Dichiarazione sostitutiva di atto notorio

Formati     © Moduli.it
DOC   Modello in formato doc
PDF interattivo   Modello in formato interattivo
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Fac simile di dichiarazione sostitutiva di atto notorio. disponibile in due versioni: l'una in formato "doc" e l'altra in formato "pdf interattivo".

Si tratta di una dichiarazione che può essere presentata alle pubbliche amministrazioni o ai gestori di pubblici servizi. Rientrano tra le pubbliche amministrazioni i comuni, le province, le regioni, le comunità montane, gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, le aziende sanitarie locali, le istituzioni universitarie, l’istituto autonomo case popolari, le Camere di Commercio, gli enti di previdenza (Inps, ecc.) e così via. Tra i gestori di pubblici servizi rientrano, invece, enti o aziende quali le Ferrovie dello Stato, la Rai, le Poste ma anche tutte quelle aziende che, ad esempio, gestiscono l’erogazione di acqua e gas, provvedono al trasporto urbano o alla gestione dei rifiuti. 

Ad essere precisi la dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere presentata ed accettata anche dai soggetti privati, come ad esempio banche e assicurazioni, ma senza alcun carattere di obbligatorietà.

In particolare questo modello può essere utilizzato per dichiarare stati, qualità personali o fatti giuridicamente rilevanti a diretta conoscenza dell’interessato, anche se relativi a terze persone di cui egli abbia diretta conoscenza. Per fare qualche esempio con questo modello si può dichiarare di essere l'erede legittimo di un congiunto deceduto, di essere proprietario di certi beni (immobili, auto, ecc.), di aver commesso degli abusi edilizi (magari al fine di ottenere un permesso di costruzione in sanatoria), di possedere i requisiti per l'esenzione dal pagamento del bollo auto, di essere a conoscenza e di accettare le disposizioni che regolano una gara d'appalto, di avere subito danni sull’attività professionale, a causa degli eventi calamitosi che hanno colpito il proprio territorio e così via. 

Lo stesso modello può essere utilizzato anche per attestare che la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione, di un titolo di studio o di servizio, la copia di un documento fiscale è conforme all'originale.

Infine la dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere utilizzata per comprovare, in vista del rilascio dei relativi duplicati, lo smarrimento dei documenti di riconoscimento o, comunque, attestanti stati e qualità personali dell'interessato, eccetto i casi in cui la legge preveda espressamente la necessità di denunciare il fatto agli organi di polizia.

E' importante rilevare che nel caso in cui la dichiarazione sostitutiva di atto notorio venga presentata alle amministrazioni e ai servizi pubblici, la firma apposta sul modello non deve essere autenticata. Infatti è sufficiente sottoscriverla davanti al dipendente addetto oppure - nel caso in cui venga trasmessa via posta, fax o e-mail - allegare la fotocopia del documento d’identità della persona che l’ha firmata.

L’obbligo di autentica della firma è in ogni caso necessaria per le dichiarazioni sostitutive da presentare ai privati, come banche o assicurazioni - che come detto hanno la facoltà ma non l’obbligo di accettarle - e per le domande di riscossione dei benefici economici (pensioni e contributi), ovvero ratei di pensione maturati e non riscossi (pensionati deceduti), da parte di altre persone. In questo caso l'autentica della firma può essere fatta presso un notaio o un qualsiasi Comune (occorre acquistare una marca da  bollo da 16,00 euro e pagare i diritti di segreteria). 

Possono utilizzare la dichiarazione sostitutiva di atto notorio:

  • i cittadini italiani;
  • i cittadini dell’Unione Europea;
  • i cittadini extracomunitari, in possesso del permesso o carta di soggiorno. In questo caso potranno autocertificare solo i dati e i fatti che possono essere verificati presso le pubbliche amministrazioni italiane.

Per conto dei minori può effettuare la dichiarazione chi ne esercita la patria potestà (es. genitori) o il tutore, per gli interdetti può dichiarare il tutore, mentre in favore di inabilitati e minori emancipati può dichiarare l'interessato con l'assistenza del curatore.

Chi non sa o non può firmare deve rendere la dichiarazione davanti al pubblico ufficiale, mentre per chi si trova in condizioni di temporaneo impedimento per motivi di salute, la dichiarazione può essere resa davanti al pubblico ufficiale dal coniuge o, in sua assenza dai figli o, in mancanza di questi ultimi, da un parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado.

Ricordiamo che la mancata accettazione della dichiarazione sostitutiva di atto notorio o la richiesta di certificati costituisce una palese violazione dei propri doveri d'ufficio da parte della pubblica amministrazione.

La Pubblica Amministrazione può, se lo ritiene necessario, verificare le informazioni riportate nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Qualora accertasse la falsità delle stesse, il dichiarante non solo decadrebbe immediatamente dai benefici eventualmente ottenuti, ma subirebbe anche delle conseguenze penali per il fatto di aver rilasciato false dichiarazioni in un atto pubblico.

Tags:  atto di notorietà atto notorio

Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità