Pacco danneggiato: consigli e strumenti per tutelarsi

pacco danneggiato

Cosa fare se il pacco che ti è stato recapitato presenta evidenti danni all’imballaggio o al contenuto? In presenza di un pacco danneggiato è importante che eventuali contestazioni siano immediatamente sollevate al vettore (TNT, Ups, Poste Italiane, Fedex, Gls, DHL, BRT, Bartolini, SDA, ecc.), in mancanza il pacco si considera consegnato correttamente e il corriere non potrà essere ritenuto responsabile di alcun danno conseguente al trasporto dei prodotti. Ma vediamo in dettaglio come comportarsi.

Cosa fare in presenza di un pacco danneggiato

Come prima cosa è necessario verificare visivamente che il pacco sia integro e sigillato (ad es. non aperto, schiacciato, bagnato...) e che il numero dei colli effettivamente consegnati corrisponda al quantitativo di colli indicato sul documento di trasporto presentato dal corriere.

Nel caso il pacco non fosse perfettamente integro, si consiglia di ritiralo "con riserva", ovvero di scrivere a fianco alla firma sul documento di trasporto (lettera di vettura) presentato dal corriere una delle seguenti diciture:

  • "ricevuto con riserva per pacco danneggiato", oppure
  • "ricevuto per pacco aperto" oppure
  • "ricevuto per pacco bucato" oppure
  • "ricevuto per pacco bagnato"
  • ecc.

Se lo spedizioniere si rifiuta o si mostra riluttante al ritiro con riserva, il consiglio è di rifiutare la consegna. A quel punto ci si può mettere in contatto con il venditore e spiegare quanto accaduto. Quest'ultimo potrà così effettuare gli opportuni riscontri e nel caso disporre nei confronti del cliente l'invio di un nuovo prodotto, la concessione di un voucher o il rimborso della spesa sostenuta.

Perché è importare firmare con riserva?

Firmare con riserva è importante innanzitutto per colui che effettua acquisti online, visto che la legge non consente di aprire il pacco prima della firma sulla bolla di consegna. Rappresenta in definitiva un'escamotage che consente all'acquirente di tutelarsi dall'eventualità che il pacco danneggiato, seppur lievemente, contenga al suo interno un prodotto rotto.

La firma con riserva è utile non solo all'acquirente, ma anche al venditore. Per quest'ultimo, infatti, sarà più facile agire nei confronti dello spedizioniere al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti.

Chiaramente in casi del genere il corriere avrà tutto il diritto di verificare l'adeguatezza dell'imballaggio rispetto al contenuto della merce e alle prescrizioni di trasporto fornite. Per questo motivo si consiglia sempre di conservare l'imballaggio per alcuni giorni.

E' importante ricordare, infine, che rifiutare la consegna di un pacco o accettarlo con riserva è particolarmente importante se la spedizione e il pacco risultano assicurati contro i danni diretti e materiali derivanti dal trasporto. Solo così, infatti, è possibile far valere il diritto al rimborso.

E se il pacco appare molto danneggiato?

Se il pacco risulta danneggiato a tal punto da aver procurato sicuramente danni anche al contenuto interno, si consiglia di respingere la merce chiedendo chiaramente di apporre sempre sul documento di trasporto, la dicitura "merce rifiutata per pacco danneggiato".

Il pacco in tal caso verrà riconsegnato al mittente. Ciò consentirà a quest'ultimo di rivalersi sul corriere e quindi essere ristorato, almeno in parte, del valore del prodotto.

Cosa fare una volta ricevuto il pacco danneggiato

Una volta ricevuto il pacco è necessario controllarne accuratamente il contenuto e in caso di danni al prodotto segnalare immediatamente il problema al corriere e al mittente. Questa la lettera di contestazione per merce danneggiata da utilizzare.

Il reclamo va inviato a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo esplicitato sul documento di spedizione. Suggeriamo di allegare alla lettera di reclamo del materiale fotografico attestante la tipologia e l’entità del danno.

E' chiaro che ogni corriere ha le sue procedure e le sue modalità di gestire le spedizioni danneggiate, per cui è sempre consigliabile consultare il sito del corriere di riferimento.

E se il pacco risulta integro ma la merce danneggiata?

Se il pacco risulta esteriormente integro difficilmente il corriere consente al destinatario di accettare "con riserva". Ma cosa accade se una volta firmata la bolla di consegna e pagato eventualmente il corriere si scopre, aprendo il pacco, che il prodotto è danneggiato?

In questi casi il consumatore ha queste possibilità

  1. agire nei confronti del corriere per dolo o colpa grave, ai sensi dell'art. 1698 del Codice Civile. In questo caso il danno va denunciato appena conosciuto e non oltre 8 giorni dal ricevimento della merce. Chiaramente il consumatore dovrà essere in grado di dimostrare una precisa responsabilità del corriere nell'effettuazione del trasporto, nonostante la merce fosse stata imballata nella maniera corretta;
  2. agire nei confronti del venditore che non ha provveduto a garantire, attraverso l'imballaggio, la necessaria protezione per assicurare l'integrità del prodotto.
Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio