Multa per pneumatici estivi in inverno: quando fare ricorso

Il 15 Novembre 2020 è scattato l'obbligo di sostituzione dei pneumatici: in pratica occorre togliere le gomme estive e montare quelle invernali. Queste ultime andranno mantenute fino al 15 Aprile 2021, anche se il termine ultimo per la sostituzione delle gomme invernali è quello del 15 Maggio 2021. Se non si vuole incorrere in una multa per pneumatici estivi in inverno, il consiglio è di contattare al più presto un gommista di fiducia. L'alternativa è quella di inserire nel bagagliaio le catene da neve da utilizzare in caso di necessità.

Data di sostituzione pneumatici invernali

La sostituzione pneumatici invernali va effettuata dal 15 ottobre al 14 novembre di ogni anno. In pratica chi a partire dal 15 Novembre 2020 viene scoperto a circolare con gomme estive, subirà una sanzione il cui importo può arrivare fino a 350 euro.

Va precisato, tuttavia, che le autorità locali - in presenza di situazioni particolarmente critiche su determinate strade - possono modificare tale periodo attraverso una specifica ordinanza.

Ci sono deroghe in conseguenza del lockdown per Covid?

Per prevenire e contrastare la diffusione del Coronavirus, il Governo è stato costretto a classificare taluni territori come zone ad alto rischio contagio ("zona rossa"). In pratica nelle regioni inserite in lockdown sono consentiti unicamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero da motivi di salute. Questo il fac simile di

che gli automobilisti (e non solo) devono compilare e avere al seguito.

Questa situazione ha di fatto generato negli automobilisti un dubbio in merito alla possibilità di spostarsi per effettuare la sostituzione delle gomme estive con quelle invernali.

Nel merito è stato lo stesso Governo a fornire delucidazioni, spiegando che gli automobilisti possono provvedere alla sostituzione dei pneumatici senza rischiare di essere multati, anche perché la categoria dei gommisti è autorizzata s svolgere l'attività di manutenzione, riparazione e commercio al dettaglio.

Perché utilizzare i pneumatici invernali

Premesso che il pneumatico invernale ha delle caratteristiche tali che lo rendono adatto all'utilizzo quando la temperatura ambientale è uguale o inferiore a 7 gradi centigradi o quando il manto stradale è ricoperto di neve o ghiaccio, va detto che ne esistono fondamentalmente di due tipi: lamellari e termici.

Le gomme termiche essendo più morbide vanno prima in temperatura e per questo garantiscono una buona aderenza sull'asfalto e in definitiva una maggiore sicurezza. I pneumatici lamellari, invece, sono dotati di tasselli molto più pronunciati e muniti di speciali lamelle che, riempiendosi di giaccio o neve, riescono ad aggrapparsi meglio al fondo stradale.

Come riconoscerli? Se non hai un gommista di riferimento, magari perché è la prima volta che effettui il cambio dei pneumatici o magari ti sei da poco trasferito in un'altra zona, sappi che c’è un modo per identificarli. Quelli invernali devono avere la dicitura M+S che sta per “mud & snow”, ovvero fango e neve. Nel caso trovassi altre diciture, come MSM/SM-S, sappi che sono comunque valide, dunque potrai circolare in tutta tranquillità. Ce ne sono alcune, poi, che oltre alla dicitura M+S hanno anche un simbolo particolare: un fiocco di neve su una montagna a tre punte. Ciò significa che il pneumatico ha superato anche un apposito test su neve.

Perché è rischioso usare gomme estive in inverno

Usare gomme estive in inverno comporta senza dubbio un rischio per la sicurezza tua e degli altri. Con le basse temperature, le piogge, il ghiaccio e la neve il veicolo ha bisogno di una maggiore stabilità e aderenza al terreno, soprattutto durante le frenate.

I pneumatici estivi hanno una mescola meno morbida che tende ad irrigidirsi sempre più con l'abbassamento progressivo della temperatura, fino a creparsi. Inoltre usare gomme estive in inverno significa affidarsi a pneumatici con un battistrada più basso rispetto a quelli invernali, il che li rende inadatti o comunque meno efficienti sulla neve. Un contatto minore con la superficie della strada significa allungare gli spazi di frenata e in generale avere un minor controllo del mezzo.

In teoria ci si potrebbe limitare a montare solo due pneumatici invernali (l'obbligo di montarne 4 esiste solo se si tratta di un veicolo 4x4), sulle ruote anteriori o su quelle posteriori, ma in questo modo:

  • il veicolo assume maggiore instabilità, dunque meno sicurezza;
  • ci si espone ad una diversa usura dei pneumatici. 

Gomme estive in inverno con catene a bordo

Il Codice della Strada parla chiaro: gli automobilisti devono provvedere al montaggio dei pneumatici invernali. Se ciò non è possibile, si può sostituire i pneumatici invernali con le catene, che devono chiaramente essere omologate (Uni 11313 o ON V5117) e che l’automobilista deve tenere sempre a bordo del veicolo durante i mesi invernali.

Se le gomme non sono catenabili, è altresì possibile utilizzare un'altra tipologia di accessorio, i cosiddetti “ragni” che proteggono la ruota e assicurano una maggiore stabilità della vettura sulla neve. Attenzione, invece, alle “calze da neve”, che garantiscono alla gomma una maggiore aderenza ma non possono sostituirsi né ai pneumatici invernali, né tantomeno alle catene.

L'alternativa consiste nell'utilizzo di gomme stive che vanno bene in inverno: ci riferiamo in particolare ai "pneumatici 4 stagioni" o "gomme all season" dotate di una mescola particolare che li rende utilizzabili in tutte le condizioni meteo e in qualunque stagione dell’anno.

Multa per pneumatici estivi in inverno: importi

La mancata sostituzione dei pneumatici invernali e la mancata disponibilità a bordo delle catene, rischi una multa il cui importo va:

  • dai 41 ai 168 euro nei centri abitati e
  • dagli 84 ai 335 euro su autostrade e strade extraurbane.

Attenzione perché l'agente può imporre anche il fermo del veicolo in attesa che si provveda alla sostituzione dei pneumatici.

Multa per gomme estive in inverno: quando proporre ricorso

Sono pochi i casi in cui è possibile proporre ricorso contro una multa per pneumatici estivi in inverno. Proviamo ad elencarne alcuni:

Il ricorso va proposto:

Se non ci sono gli estremi per un ricorso, il consiglio è di affrettarsi a pagare la multa. Effettuando il versamento entro i 5 giorni, infatti, è possibile fruire dello sconto multa, una riduzione del 30% sull'importo.

Se l'importo della multa supera i 200 euro e il trasgressore versa in condizioni economiche disagiate, si può chiedere la rateizzazione della multa. Questo il 

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio