Il contratto di locazione per casa vacanze

contratto affitto inferiore 30 giorni, contratto affitto casa vacanze

Vuoi partire per le vacanze ma non ti piacciono i soliti hotel e le solite pensioni? Niente paura, anche per soli pochi giorni puoi affittare una casa o una stanza al mare, in montagna, al lago o in una città d’arte, un'ottima soluzione per risparmiare e vivere in maniera più vera la quotidianità del posto.

Nella ricerca di una casa vacanza il web ci da sicuramente una grossa mano grazie all'offerta di servizi gratuiti che ci permettono in pochi click di trovare case e stanze a basso costo in tutto il mondo. Avrai sicuramente sentito parlare di Airbnb, un servizio che consente a chi ha la disponibilità di un appartamento o di una semplice camera, di affittarli a coloro che per viaggio o per lavoro si troveranno a passare qualche giorno proprio in quella città. In altre parole Airbnb è un portale online che mette in contatto persone che dispongono di uno spazio da affittare con persone in cerca di una sistemazione per brevi periodi. In definitiva una efficace alternativa alla classica sistemazione in hotel, una soluzione economica e se vogliamo anche più "social" visto che offre la possibilità di relazionarsi con persone del luogo. Se vuoi saperne di più sul fenomeno Airbnb, leggi l'articolo "Airbnb: cos’è e come funziona".

Ma ci sono anche delle valide alternative ad Airbnb, se vuoi scoprirle leggi "Cerchi una casa vacanze? Ecco le alternative ad Airbnb".

In ogni caso quando prenoti una casa vacanze, presta molta attenzione alle brutte sorprese e alle solite truffe. Acquisisci quante più informazioni possibile sulle caratteristiche e sullo stato dell’immobile, sulle sue dotazioni e servizi, su cosa è compreso nel prezzo pattuito e cosa no. Fatti mandare possibilmente altre fotografie degli interni e dell'area circostante.

Se si viene richiesto il versamento della caparra non dimenticare di farti rilasciare la ricevuta. Non appena prendi possesso dell'immobile verifica che lo stesso sia in perfette condizioni, segnalando immediatamente al proprietario eventuali difetti o danni preesistenti. Ti consigliamo di leggere i 10 consigli d’oro per evitare le truffe quando si prenota una casa vacanze.

Ad ogni modo per mettersi al riparo da sgradite sorprese, ti consigliamo di sottoscrivere sempre un contratto di locazione con il proprietario dell'immobile.

Il contratto per locazione turistica  è libero, dunque non ha vincoli di durata né tetti massimi di canone, e non va neppure registrato se la locazione ha durata inferiore a 30 giorni. Inoltre con la conversione in legge del Decreto Legge 50 del 2017, a partire dal 1° giugno 2017, c’è l’estensione della cedolare secca al 21% anche per questa tipologia di contratti. Ti proponiamo un fac simile.

Se poi volete essere scrupolosi predisponete anche un verbale di riconsegna dell'immobile e delle relative chiavi che metta tutto nero su bianco. Un modello potrebbe essere questo.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio