Revoca trattenuta sindacale Naspi

Descrizione

In questa scheda è possibile scaricare un tutorial che ti guiderà attraverso pochi semplici passaggi nella richiesta di revoca trattenuta sindacale Naspi. In altre parole seguendo le istruzioni contenute nel file pdf allegato sarà possibile chiedere la revoca di quelle trattenute che gravano sull'indennità di disoccupazione Naspi e che vengono girate ad organizzazioni sindacali come CGIL, Uil, Ugl, Cisl, Fiom, Snals e così via.

Normalmente si chiede la revoca trattenuta sindacale Naspi perché non si più interessati a fruire dei servizi offerti dal sindacato, perché si è rimasti vittima di un disservizio e così via.

Ci si ritrova con la trattenuta sulla propria mensilità di disoccupazione perché nel momento in cui si fa richiesta della Naspi tramite Caf o Patronato, si finisce per sottoscrivere l'adesione al sindacato o all'ente che ha prestato gratuitamente quel servizio di assistenza, accettando quasi inconsapevolmente una piccola trattenuta (può arrivare anche a più di 15/20 euro) sulla rata mensile di disoccupazione. Dunque meglio prestare attenzione quando Caf e Patronati ci dicono di sottoscrivere il mandato per l'istruzione della pratica.

Il motivo per cui in questa scheda non rendiamo disponibile il solito modulo specifico in doc o in pdf, sta nel fatto che la richiesta di revoca trattenuta sindacale Naspi va inviata online attraverso il portale Inps. A tal fine occorre essere in possesso del Pin Inps dispositivo.

Per formalizzare la propria richiesta basta compiere questi semplici passaggi:

  • recarsi sul sito ufficiale dell’Inps (www.inps.it) digitare sulla barra di ricerca “Domanda per prestazioni a sostegno del reddito”, quindi sul relativo riquadro che compare a sinistra della schermata;
  • inserire codice fiscale e Pin Inps;
  • all’interno della riquadro dedicato alla Naspi, cliccare sulla voce di menù “Comunicazioni Naspi-COM” quindi su “Invio comunicazioni”;
  • nella successiva schermata selezionare la voce "Variazione indirizzo o modalità di pagamento" quindi cliccare su "Avanti";
  • nella schermata che viene mostrata apporre il segno di spunta su “Delega all’Inps per il pagamento dei contributi associativi alle organizzazioni sindacali”, selezionare “Revoca”, quindi scegliere sigla sindacale e confederazione
  • infine cliccare sul pulsante “Avanti” e poi su “Conferma”.

Con la revoca trattenuta sindacale Naspi il prelievo del contributo associativo in favore dell'organizzazione sindacale selezionata non sarà più efficace dal pagamento successivo alla data in cui la comunicazione sarà presa in carico dalla sede Inps. In particolare l’Inps, ricevuta la comunicazione di revoca trattenuta sindacale Naspi , interrompe le trattenute il primo giorno dei mese di aprile, luglio, ottobre o gennaio per le richieste ricevute rispettivamente dal 16 dicembre al 15 marzo; dal 16 marzo al 15 giugno; dal 16 giugno al 15 settembre; dal 16 settembre al 15 dicembre.

Seguendo la stessa procedura è possibile richiedere, oltre alla revoca trattenuta sindacale naspi, anche una variazione per la delega sindacale, qualora si intenda assegnare la propria quota associativa ad una differente organizzazione.

Tags:  disdetta sindacale disoccupazione

Formati     © Moduli.it
PDF
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità