso di 15 giorni a mezzo raccomandata a.r., ovvero senza preavviso in caso di giustificato motivo o giusta causa.

Se il contratto è stato sottoscritto in filiale, il cliente è comunque tenuto al pagamento delle spese previste dal foglio informativo: spese per invio comunicazioni o per produzione estratti conto, commissioni per servizi o operazioni, ecc.

Le stesse spese non sono dovute se il cliente decide di recedere da un

  • contratto perfezionato con vendita a distanza (on line su sito www.mps.it) e lo
  • fa nel termine di 14 giorni dalla data di conclusione. 

Prima di chiudere conto Mps

Se si ritiene di aver ancora bisogno di un conto corrente perché lo si considera necessario alla propria attività professionale o comunque utile per il pagamento di utenze, canone di locazione, accredito stipendio e quant’altro, è opportuno – prima di chiudere il conto MPS – provvedere all’apertura di un nuovo conto presso un diverso istituto.

Il nuovo conto, infatti, consentirà al cliente di trasferirvi non solo l’eventuale saldo residuo presente sul conto Mps, ma anche tutte le disposizioni di addebito e accredito attive sul vecchio.

Lo stesso discorso vale naturalmente per l’eventuale dossier titoli collegato al conto corrente.

Chiaramente con la chiusura del conto occorre provvedere alla restituzione:

  • degli assegni non utilizzati. A tal proposito è quanto mai necessario verificare che non risultino in circolazione assegni tratti dal conto Mps e non ancora presentati all’incasso. Infatti qualora ciò avvenisse dopo l’estinzione del conto, si correrebbe il rischio di essere segnalati alla Centrale Allarme Interbancaria (CAI) per “emissione di assegno in mancanza di autorizzazione”;
  • della carta bancomat, prepagata e carta di credito;
  • delle chiavi o delle tessere magnetiche per l’uso delle cassette di sicurezza e cassa continua;
  • dei dispositivi elettronici per l’utilizzo del servizio di internet banking.

Dove inviare il modulo di recesso

Prima di recapitare il modulo ricordarsi che la firma va apposta da tutti gli cointestatari se si tratta di un conto a “a firme congiunte”. In caso contrario, ovvero se si tratta di un conto cointestato “a firme disgiunte”, la richiesta di chiusura conto Mps può essere firmata anche da uno solo dei soggetti cointestatari.

Il cliente è tenuto a comunicare il recesso con una raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare alla filiale della banca presso cui risulta aperto il conto.

Tempi chiusura conto Monte dei Paschi

I tempi massimi di chiusura del conto corrente, in caso di recesso da parte del cliente, sono pari a 45 giorni dalla data di ricezione da parte della banca della comunicazione di recesso.

Cosa fare in caso di problemi

Se la banca non dovesse rispettare i tempi di chiusura sopra indicati, qualora applicasse commissioni non previste dal foglio informativo o bonificasse un saldo residuo inferiore alle attese, si consiglia di rivolgersi alla propria filiale e chiedere spiegazioni.

Ci si può recare di persona allo sportello oppure chiamare la filiale della Monte dei Paschi di Siena presente sul territorio nazionale. Il numero di rete fissa è facilmente rintracciabile su questa pagina: www.mps.it/contatti/filiali-atm.html.

Se le spiegazioni ricevute non convincono fino in fondo, meglio formalizzare un reclamo MPS per iscritto.

Tags:  conto corrente banche

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità