Rimborso Vodafone: ecco come ottenerlo

rimborso Vodafone, rimborso Vodafone adsl

Se l’ADSL è lenta o non funziona, se i tempi di attivazione della linea telefonica sono lunghissimi, se hai segnalato un guasto e dopo settimane nessuno si è ancora fatto vivo, puoi richiedere ed ottenere il rimborso Vodafone. Se pensi che di fronte ad un semplice ritardo non puoi far altro che portare pazienza, ti sbagli. I ritardi, come altre situazioni anomale , rappresentano dei disservizi che ti impediscono di fruire liberamente e correttamente del pacchetto servizi che hai sottoscritto e per il quale paghi il corrispettivo pattuito alla compagnia telefonica.

Per molti disservizi sussiste spesso e volentieri una responsabilità contrattuale per inadempimento in capo all'operatore. Cosa vuol dire? Semplice: se sulla Carta dei Servizi o sulle Condizioni Generali di Contratto l’azienda si impegna ad assicurarti dei servizi con un certo standard di qualità, non puoi accontentarti di un trattamento di livello inferiore. Nel caso in cui si verificassero situazioni come quelle elencate a titolo esemplificativo all’inizio di questo articolo, è tuo diritto segnalarle e pretendere il rimborso Vodafone, diciamo una sorta di indennizzo. Ma come vederemo questo non è l’unico caso in cui è possibile ricevere un rimborso da Vodafone: la società, infatti, ha l’obbligo di riaccreditarti le somme spese per alcuni servizi digitali a pagamento, ma anche quelle relative a servizi attivati senza il tuo esplicito consenso, oppure quelle che hai corrisposto in eccesso. In questo articolo tratteremo il tema dei rimborsi Vodafone a tutto tondo: a te non resta che ritagliare qualche minuto del tuo tempo dedicandolo alla lettura dei prossimi paragrafi.

Rimborso Vodafone per disservizi

La Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Italia S.p.A. Anno 2018 prevede che ti venga corrisposto un rimborso Vodafone a titolo di indennizzo per mancato rispetto degli standard specifici. Gli indennizzi vengono disposti in tuo favore solo se i disservizi si sono verificati in condizioni di normale funzionamento. Questo significa che in presenza di cause di forza maggiore (problemi metereologici, politici, sociali, governativi, amministrativi) o disservizi relativi all’operato di soggetti terzi, Vodafone non si riterrà responsabile dei problemi occorsi, dunque non potrà provvedere ad alcun rimborso.

Ad ogni modo in situazioni di criticità imputabili a Vodafone potrai chiedere il risarcimento dell’eventuale maggior danno subito.

Rimborso ritardo Vodafone e altri guasti tecnici

Vediamo ora quali sono gli obiettivi specifici determinati dall’azienda e a quanto ammonta l’indennizzo ottenibile in caso di disservizi.

Servizi di telefonia mobile:

  • i reclami sugli addebiti devono essere chiusi entro 45 giorni dal ricevimento del reclamo. In caso di ritardo è possibile ottenere un indennizzo di 5 euro al giorno fino ad un massimo di 150 euro;
  • il tempo in cui deve essere attivato il servizio voce è di 48 ore. In caso di ritardo è possibile ottenere un indennizzo di 8 euro al giorno fino ad un massimo di 300 euro;
  • il tempo relativo all'accredito delle somme oggetto di rimborso è di 90 giorni. In caso di ritardo è possibile ottenere un indennizzo di 5 euro al giorno fino ad un massimo di 150 euro;

Servizi di telefonia fissa (voce e accesso a internet da postazione fissa):

  • il tempo massimo entro cui eseguire l’attivazione del servizio fisso e il trasloco dell’utenza è di 60 giorni solari. In caso di ritardo è possibile ottenere 10 euro al giorno fino ad un massimo di 300 euro (sono esclusi i contratti in cui i tempi sono concordati con i clienti);
  • il tempo massimo per l’accredito di somme oggetto di rimborso è di 90 giorni. Se sei in regola con i pagamenti, in caso di ritardo potrai ottenere un indennizzo di 5 euro al giorno fino ad un massimo di 150 euro;
  • eventuali malfunzionamenti devono essere riparati entro il quarto giorno lavorativo successivo a quello in cui è pervenuta la segnalazione. In caso di ritardo è possibile ottenere un indennizzo di 10 euro al giorno fino ad un massimo di 150 euro;
  • l'attivazione del servizio Vodafone TV, che è subordinata all’attivazione del servizio di rete fissa deve avvenire entro 7 giorni solari, che decorrono dalla data di attivazione del servizio di telefonia fissa. In caso di ritardo è possibile ottenere un indennizzo di 5 euro al giorno fino a massimo 300 euro;
  • se viene disposta la sospensione o la cessazione amministrativa di uno o più servizi, mobili, fissi o di accesso ad internet da postazione fissa o Vodafone TV senza preavviso, puoi richiedere l’ottenimento di un indennizzo pari a 5 euro al giorno, fino ad un massimo di 300 euro.

Naturalmente è altresì possibile segnalare alla compagnia l’addebito di importi anomali in bolletta e chiedere il rimborso delle somme eccedenti ai consumi effettuati tramite questa lettera di contestazione importi in bolletta.

Come chiedere rimborso a Vodafone

Passiamo ora alle cose pratiche: ci sono i presupposti per ricevere un rimborso Vodafone? Se sì allora non perdiamo altro tempo e vediamo come effettuare la richiesta. Secondo la Carta dei Servizi è necessario inviare a Vodafone una segnalazione tramite lettera raccomandata A/R; a tale scopo puoi scrivere tu stesso la lettera rimborso Vodafone o utilizzare questo modulo richiesta indennizzo per disservizi telefonici che trovi sul nostro portale. In alternativa puoi inviare la tua richiesta tramite il sito internet alla pagina www.vodafone.it, facendo riferimento ai contatti presenti nell’area “Contattaci” del sito ufficiale, che riporteremo tra poco anche in questo articolo.

La segnalazione deve essere inoltrata entro 30 giorni dal verificarsi del mancato rispetto dello standard.

Rimborso Vodafone: a chi inviare la richiesta

Il Servizio Clienti Vodafone mette a disposizione diversi canali di comunicazione, tutti validi ed efficienti, per garantirti assistenza e professionalità nel momento in cui ne avrai più bisogno. Per segnalare guasti, malfunzionamenti, anomalie, importi e addebiti anomali, attivazione indebita di servizi extra o ritardi imputabili all’azienda puoi chiamare il numero 190, che è gratuito per i clienti Vodafone. Il contact center è attivo tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 22.00. Se ne avessi bisogno nelle ore serali, puoi chiamare l’800 100 195, attivo solo per il blocco della SIM in caso di furto o smarrimento e gratuito per numeri di rete fissa/numeri mobili di altri operatori. Se per caso fossi all’estero, invece, puoi chiamare il numero +39 349 2000190, sempre gratuito e attivo dalle 8.00 alle 22.00 ora italiana.

Il Servizio clienti Vodafone Exclusive è disponibile al numero 193 ed è attivo dalle 8.00 alle 22.00. Il Servizio clienti Vodafone TV, invece, si contatta chiamando l’199 900 900. Il numero è attivo dalle 8:00 alle 23:00 ed è dedicato esclusivamente all'assistenza su Vodafone TV. Per contattare il Servizio Clienti Business, invece, bisogna chiamare il 42323 dall’Italia, attivo dalle 8.00 alle 22.00, o il numero +39 348 2002323 dall’estero, attivo dalle 8:00 alle 22:00 ora italiana. Se chiami da rete fissa o con una SIM di altro operatore, invece, devi rivolgerti all’800 227 755 attivo sempre dalle 8:00 alle 22:00.

Se volessi inoltrare delle comunicazioni scritte, poi, ti consigliamo di inviarle al Servizio Clienti Vodafone, presso questi indirizzi:

  • Casella postale 190 - Ivrea (TO) (contratti e abbonamenti rete mobile)
  • Casella postale 109 - Asti (AT) (contratti e abbonamenti alla rete fissa)

Per essere presa in considerazione, la segnalazione deve sempre essere corredata di eventuale documentazione di supporto (fatture, foto, cartoline promozionali, ecc.) e una copia del documento d’identità (patente, carta d’identità o passaporto dell’intestatario del contratto.

Come ottenere Rimborso da Vodafone

Dopo aver chiarito ogni eventuale dubbio circa l’invio della segnalazione a Vodafone, vediamo ora in quali modi l’azienda disporrà il rimborso nei tuoi confronti:

  • se hai una linea attiva, e nello specifico un abbonamento ai servizi Vodafone, la società liquiderà l'indennizzo nel conto telefonico;
  • se hai una linea attiva e nello specifico un contratto di telefonia mobile con SIM ricaricabile, la società ti restituirà i soldi tramite ricarica;
  • se hai una linea disattiva (magari perché hai chiesto la disdetta Vodafone) l’indennizzo verrà liquidato al domicilio di fatturazione;
  • se hai una SIM ricaricabile disattiva, l’indennizzo verrà liquidato all’indirizzo indicato dal reale utilizzatore della SIM.

Rimborso Vodafone Servizi Digitali

Cambiamo argomento e andiamo a vedere in quali casi puoi ottenere il rimborso Vodafone sui “Servizi digitali”, altrimenti detti Servizi Premium o Servizi a Valore Aggiunto. Di cosa si tratta? Se ne hai attivato uno, sicuramente lo saprai già: sono servizi a pagamento offerti da Vodafone e da aziende terze che puoi acquistare per usufruire di contenuti digitali di diversa natura e potenziare le caratteristiche del tuo dispositivo.

Il costo dei Servizi Digitali può essere addebitato sul conto telefonico (se hai un abbonamento) o sul credito telefonico (se invece hai una SIM prepagata). Per controllare quanti e quali servizi hai attivato, per conoscerne il costo o disattivarli, puoi utilizzare il portale Servizi Digitali www.servizidigitali.vodafone.it o l’applicazione MyVodafone, che trovi su Google Play, Apple Store e Microsoft Store.

Vodafone: rimborso servizi non richiesti - Può capitare che si attivi erroneamente un servizio a pagamento, tuttavia in questo caso potresti chiedere il rimborso alla compagnia tramite questo modulo di contestazione per servizi telefonici non richiesti.

Rimborso Vodafone Exclusive – Vodafone Exclusive è un servizio indubbiamente vantaggioso, poiché ti permette di accedere alla rete 4G, connetterti dalla rete mobile Vodafone anche su altri dispositivi (il telefono diventa un hotspot in pratica), beneficiare del Servizio di Assistenza dedicato (al numero 193) e acquistare a condizioni vantaggiose i biglietti del cinema. Qualora però volessi disdirlo e chiedere il rimborso potresti farlo solo se la SIM è stata attivata prima del 13 giugno 2014. Per espletare la richiesta occorre scaricare l’apposito modulo dall’area FAI DA TE del sito ufficiale, compilarlo e inviarlo unitamente ad una copia di un tuo documento di identità in corso di validità a:

Servizio Clienti Vodafone
Casella Postale 190
10015 IVREA (TO).

Puoi inoltrare il modulo tramite posta semplice, raccomandata A/R o fax, al numero 800.034642. In alternativa potresti anche inoltrare la richiesta online, collegandoti a questo indirizzo: https://variazioni.vodafone.it/rimborso-vodafone-exclusive/.

Qualora lo desiderassi, invece che disdire uno ad uno i Servizi Digitali eventualmente attivi sulla SIM, potresti anche richiedere il blocco (cd barring) telefonando al numero di Assistenza Clienti Vodafone 190 o il numero 42323 (per Clienti Business). L’operatore eseguirà il blocco in pochi minuti e tu potrai stare tranquillo per il futuro.

Rimborso da Vodafone: si ottiene con l’invio di una segnalazione

Come hai avuto modo di vedere tu stesso, durante la lettura di questo articolo, per chiedere l’ottenimento di un rimborso Vodafone o comunque degli indennizzi previsti dalle Condizioni Contrattuali, è necessario inviare una segnalazione a Vodafone, così da informarlo della problematica occorsa. Se una telefonata al contact center non ti permette di trovare una rapida soluzione al disservizio, invia all’azienda la richiesta indennizzo automatico per disservizi telefonici e stavolta assicurati di inoltrare la comunicazione scritta tramite un metodo di spedizione che contempli la prova di consegna.

Per espletare la richiesta puoi rivolgerti ai contatti che abbiamo citato in precedenza. In alternativa puoi inoltrare la comunicazione tramite posta elettronica certificata all’indirizzo vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it o direttamente sul sito internet www.vodafone.it. Ricorda che per ottenere il rimborso Vodafone dovrai segnalare il disservizio entro 30 giorni dalla data in cui si è palesato.

Qualora la richiesta producesse un esito negativo, Vodafone dovrebbe comunicarti le motivazioni e il risultato degli accertamenti effettuati entro 45 giorni dal ricevimento della segnalazione. Nel caso in cui la situazione fosse tanto complicata da necessitare un’analisi più approfondita, la compagnia avrebbe l’obbligo di aggiornarti sullo stato di avanzamento del procedimento di risoluzione del problema, indicando altresì i tempi necessari per la risposta.

Qualora segnalassi problemi di connessione e non riscontrassi il ripristino dei livelli di qualità del servizio entro 30 giorni, potresti recedere gratuitamente dal contratto per la parte relativa al servizio internet da postazione fissa. Dovrai, però, rispettare i tempi necessari alla disdetta Vodafone: la comunicazione di recesso (questo il modulo di disdetta Vodafone) deve essere inviata all’operatore mediante lettera raccomandata A/R con un preavviso minimo di un mese.

Mancato rimborso Vodafone: come tutelarsi

Se la compagnia si rifiuta di riconoscerti il rimborso Vodafone a titolo di indennizzo per i disservizi subiti, non arrenderti: puoi proporre un reclamo innanzi all’Autorità Giudiziaria, ma prima devi tentare la risoluzione della controversia in via extragiudiziale. Come fare? Hai tre opzioni:

1. è possibile attivare la procedura di conciliazione paritetica tramite le Associazioni dei Consumatori firmatarie del protocollo (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Arco, Assoutenti, Casa del Consumatore, Centro Tutela Consumatori Utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori Acli, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori). Questa è la domanda di conciliazione Vodafone da compilare e presentare presso l’Associazione scelta;

2. Puoi visitare il portale Conciliaweb, che è gestito dall'AGCOM - l'Autorità Garante delle Comunicazioni. Questa piattaforma rappresenta uno strumento molto utile per la risoluzione delle controversie tra utenti e operatori di telefonia, Internet e Pay Tv. Ci si può registrare inserendo delle credenziali personali o tramite SPID. Per cominciare, però, devi collegarti a questo indirizzo: https://conciliaweb.agcom.it;

3. Puoi rivolgerti al Co.Re.Com (Comitato Regionale per le Comunicazioni) della tua regione e presentare una richiesta di ricorso tramite il Formulario UG che puoi scaricare direttamente su Moduli.it. Per saperne di più leggi: “CoReCom: cos’è e quando è possibile farvi ricorso".

Qualora, poi, volessi semplicemente segnalare il comportamento scorretto tenuto da Vodafone nei tuoi confronti, potresti farlo inviando il Modello D all’AGCOM. Chiaramente questo tipo di ricorso non ti permetterà di ottenere il rimborso Vodafone che ti è stato negato, ma sarà utile per consentire all’Autorità di svolgere gli opportuni accertamenti e di applicare a Vodafone le sanzioni previste in caso di violazioni alla disposizioni che regolano il settore delle telecomunicazioni.

Per conoscere i recapiti utili e approfondire l’argomento puoi leggere “Il nuovo modello D in materia di telecomunicazioni”.

Documenti correlati