Subentro fornitura idrica: fac simile editabile

Formati
DOC   fac simile (a)
PDF
DOC   fac simile (b)
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Modulo in formato editabile da utilizzare per la richiesta di subentro fornitura acqua. Si tratta chiaramente di un fac simile, per cui si raccomanda di verificare se il gestore che fornisce il servizio ha adottato a tale scopo uno specifico modello.

Subentro fornitura acqua: quando richiederlo

Il subentro nel contratto di fornitura idrica va richiesto dall'utente nel momento in cui chi lo ha preceduto ha provveduto con la disdetta del contratto a chiudere il contatore dell'acqua

Il subentro fornitura acqua va richiesto altresì in caso di rimozione del contatore per morosità.

Al contrario se quest'ultimo avesse lasciato il contatore aperto, il nuovo inquilino o proprietario dell'immobile avrebbe potuto semplicemente richiedere la voltura del contratto. Quest'ultima è una procedura attraverso la quale chi subentra si limita a richiedere la modifica dell'intestatario dell'utenza. In questo l'erogazione del servizio idrico non viene interrotta.

Fac simile richiesta subentro fornitura acqua

In questa scheda è presente un fac simile generico di richiesta subentro fornitura idrica e altri due modelli che possono essere utilizzati:

  • dall'erede diretto dell'intestatario del contratto (figlio, coniuge) già convivente al momento del decesso che usufruiva di fatto della fornitura;
  • dal soggetto legalmente separato/divorziato assegnatario dell'appartamento coniugale.

Sull'istanza vanno specificati:

  • dati anagrafici del subentrante;
  • indirizzo completo del punto di fornitura (Comune, via, numero civico, ecc.);
  •  indirizzo del subentrante per il recapito delle fatture;
  • eventuale indirizzo e-mail o PEC per recapito in forma elettronica delle fatture;
  • eventuali dati catastali (possono essere forniti in un secondo momento);
  • in caso di richiesta di domiciliazione bancaria indicare IBAN, nome e cognome e codice;
  • fiscale del titolare del conto corrente bancario, se diverso dal contraente.

Nel caso risultino debiti pregressi in capo al precedente intestatario della fornitura, il nuovo cliente può presentare al gestore una

Allegare all'istanza la copia di un valido documento di riconoscimento e del codice fiscale del nuovo intestatario.

Inoltre occorre allegare:

  • copia dell'atto di proprietà (dichiarazione notaio, cessione fabbricato), oppure 
  • copia del contratto di locazione (anche non registrato ma firmato), oppure
  • copia del contratto di comodato d'uso / atto notorio (solo fra parenti di 1° grado), oppure
  • copia della lettera di assegnazione (alloggi: Comune, Ater, altri enti);
  • copia della visura camerale o dello statuto (se il subentrante è una persona giuridica).

Le modalità di trasmissione sono come al solito fax, email, PEC, spedizione o consegna diretta presso lo Sportello presente sul territorio. Da considerare, infine, che molti gestori consentono di effettuare la procedura direttamente online attraverso l'Area Riservata del Portale.

Tags:  bolletta acqua

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità