Bonus luce e gas modulo: come compilarlo e dove spedirlo

Formati
PDF
XLS   storico bonus elettrico (disagio economico)
XLS   storico bonus elettrico (disagio fisico)
XLS   storico bonus gas
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

In questa scheda è disponibile il modulo bonus luce e gas. Va subito precisato che tale modello in realtà non deve essere più utilizzato dal momento che a partire dal 2021 basta compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica ed ottenere l'attestazione ISEE per usufruire degli sconti sulle bollette.

Modulo bonus luce e gas: a cosa serviva

Come detto questo modulo serviva per richiedere il cosiddetto bonus sociale, una misura volta a sostenere le famiglie chi si trovano in una situazione di disagio economico e che si estrinseca nella concessione di uno sconto sulle bollette energetiche e dell'acqua. I bonus, infatti, sono riservati alle famiglie:

  • con ISEE non superiore a 8.265,00 euro;
  • numerose (con più di 3 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • titolari di Reddito di Cittadinanza (Rdc) o Pensione di cittadinanza (Pdc).

Ricordiamo ancora una volta che il bonus luce, gas e acqua per disagio economico non richiede più la presentazione del modello disponibile in questa scheda, in quanto la concessione avviene in automatico da parte dell'Acquirente Unico una volta acquisiti i dati presenti nell'Attestazione ISEE del singolo nucleo familiare.

La presentazione di apposita istanza resta eclusivamente per il bonus elettrico per disagio fisico. Questo il

Quanto valgono i bonus

L'importo del bonus elettrico per disagio economico varia in funzione del numero di componenti della famiglia anagrafica:

  • 1-2 componenti € 128
  • 3-4 componenti € 151
  • oltre 4 componenti € 177
Il valore del bonus luce per disagio fisico, invece, è articolato in 3 livelli che dipendono da: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo. 

Il bonus gas, che vale esclusivamente per le forniture di gas metano naturale distribuito a rete, è uno sconto in bolletta riconosciuto sia a chi ha stipulato un contratto di fornitura individuale (cliente domestico diretto), sia a chi utilizza impianti condominiali (cliente domestico indiretto).

L'importo del bonus varia in funzione della categoria d'uso associata alla fornitura di gas, della zona climatica di appartenenza, del punto di fornitura e del numero di componenti della famiglia anagrafica. Si va da un minimo di 30 euro per una famiglia fino a 4 componenti che usa il gas per acqua calda e cottura, ad un massimo di 245 euro per una famiglia con più di 4 componenti che utilizza il gas anche per il riscaldamento.

Infine il bonus acqua, che può essere richiesto insieme a quello per energia elettrica e gas, garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante/giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica dell’utente. 

Bonus luce e gas modulo: come compilarlo e a chi spedirlo

Il modulo richiesta bonus gas e luce si compone di 8 pagine. Nella prima occorreva riportare i dati anagrafici del richiedente, indicare se si intendeva presentare domanda di ammissione o rinnovo al bonus sociale e specificare il tipo di fornitura (energia elettrica, gas naturale o acqua). A seguire occorreva indicare il numero dei componenti della famiglia anagrafica, la residenza e i dati sull'ISEE (reperibili nell’attestazione rilasciata dall’INPS). Se si indicavano 4 o più figli a carico, occorreva compilare anche l’Allegato FN.

A seguire si trovano 6 distinti riquadri da compilare:

  • il numero 4 è riservato alla "fornitura elettrica" (codice POD, Potenza impegnata, ecc.); 
  • i numeri 5 e 6 sono dedicati alla fornitura di gas naturale rispettivamente individuale e centralizzata (codice PDR, comune di fornitura, ecc.); 
  • i numeri 7 e 8 sono riservati alla fornitura idrica rispettivamente individuale e centralizzata (codice fornitura, gestore, ecc.);
  • il numero 9, infine, va utilizzato per gli ulteriori recapiti rispetto all’indirizzo di residenza per eventuali comunicazioni (tra telefono/cellulare ed email ne va indicato almeno uno).

Questi invece i documenti che occorreva allegare alla domanda bonus gas e luce:

  • documento identità del richiedente
  • autocertificazione componenti nucleo ISEE (Allegato CF) o copia elenco da attestazione ISEE
  • autocertificazione famiglia numerosa (Allegato FN) nel caso di nucleo familiare con 4 o più figli a carico
  • atto di delega (Allegato D) se il richiedente utilizzava un delegato per presentare la domanda
  • modello di attestazione ISEE

Il modulo richiesta bonus gas e luce e tutto il resto della documentazione vanno presentati al proprio Comune di residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune (ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF).

Tags:  bonus famiglie bonus energia

Documenti correlati
 
Utilità