Dichiarazione sostitutiva della qualità di legale rappresentante

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
PDF interattivo   fac simile (c)
PDF   fac simile (d)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

I fac simile di autocertificazione legale rappresentante disponibili in questa scheda sono utili a chiunque abbia la necessità di dichiarare la propria qualità di titolare o rappresentante legale (es. Amministratore Unico, Socio Accomandatario, Presidente pro-tempore, ecc.) di una ditta, società, associazione, cooperativa, fondazione o altra persona giuridica.

Chi è il rappresentante legale?

Il rappresentante legale di una ditta individuale generalmente coincide con la figura del titolare, ma non sempre è così. In taluni casi, infatti, è presente la figura dell'institore (un direttore generale, un dirigente ...), preposto all'esercizio dell'impresa commerciale direttamente dal titolare (tramite procura) e dal quale dipende gerarchicamente. Nel caso di una S.r.l. il legale rappresentante può essere il socio amministratore unico o il presidente del Consiglio di Amministrazione, mentre nel caso di una S.p.A. tale ruolo è assolto dal presidente del C.d.A., a meno che l'atto costitutivo o lo statuto non dispongano diversamente. Nelle sas (società in accomandita semplice) la legale rappresentanza viene attribuita al socio accomandatario.

Quando far ricorso all'autocertificazione legale rappresentante

La dichiarazione sostitutiva della qualità di legale rappresentante può essere utilizzata in svariate circostanze: ad esempio per ritirare una raccomandata alle poste, per svolgere una certa pratica presso un ente pubblico, per partecipare ad una gara d'appalto, per essere iscritti nell'albo fornitori di un Comune, per riscuotere un rimborso presso l'Agenzia delle Entrate Riscossione e via discorrendo. Nel caso in cui venga richiesta per una pratica all'ACI, si può utilizzare questo specifico modello.

L'autocertificazione legale rappresentante sostituisce a tutti gli effetti il certificato di iscrizione nel Registro delle Imprese istituito presso la Camera di Commercio. Tuttavia mentre gli enti della pubblica amministrazione e i gestori dei pubblici servizi (Trenitalia, Poste Italiane, gestori telefonici, aziende locali che gestiscono pubblici servizi come acqua, gas, trasporto urbano, ecc.) sono obbligati ad accettare l'autocertificazione (un rifiuto costituirebbe, ai sensi dell'art. 74 DPR 28.12.2000 n. 445, una violazione dei doveri d’ufficio), i privati possono rifiutarsi ed esigere il relativo certificato.

Come compilare la dichiarazione sostitutiva della qualità di legale rappresentante

In questa scheda sono disponibili diversi modelli, in "pfd", "doc" o in "pdf interattivo". Le informazioni da inserire sono più o meno identiche per tutti: dati anagrafici e di recapito del dichiarante, riferimenti della persona giuridica rappresentata (sede, partita iva e/o codice fiscale, eventuale iscrizione presso la CCIAA, ecc.), ruolo di rappresentanza rispetto alla persona giuridica, eventuale riferimento alla pratica.

Trattandosi di un'autocertificazione, la firma non va autenticata, ne’ deve necessariamente avvenire alla presente del funzionario dell'ente che lo ha richiesto. L'autocertificazione legale rappresentante è esente da imposta di bollo ai sensi dell'art. 37 D.P.R. 445/2000. Se viene spedita o trasmessa via fax o email ricordarsi di allegare una fotocopia del documento di riconoscimento.

L'Amministrazione si riserva di  effettuare controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni (art. 71, comma 1, D.P.R. 445/2000). In caso di dichiarazione falsa il dichiarante verrà denunciato all’autorità giudiziaria.

Tags:  attività imprenditoriale società

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità