Disdetta Tiscali: modalità, costi e modulistica

disdetta tiscali , recesso tiscali

Siamo certi che ci hai riflettuto a lungo, valutando i pro e i contro della tua decisione, ma siamo sicuri che tu abbia le tue buone ragioni per chiedere la disdetta Tiscali. Non sappiamo quali motivazioni ci siano alla base di questa decisione, tuttavia ciò che possiamo dirti è che ti offriremo ogni sostegno utile affinché tu possa portare a termine la procedura senza commettere errori. 

Disdetta Tiscali: in quali casi si può comunicare

La disdetta Tiscali è un'opzione che il cliente può esercitare:

  • subito dopo la sottoscrizione del contratto, se questa è avvenuta online, per telefono o fuori dal negozio commerciali Tiscali (ad es. a casa, nella piazza cittadina o presso un centro commerciale). In questo caso la legge consente al sottoscrittore di esercitare il diritto di ripensamento entro i primi 14 giorni, senza pagare alcuna penale e senza fornire alcuna spiegazione;
  • in occasione della scadenza contrattuale. Il contratto di fornitura Tiscali ha una validità di 24 mesi, termine che decorre dalla data di attivazione del servizio. Il contratto si rinnova tacitamente al termine del periodo di validità, dunque ogni 2 anni, a meno che non si comunichi la disdetta 30 giorni prima;
  • prima della scadenza contrattuale. In questo caso la comunicazione di recesso va inoltrata con un preavviso di almeno 30 giorni

Perché comunicare la disdetta Tiscali

La disdetta va comunicata quando l'intenzione non è quella di migrare ad un altro operatore telefonico, ma piuttosto di cessare definitivamente la linea.

Le motivazioni alla base di una simile decisione possono essere tante:

  • si ritiene che la disponibilità della sola linea mobile sia sufficiente per le proprie esigenze, per questo si decide di fare a meno del servizio adsl/fibra + voce;
  • ci si trasferisce all'estero per lavoro o per motivi sentimentali;
  • l'intestatario del contratto muore e l'abitazione viene posta in vendita;
  • ecc.
Qualora l'intenzione fosse quella di passare ad altro operatore, non si dovrebbe effettuare alcuna comunicazione a Tiscali, ma semplicemente fornire al nuovo gestore di telefonia il codice di migrazione e i propri dati anagrafici: in questo caso della disdetta Tiscali se ne occuperà personalmente la compagnia subentrante. 

Comunicare la disdetta Tiscali per iscritto

Si può comunicare la disdetta ricorrendo al servizio telefonico di Assistenza Clienti Tiscali. Per i privati il numero da comporre è il 130, mentre per i clienti business il numero di riferimento è il 192130.

Tuttavia il nostro consiglio è di farlo sempre per iscritto. Sul nostro portale trovi la modulistica da utilizzare a seconda delle circostanze:

E' bene ricordare che qualsiasi richiesta scritta va sempre corredata da una copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità.

Una volta compilato, il modulo può essere trasmesso

  • tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento a: Tiscali Italia S.p.A. Ufficio Gestione Contratti - Località Sa Illetta Strada Statale 195 km 2.300 - 09123 Cagliari;
  • tramite PEC all'indirizzo cessazionecontratti@legalmail.it.

Ricordiamo che affinché la disdetta Tiscali PEC abbia valore legale, al pari di una raccomandata postale, è necessario che anche la casella del mittente sia una PEC.

Disdetta Tiscali online

E' possibile comunicare la propria volontà di recedere dal contratto anche direttamente online. In questo caso occorre prima registrarsi sul portale ed accedere alla sezione MyTiscali (https://selfcare.tiscali.it/unit/ecare/it_mytiscali). Lì troverai il modulo da compilare e spedire.

Se si ritiene di avere poca dimestichezza con gli strumenti informatici, ci si può recare di persona presso un negozio Tiscali e consegnare la lettera di disdetta; in questo caso è necessario farsi rilasciare dall'operatore una ricevuta di avvenuta consegna.

Cosa fare dopo aver comunicato il recesso

Dopo aver inviato la richiesta di disdetta, occorrerà occuparsi della restituzione modem Tiscali, dal momento che tutti i dispositivi sono di proprietà di Tiscali.  

In particolare gli apparati andranno restituiti a:

Tiscali Italia S.p.A
C/O filiale magazzino SDA-Cagliari
Via Betti S.n.C
Zona Industriale CASIC Est
09030 Elmas Cagliari.

I costi della restituzione sono a carico del cliente. 

In caso di smarrimento, furto o danneggiamento del dispositivo il cliente dovrà comunicare immediatamente l’accaduto a Tiscali. Nel caso in cui questi lo avesse acquistato, non potrebbe essere rimborsato, mentre nel caso in cui il bene fosse ancora una proprietà di Tiscali perché concesso a noleggio o in comodato d'uso, il cliente sarebbe tenuto al rimborso del prezzo.

Tempi per la cessazione della linea

Il recesso sarà efficace a partire dal momento in cui Tiscali terminerà le attività necessarie all’espletamento della relativa richiesta. In ogni caso il termine massimo non dovrebbe superare i 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso.

Disdetta Tiscali e costi di disattivazione

Che si decida di migrare verso un nuovo operatore oppure di cessare definitivamente la linea, il cliente privato o titolare di partita IVA (PMI) sarà comunque tenuto a corrispondere a Tiscali i cosiddetti "costi di disattivazione".

L'importo è pari:

  • ad una mensilità di canone per i servizi "ADSL/Fibra", "Solo Voce" o "ADSL Fibra + Voce";
  • a "zero" per il servizio "J 4G + Unlimited".

Le aziende che hanno sottoscritto un contratto dedicato pagano invece un costo commisurato alla tipologia di servizio e alla tecnologia utilizzata. 

Il prospetto dettagliato dei costi è consultabile all'indirizzo https://assistenza.tiscali.it/informazioni/contratto/guida/costi-disattivazione-partitaiva/.

Altri eventuali costi da sostenere

Con l'esercizio del diritto di ripensamento potrebbe non verificarsi il ripristino automatico del precedente rapporto contrattuale cessato. Infatti nel momento in cui Tiscali riceve la comunicazione di recesso potrebbe non essere possibile interrompere il processo di portabilità, dunque il successivo rientro verso l’operatore precedente dovrebbe essere richiesto mediante un’apposita procedura di cambio operatore, sostenendone le relative spese.

C'è un'ultima cosa da tenere in considerazione in caso di disdetta Tiscali prima della scadenza: secondo le Condizioni Generali di contratto, nel caso in cui ci fosse stata l'adesione ad una speciale offerta commerciale, che avesse consentito di fruire di particolari sconti e agevolazioni, la compagnia telefonica potrebbe richiedere il rimborso degli sconti usufruiti nel caso di recesso entro un determinato termine.

Cosa fare in caso di morte dell'intestatario della linea

Nel malaugurato caso in cui l’intestatario della linea telefonica passi a miglior vita, uno dei suoi eredi, certificato di morte alla mano, potrebbe chiedere la cessazione definitiva della linea.

In questo caso specifico non deve far altro che compilare ed inoltrare questo modulo disdetta Tiscali per decesso ai recapiti sopra indicati. Alla lettera di richiesta vanno allegati:

  • una copia del documento d’identità in corso di validità del richiedente;
  • il certificato di morte in originale.

Disdetta Tiscali per variazioni contrattuali

Se ti è arrivata la lettera che ti avverte delle imminenti modifiche contrattuali (ad esempio un aumento del corrispettivo su base mensile, un aumento dei costi di disattivazione, ecc.) sappi che hai 30 giorni per decidere se accettare o meno le nuove condizioni oppure disdire il contratto. Se deciderai di accettare le variazioni contrattuali non dovrai rispondere alla comunicazione, né chiamare il servizio clienti: vale la regola del silenzio assenso.

Al contrario, dovrai provvedere ad effettuare la disdetta Tiscali, attenendoti alle indicazioni riportate sulla lettera. Non temere, non è nulla di diverso rispetto a quanto descritto nei paragrafi precedenti. Dovrai solo redigere in ogni sua parte questo specifico modulo disdetta Tiscali per variazioni contrattuali, poi allegare il documento d’identità in corso di validità e inviarlo ai canali di comunicazione predisposti dall’azienda.

Problemi con la disdetta Tiscali

Nel caso in cui la procedura di disdetta non avviene nel rispetto dei tempi indicati dalle Condizioni Generali di Contratto e dalla Carta dei Servizi, il cliente può formalizzare un reclamo Tiscali

Come fare? Occorre redigere il modulo reclamo Tiscali ed inviarlo

  • tramite raccomandata A/R all’indirizzo Tiscali Italia S.p.a. Servizio Clienti, Sa Illetta - 09123 Cagliari;
  • tramite PEC, all’indirizzo servizioclienti.tiscali@tiscalipec.it;
  • a mezzo fax. I privati possono utilizzare il numero 800 910 028, mentre le aziende devono spedire la modulistica al numero 800 910 032.
Se il reclamo non riguardasse la tempistica, ma piuttosto l'addebito in fattura di costi non dovuti, si potrebbe utilizzare questo modulo di reclamo per applicazione penali disdetta telefonica.

In ogni caso Tiscali deve rispondere ai reclami entro 45 giorni. In caso di prolungato ritardo o qualora la risposta non sia soddisfacente, si deve tentare di risolvere la questione in via stragiudiziale, prima di portare l'azienda in Tribunale. Gli strumenti utili alla risoluzione stragiudiziale delle controversie sono molto semplici da utilizzare e permettono di avere risposte in tempi brevi a costi molto più contenuti rispetto al classico procedimento giudiziario.

Queste le possibili opzioni:

  • avanzare una richiesta di conciliazione presso il Corecom della propria regione;
  • intraprendere la procedura di conciliazione paritetica attivabile tramite le associazioni dei consumatori.
Documenti correlati


47185 - mario scarpa
31/10/2016
Sono utente tiscali da più di 10 anni e stò valutando seriamente un cambio di operatore magari vodafine superfibra per avere una velocità che tiscali non è in grado di fornire. La domanda è questa; dopo 10 anni che pago il noleggio del modem, perche lo devo restituire e magari pagare una penalità per avere un servizio sicuramente migliore di quello che mi offre tiscali??

44782 - Marziale bosetti
23/03/2016
Ho sottoscritto con Tim "Internet senza limiti" per l'importo di 22.90 al mese più costi una tantum di 97.60, quindi dovrei ricevere una fattura sui 28 euro. Invece continuano a mandare fatture di 38 euro che non ho ancora pagato finché non sistemeranno la cosa. Ormai dopo solleciti e fax di richiesta chiarimenti vorrei recedere per mancato rispetto del contratto.

40665 - domenico
23/07/2015
Ma perchè bisogna pagare la restituzione dell'apparato di ricezione e una penale di cessazione di servizio? Non trovo corretto che queste informazioni non vengano date all'atto di stipula e sosprattutto perchè pagare la spedizione se pago anche una disdetta è una follia o meglio ladrata!!!

36262 - concu giovanni
24/02/2015
Dove devo restituire il modem


Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio