Il nuovo modello D in materia di telecomunicazioni

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AgCom) ha predisposto una nuova versione del Modello D con le relative istruzioni per consentire agli utenti di presentare denunce riguardo alla violazione delle norme del settore da parte degli operatori di comunicazione elettroniche e di televisione a pagamento oppure di segnalare problematiche attinenti il rapporto contrattuale (es. attivazione di un servizio non richiesto, modifica piani tariffari senza preavviso di legge, passaggio non richiesto ad altro operatore di rete fissa, mancata portabilità del numero, disservizi inerenti alle modalità di gestione dei reclami, problematiche relative alla fatturazione, scarsa qualità, malfunzionamento o illegittima sospensione del servizio, problematiche relative al recesso, ecc.). 

Nella Relazione Annuale 2017 predisposta dall'Agcom, l'Autorità Garante delle Comunicazioni, emergono con chiarezza le casistiche di disservizi subiti dagli utenti (leggi "Operatori telefonici: ecco quali sono le principali cause di reclamo").

In caso di addebiti di traffico di origine fraudolenta si consiglia di sporgere la relativa denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Il Modello D potrà essere compilato in modalità off line, ma inoltrato esclusivamente in via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata denunce_ugsv@cert.agcom.it - curata e gestita dalla Direzione Tutela dei Consumatori – utilizzando l’apposito tasto “Invia e-mail”.

Successivamente alla loro verifica, i fatti denunciati potranno essere oggetto di procedimenti amministrativi da parte dell’Agcom o essere trasmessi per competenza ad altre Autorità.

Attraverso le denunce e le segnalazioni di problematiche l’Agcom può inoltre vigilare costantemente sui comportamenti degli operatori e può comprendere meglio le difficoltà e le esigenze degli utenti e dei consumatori.

Possono presentare denuncia tutti i soggetti interessati, i consumatori, gli utenti, le associazioni di tutela dei medesimi.

Si fa presente che la denuncia inoltrata attraverso il Modello D non rappresenta una richiesta di apertura di un contenzioso nei confronti del fornitore del servizio e non può essere utilizzata per il tentativo obbligatorio di conciliazione in materia di telecomunicazioni, per il quale bisogna rivolgersi ai Corecom regionali (leggi "CoReCom: cos’è e quando è possibile farvi ricorso") oppure agli organismi paritetici creati dalle associazioni di consumatori.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio