Come scrivere un Curriculum Vitae Europeo

curriculum vitae europeo, curriculum vitae

Di questi tempi, siamo davvero in tanti a cercare un impiego. Un fondamentale biglietto da visita è il curriculum, che si pone l'obiettivo di facilitare la ricerca di lavoro da parte dei cittadini dell'Unione Europea.

Lo sapevi che durante una selezione, in media, hai circa da 1 a 3 minuti per attirare l’attenzione attraverso il tuo cv?

A questo punto ti chiederai: come si scrive un curriculum vitae europeo che salti all’occhio del selezionatore?

Ecco per te una serie di consigli utili.

Ricorda sempre di tenere aggiornato il tuo cv, perché è un documento che racconta tutte le tue esperienze lavorative. Il cv deve essere sintetico e chiaro nel menzionare le tue qualificazioni e competenze. Cosa importantissima, devi evidenziare esperienze professionali in base all’impiego per il quale ti stai candidando, per aderire alle esigenze di chi potrebbe selezionarti. Evita di elencare vecchie esperienze che non hanno alcuna pertinenza.

Questi i modelli disponibili:

Come è strutturato il curriculum vitae europeo

In realtà, continuiamo erroneamente a chiamare curriculum vitae europeo questo modello più appropriato, il cosiddetto Europass Curriculum Vitae che, come osserverai cliccando sul link, è diviso in sette sezioni:

  1. Informazioni personali: la prima sezione del cv da compilare è la tua anagrafica dettagliata (nome, cognome, etc.). Inserisci sempre una foto tessera formale (senza esagerare). Indica domicilio e residenza. Inserisci, se lo possiedi, anche il link al tuo sito/blog. Infine, la tua data di nascita e il sesso, sono due dati facoltativi perché potrebbero essere discriminanti.

  2. Impiego ricercato/settore di competenza: inserisci l’impiego per il quale ti stai candidando, specificando anche il settore di riferimento;

  3. Esperienza professionale: elenca dalla più recente alla più remota le tue esperienze lavorative, compresi i tirocini;

  4. Istruzione e formazione: parla della tua formazione e istruzione solo nel caso in cui hai ottenuto una certificazione finale (diplomi, certificati e attestati);

  5. Capacità e competenze personali: qui puoi allargarti un po’ e parlare anche di competenze ed esperienze acquisite non certificate da appositi titoli o attestati. Ad es. capacità di lavorare in gruppo, di progettare e coordinare altre persone, etc. Specifica anche le tue competenze tecniche, informatiche, linguistiche, artistiche.

  6. Ulteriori informazioni: pubblicazioni o lavori di ricerca, iscrizioni ad albi professionali, cariche particolari, ecc.

  7. Allegati: diplomi e certificati vari.

N.B. Compila il tuo curriculum vitae europeo inserendo sempre la seguente nota sulla privacy: Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196  "Codice in materia di protezione dei dati personali".

Europass Passaporto delle Lingue

Se nel tuo curriculumvuoi descrivere al meglio le tue competenze linguistiche, puoi farlo attraverso il modello Europass Passaporto delle Lingue. Si tratta di una semplice autodichiarazione, senza valore legale.

Questo i modelli:

Documenti correlati



48788 - Redazione
22/03/2017
Alberto, tutto sommato non è un errore così grave. Chi esamina un curriculum valuta ben altri elementi, certo per il futuro sarebbe opportuno aggiungere anche questa informazione.

48778 - alberto
20/03/2017
Ho compilato un curriculum vitae et studiorum per un corso di perfezionamento universitario. non ho messo il voto di laurea, ho sbagliato?? Viene considerato sbagliato???

46370 - Oriana
03/08/2016
Sto cercando lavoro come OSS