`

Agevolazioni internet per disabili 2022: come attivarle

Le agevolazioni su telefonia e internet con la Legge 104 sono state introdotte in favore dei disabili dalle Delibere n.46/17/Cons e n. 290/21/Cons del 23 settembre 2021 dell'AGCOM - Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. In questo post vedremo in cosa consistono esattamente questi benefici e quali sono le modalità con cui richiederli.

Agevolazioni telefono Legge 104: perché sono state introdotte

Con lo scopo di operare una revisione del sistema delle agevolazioni nel settore della telefonia (fissa e mobile) e di internet, l'AGCOM è partita da un'attenta valutazione delle specifiche esigenze degli utenti sordi e ciechi, anche attraverso audizioni con le principali associazioni rappresentative delle due categorie. Sono state proprio queste ultime a sollecitare un adeguamento delle misure rispetto alle mutate esigenze dei propri assistiti.

Così se per gli utenti sordi c'è sempre più la necessità di utilizzare internet, specie in mobilità, con particolare riferimento a video in real time, mappe interattive, servizi ponte, per gli utenti ciechi cresce sempre più l'esigenza di usufruire di un congruo numero di minuti voce per segnalare la propria localizzazione o inoltrare richieste di aiuto, ma anche di traffico dati per via dell'utilizzo di applicazioni quali assistente vocale e programmi finalizzati alla deambulazione e al riconoscimento di oggetti e colori.

L'AGCOM ha evidenziato anche la necessità di estendere le agevolazioni telefoniche anche alla categoria dei ciechi parziali ovvero di coloro che sono dotati di un residuo visivo non superiore ad 1/20, ma con una limitazione: essi possano aderire ad una sola delle agevolazioni previste per fisso e mobile, proprio in ragione del fatto che la loro disabilità è meno grave.

Com'è facile intuire il sistema delle agevolazioni telefoniche in generale si è reso necessario, secondo l'AGCOM, anche e soprattutto perchè dopo anni dall'ultima revisione si è assistito ad una forte evoluzione tecnologica del mercato con una crescita esponenziale di servizi e delle applicazioni Internet.

Adesso andiamo a vedere nel dettaglio quali sono queste agevolazioni telefoniche.

Agevolazioni telefono disabili 2022: a chi spettano

Se la Delibera n. 46/17/CONS del 26 gennaio 2017 aveva previsto misure specifiche in favore di persone non udenti e non vedenti, la Delibera n. 290/21/Cons del 23 settembre 2021 ha esteso le agevolazioni sulle tariffe relative alla telefonia fissa e mobile e alla connessione internet anche agli utenti disabili con handicap.

In sintesi le agevolazioni sulle tariffe telefoniche per disabili interessano le seguenti categorie di utenti:

  • sordi, come definiti tali dall’articolo 1, comma 2, della legge n. 381/1970;
  • ciechi totali, come definiti tali dall’articolo 2 della legge n. 138/2001;
  • ciechi parziali, come definiti tali dall’articolo 3 della legge n. 138/2001;
  • invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione (Art. 30, comma 7, della legge n. 388/2000, certificati nei verbali di handicap).

Agevolazioni tariffe telefoniche per disabili: offerta fissa

Le compagnie telefoniche che offrono servizi voce e servizi di connettività Internet da postazione fissa, sono tenuti a riconoscere agli utenti disabili, a prescindere dalla tecnologia e dalla velocità di connessione prescelte dal richiedente, una riduzione del 50% del canone mensile per tutte le offerte flat e semiflat voce e dati e per le offerte di sola navigazione ad internet.

Per queste agevolazioni telefoniche va presentata un’apposita domanda dall’utente, o in fase di sottoscrizione del nuovo contratto o in un qualsiasi altro momento successivo. Ciascun operatore telefonico adotta un proprio modello, alcuni sono reperibili anche dal nostro portale:

La richiesta deve essere corredata dalla certificazione medica rilasciata dalla competente autorità sanitaria pubblica comprovante la sordità, la cecità totale e parziale. Gli utenti invalidi, invece, devono allegare il verbale di handicap.

L’agevolazione decorre, qualora ne sussistano i presupposti, dalla data di ricezione dell’istanza da parte dell’operatore. Gli operatori gestiscono le richieste di adesione tempestivamente e comunque non oltre 30 giorni dalla ricezione della documentazione prevista.

Le agevolazioni sono riconosciute anche a quegli utenti nel cui nucleo familiare sia presente un soggetto con disabilità. Se la domanda è presentata dal soggetto (ad es. padre) convivente con quello sordo (figlio), alla domanda occorre allegare la certificazione relativa alla composizione del nucleo familiare. In alternativa può essere prodotta l'autocertificazione stato di famiglia.

Se, stando all’esempio, il figlio esce dal nucleo familiare, l’abbonato deve immediatamente informare la compagnia. Se non lo fa sarà chiamato a pagare tutti i canoni indebitamente omessi.

Riduzione canone telefonico per disabili: offerta mobile

Gli operatori di rete mobile sono tenuti ad applicare agli utenti disabili uno sconto del 50% sulla tariffa relativa ad almeno una offerta individuata, in base ad una soglia che in fase di prima applicazione è fissata in 50 Gigabyte.

La procedura da seguire per aderire a queste agevolazioni telefoniche è la stessa vista in precedenza. Ciascun utente ha diritto ad accedere all’offerta specifica a lui riservata, con riferimento ad un solo numero telefonico mobile.

In caso di contratto mobile le offerte agevolate economicamente sono fruibili unicamente dall’utente avente diritto (disabile), non possono pertanto essere attivate da terze persone anche se facenti parte del nucleo familiare.

Agevolazioni telefoniche disabili: evidenza da parte degli operatori

Le compagnie sono tenute a dare ampia evidenza sul proprio sito delle agevolazioni telefoniche riservate a persone disabili. Il richiamo alla sezione specifica, contenente tutte le informazioni utili al consumatore con la relativa modulistica, deve essere ben visibile in home page.

Le informazioni, spiega l’AGCOM, devono risultare accessibili attraverso differenti canali sensoriali. Così l’offerta dedicata ai clienti sordi deve essere eventualmente comunicata attraverso un video in lingua dei segni che descriva contenuti e modalità di accesso, così come l’offerta rivolta ai clienti ciechi deve essere affiancata da una audio guida.

La violazione di tali disposizioni comporta l’applicazione delle sanzioni da parte dell’AGCOM nei confronti delle singole compagnie telefoniche.

Documenti correlati


26757 - emanuel
08/10/2013
Agevolare significa rendere più facile i servizi x le persone che hanno bisogno.. e qui non si capisce un bel .. grazie x il supporto!! come al solito credo inutili!!


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio