Lettera di referenze collaboratore domestico

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

In questa scheda è possibile scaricare una lettera referenze badante o più in generale una lettera referenze collaboratore domestico in formato editabile, un fac simile estremamente prezioso qualora ci si debba presentare presso una nuova famiglia e convincerla a farsi assumere.

Chi può utilizzare la lettera referenze collaboratore domestico

Quando parliamo di collaboratore domestico intendiamo riferirci ad una serie di figure professionali, tutte molto diffuse presso le famiglie italiane: colf (che svolgono mansioni di cameriere, addetto alle pulizie, cuoco, governante, giardiniere, ecc.), badante (che si occupa dell’assistenza di anziani, malati e persone non autosufficienti), baby sitter, lavoratore domestico, ecc.

Il collaboratore domestico è un un lavoratore subordinato a tutti gli effetti, come tale ha diritto alle ferie, al Tfr e all'assistenza in caso di malattia, infortunio e maternità. Il suo livello contrattuale, e dunque la sua retribuzione, è regolamentata dalla dalla legge e dai Contratti Collettivi Nazionali (CCNL), che prevedono un inquadramento in funzione della mansione svolta, della qualifica professionale e dell'esperienza maturata.

Come per un qualsiasi altro lavoratore, anche per il collaboratore domestico che si mette alla ricerca di un nuovo impiego, la lettera di referenze costituisce il miglior biglietto da visita da mostrare alla nuova famiglia. Chiaramente la lettera referenze collaboratore domestico deve essere richiesta alla famiglia in cui il collaboratore ha mostrato appieno le proprie qualità professionali e umane, lasciando in definitiva un buon ricordo.

Come scrivere una lettera referenze badante

La lettera di referenze andrebbe scritta dall'ex datore di lavoro, nel caso specifico da un membro della famiglia che ha assunto alle proprie dipendenze la colf, la badante o la baby sitter. Ma potrebbe capitare che quest'ultimo non sia particolarmente portato a scrivere una lettera oppure che per impegni di lavoro non abbia tempo da dedicare ad una simile richiesta. Il suggerimento pertanto è di approntare una bozza e sottoporla alla visione della famiglia per eventuali modifiche o integrazioni.

Ciò premesso nella parte alta della lettera vanno riportati il nome e i recapiti del collaboratore domestico e della famiglia che redige il testo. Quindi vanno specificate le date di inizio e fine rapporto di lavoro e naturalmente la mansione svolta. Subito dopo vanno descritte le qualità e le doti mostrate dal collaboratore: corretto, preciso, puntuale, onesto, professionale, educato, ecc. In definitiva è importante far apparire il collaboratore come un prezioso punto d’appoggio all’interno della famiglia.

Ma la lettera referenze collaboratore domestico deve essere anche in grado di sottolineare con chiarezza il motivo per cui, nonostante il lavoro sia stato svolto in maniera impeccabile, il rapporto di lavoro si è interrotto. In questo caso le motivazioni possono essere diverse: cambio di residenza della famiglia, decesso della persona assistita, scelta spontanea del collaboratore domestico, termine della necessità di assistere le bambine ormai cresciute e così via.

La lettera termina con le formule di cortesia, la data e la firma.

Tags:  collaboratore domestico referenze

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità