Modulo CID: cos'è e come si compila

Formati
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

In questa scheda è possibile scaricare il modulo CAI (modulo di Contestazione Amichevole di Incidente) o modulo CID (Convenzione per l'Indennizzo Diretto). Seppure il suo utilizzo non sia obbligatorio, consideriamo opportuno custodirne una copia nel portaoggetti dell'auto, insieme al certificato di assicurazione a al libretto di circolazione.

A cosa serve il modulo CAI

Il modulo CAI o modulo blu vale a tutti gli effetti come denuncia di sinistro e il suo utilizzo - come vedremo nel prossimo paragrafo - ha il vantaggio di accorciare i tempi di rimborso da parte delle compagnie di assicurazione.

Nel dettaglio il modulo CAI va utilizzato dalle parti coinvolte nell'incidente stradale e serve per raccogliere i dati sui soggetti coinvolti, sulle relative coperture assicurative e sul luogo sinistro, specificare i danni rilevati sui mezzi coinvolti, descrivere le circostanze del sinistro, indicare eventuali testimoni e riportare la dinamica dell'incidente in modo tale da identificarne le responsabilità.

Si consiglia la sua compilazione nell'immediatezza dell'incidente, non solo perché a distanza di tempo si potrebbero avere ricordi meno nitidi sull'accaduto, ma anche perché la controparte potrebbe avere un ripensamento in merito alla responsabilità del sinistro.

Il modulo constatazione amichevole incidente è valido in Italia come in tutti i paesi dell’Unione Europea e in Svizzera. In caso di sinistro all'estero, invece, vigono invece regole differenti.

Perché è utile il modulo CID

Avere una constatazione amichevole compilata in tutte le sue voci è sempre un gran vantaggio: innanzitutto perché si evita il rischio di possibili raggiri e colpi bassi ad opera della controparte, poiché quanto dichiarato sul modulo CAI non può essere modificato o smentito.

In secondo luogo perché presentandola alla compagnia assicurativa si riducono notevolmente i tempi di definizione della pratica di risarcimento. 

In pratica allegando il modulo CAI alla lettera risarcimento danni sinistro stradale è possibile rivolgersi direttamente alla propria compagnia assicurativa (anziché a quella del veicolo responsabile) così da ottenere il risarcimento in tempi molto ristretti. Addirittura in 30 giorni se non si riscontrano lesioni fisiche ai conducenti e il modulo CID è stato sottoscritto da entrambi.

Se il modulo non risulta compilato da tutte le parti coinvolte nel sinistro, l'offerta di risarcimento della compagnia deve arrivare entro 60 giorni. Il termine si allunga fino a 90 giorni nel caso di incidenti con persone rimaste ferite.

Ad ogni modo, anche nel caso in cui la procedura dell'indennizzo diretto fosse inapplicabile, il modulo CAI potrebbe essere comunque impiegato per denunciare il sinistro alla propria Compagnia, in alternativa al modulo di denuncia dei sinistri.

Come si compone il modulo di constatazione amichevole 

Il modulo è composto da 3 fogli:

  1. Denuncia di sinistro
  2. Altre informazioni
  3. Denuncia di danno responsabilità civile verso terzi. 

I fogli 2 e 3 vanno compilati se nel sinistro sono coinvolti anche testimoni e/o feriti e se i dati del proprietario del veicolo sono diversi da quelli del contraente/assicurato).

Conclusa la compilazione, è buona norma che ciascuna delle parti coinvolte conservi due copie: una da inviare alla propria compagnia e l'altra da conservare.

Modello CAI: come si compila

Anche se a prima vista la compilazione del modulo CAI può sembrare un po’ ardita, sappi che non lo è, occorrono al massimo 10 minuti, un po’ di pazienza e la collaborazione della controparte.

Qualora l’altro automobilista si rifiutasse di riempire la sua parte, accertati di prendere almeno i dati presenti sulla patente e soprattutto numero di targa ed estremi della polizza assicurativa. Puoi presentare il modulo alla tua compagnia assicurativa anche se è completo solo della tua parte, ma a quel punto non varrà come constatazione amichevole, ma come una vera e propria denuncia di sinistro.

Per poter fare la constatazione amichevole è necessario disporre, oltre che del modulo CID, della patente, dei libretti di circolazione e dei certificati assicurativi di entrambi i soggetti coinvolti nel sinistro. Dopo esserti assicurato di avere tutto il necessario, potrai procedere con la compilazione della constatazione amichevole.

Il modulo CAI si divide in 5 parti:

  • l'intestazione, nella quale inserire data, ora e luogo del sinistro, la presenza di eventuali feriti, testimoni o danni alle cose;
  • i dati del veicolo A;
  • la circostanza del sinistro, ovvero il modo in cui è avvenuto l’incidente: il veicolo A (o B) era in sosta, oppure ripartiva dopo una sosta, apriva una portiera, stava parcheggiando, ecc. Se le versioni sono discordanti non è un problema, ognuno compila questo campo indicando la dinamica dal proprio punto di vista. Ricordati di barrare alla fine il numero totale delle caselle contrassegnate con la "x";
  • i dati del veicolo B;
  • il disegno dell’incidente. È possibile stilizzare al massimo il disegno, basta indicare quali sono i veicoli A e B, la direzione di marcia di entrambi e il punto in cui le due vetture sono venute a contatto con una X. 

Sul nostro portale trovi anche un esempio di compilazione CID con cui ti illustriamo, passo passo, quali informazioni è necessario inserire e dove. In questo modo commettere errori sarà davvero difficile.  

È molto importante che entrambi gli automobilisti sottoscrivano il modulo, poiché una constatazione amichevole non firmata equivale ad una constatazione nulla.

Se l’auto coinvolta nel sinistro è priva di copertura assicurativa, ti invitiamo a seguire le indicazioni riportate nel post dedicato all'incidente con auto non assicurata.

In che termini va presentato il modulo CID?

Il modulo va compilato e consegnato alla propria compagnia assicurativa entro e non oltre 3 giorni dall’accadimento del sinistro. 

E se la controparte si rifiuta di firmare?

Se uno dei soggetti coinvolti nell'incidente si rifiuta di firmare il CID perché non concorda con la versione dei fatti così come rappresentata sul modello, è bene che il danneggiato compili in ogni caso il modulo, ciò al fine di riportare alla compagnia la propria versione sull'incidente e quindi sulle relative responsabilità.

Un elemento questo che potrebbe avere un suo peso in sede processuale, specie se sul modulo vengono indicati eventuali testimoni.

Nel caso specifico è bene che sul modulo siano riportate almeno le seguenti informazioni relative alla controparte: i dati relativi al veicolo e la denominazione della Compagnia di assicurazione.

Quando non serve compilare il modulo CID

Il modello blu non va compilato se le parti, avendo riscontrato danni lievi ai veicoli, decidono di quantificare ed erogare autonomamente il risarcimento, senza dunque l'intervento della compagnia.

In questo modo si evita che per modeste cifre scatti il bonus malus. In situazioni del genere è opportuno compilare questo

Il modulo blu non va compilato neppure quando per l'accertamento delle cause e delle responsabilità del sinistro, le parti richiedono l'intervento delle forze di polizia.

Altri consigli utili in caso di incidente

Questi in sintesi i nostri consigli:

  • indossare il giubbotto salvavita e posizionare il triangolo per segnalare l'incidente;
  • scattare delle foto con il proprio smartphone, se possibile, ai veicoli nella posizione dell’incidente;
  • se non c'è accordo sulla dinamica dell'incidente o se si profilano delle responsabilità penali, richiedere l'intervento delle forze di polizia affinché effettuino i rilievi necessari a ricostruire la dinamica del sinistro. In questo caso non spostare i veicoli fino all’arrivo delle forze dell’ordine;
  • raccogliere generalità e recapiti di eventuali testimoni;
  • in caso di danni fisici lievi recarsi al pronto soccorso dell'ospedale più vicino per farsi refertare.

Tags:  sinistri stradali documenti auto assicurazione auto risarcimento danni

Documenti correlati
 
Utilità