Fac simile lettera posticipo pagamento

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
PDF
DOC   fac simile (b)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Fac simile con cui chiedere al proprio creditore una dilazione nel pagamento di una fornitura, fattura, ecc. In particolare i fac simile richiesta dilazione di pagamento sono due, antrambe in formato WORD dunque facilmente adattabili a qualsiasi esigenza.

Lettera posticipo pagamento: quando utilizzarla

Una richiesta simile può essere avanzata da un cittadino, da un professionista o da una impresa quando, per le motivazioni più diverse, non si dispone delle risorse finanziarie necessarie per far fronte ai pagamenti in scadenza:

  • l'esercizio è stato chiuso in ottemperanza al decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, contenente misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del Coronavirus;
  • per effetto di un furto/incendio la ditta ha registrato gravi danni ad impianti e attrezzature;
  • nell'ultimo periodo si sono registrati minori incassi per effetto del mancato pagamento da parte di un certo numero di clienti;
  • si è in attesa di ottenere la concessione di un finanziamento dal proprio istituto bancario;
  • nel recente periodo si è dovuto far fronte a delle spese impreviste;
  • ecc.

Da considerazione che in aggiunta o in alternativa alla dilazione è possibile chiedere una rateizzazione dell'importo. Nel caso specifico si può utilizzare questo fac simile scrittura privata pagamento rateale.

Nel caso i cui siano state emesse cambiali o tratte il debitore potrebbe chiedere:

Richiesta dilazione di pagamento: consigli utili

Quasti i consigli che forniamo:

  • non attendere l'ultimo istante per inviare la comunicazione. In questo modo si da un chiaro segnale al proprio creditore di essersi preso cura sin dal primo istante della situazione del proprio creditore, che in questo modo potrà gestire nel migliore dei modi il mancato incasso;
  • specificare il motivo che c'è alla base della richiesta di pagamento posticipato;
  • nel proporre un periodo di proroga valutare con attenzione la situazione che si sta affrontando e stimare realisticamente i tempi per la definizione dello stato emergenziale;
  • specificare gli estremi della fattura, della cambiale o della Ri.Ba in scadenza.

La lettera può essere inviata tramite posta elettronica, tuttavia se il mittente vuole avere la certezza che la comunicazione è stata correttamente recapitata nella casella del destinatario e che questi è nelle condizioni di leggerla, si deve necessariamente utilizzare la posta elettronica certificata.

L'utilizzo della PEC potrebbe rivelarsi particolarmente utile nel caso in cui per l'importo in scadenza risultasse emessa una ricevuta bancaria o un cambiale. In questo caso, infatti, un eventuale insoluto potrebbe determinare una segnalazione in centrale dei rischi.

Tags:  coronavirus fatture insolvenza

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità