Ricorso avverso cartella esattoriale multa prescritta

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Descrizione

Fac simile con cui è possibile richiedere all'Agenzia delle Entrate Riscossione la sospensione della cartella di pagamento per intervenuta prescrizione della multa successivamente alla notifica.

Ricorso multa prescritta: quando è possibile

La prescrizione multe è possibile farla valere quando sono trascorsi 5 anni dal giorno in cui è stata commessa l'infrazione e in quest'arco di tempo al trasgressore non siano state notificate comunicazioni di alcun tipo.

La multa altresì decade nel momento in cui l'agente della riscossione, incaricato dall'autorità verbalizzante di recuperare le somme non riscosse a titolo di contravvenzione, notifichi la cartella di pagamento al contribuente oltre il termine di 2 anni dalla ricezione del ruolo. 

Ricorso avverso cartella esattoriale multa prescritta: a cosa serve 

Con il modello disponibile in questa scheda, il contribuente a cui è stata notificata una cartella per multa non pagata, chiede all'Agenzia delle Entrate Riscossione la sospensione della riscossione per prescrizione o decadenza del diritto di credito sotteso, intervenuta in data antecedente a quella in cui il ruolo è reso esecutivo.

Da considerare che la sospensione della riscossione può essere altresì richiesta per:

  • provvedimento di sgravio emesso dall’Ente creditore;
  • sospensione amministrativa concessa dall’Ente creditore;
  • sospensione giudiziale oppure sentenza che abbia annullato in tutto o in parte la pretesa dell’Ente creditore;
  • pagamento effettuato in data antecedente alla formazione del ruolo stesso, in favore dell’Ente creditore.

Cosa allegare al ricorso multa prescritta

Allegare all'istanza una fotocopia della cartella di pagamento.

Le persone fisiche debbono allegare alla presente istanza copia del documento di riconoscimento. Le persone giuridiche debbono allegare alla presente istanza copia del documento di riconoscimento del Legale Rappresentante e dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’articolo 46 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445.

Alla presentazione dell'istanza è possibile delegare anche un terzo, nel qual caso si ricorda di allegare fotocopia del documento di identità del delegante e del delegato.

Tags:  cartella esattoriale contravvenzione

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità