Reso Black Friday: quando e come restituire un prodotto

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
DOC   fac simile (b)
DOC   fac simile (c)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

In questa scheda rendiamo disponibile alcuni fac simile con cui effettuare il reso Black Friday, vale a dire dei modelli con cui il consumatore può recedere da un acquisto compiuto online nel giorno del Black Friday, che quest'anno cade il 27 Novembre.

Cos'è il Black Friday

Il Black Friday (letteralmente "Venerdì nero") cade il venerdì successivo al giorno del ringraziamento, una festa di origine cristiana che negli Stati Uniti d'America e in Canada si celebra il quarto giovedì di novembre in segno di gratitudine verso il Signore per l'ottimo raccolto.

Il Black Friday da praticamente inizio alla stagione dello shopping natalizio nel paese, con negozi e grandi catene pronte ad offrire eccezionali sconti e promozioni su una vasta gamma di prodotti.

Il Black Friday è solitamente seguito dal Cyber Monday, il primo lunedì successivo (quest'anno cade il 30 Novembre), un evento dedicato allo shopping online e caratterizzato anche in questo caso da fortissimi sconti, in modo particolare sui prodotti hi tech. Insomma una sorta di ultima chiamata per i consumatori prima del periodo natalizio.

Ma come comportarsi se dopo aver effettuato un acquisto, ci si rende conto di non essere pienamente soddisfatti del prodotto? E se la merce ricevuta risulta difettosa?

Reso Black Friday per acquisti fatti su Internet

Indipendentemente dalle politiche adottate a riguardo dal negozio specifico, il consumatore può per legge recedere da un acquisto compiuto a distanza, dunque su Internet o per telefono, entro 14 giorni dal ricevimento del prodotto. Si chiama "diritto di ripensamento" e la sua applicazione si estende anche agli acquisti effettuati fuori dai negozi (ad es. per strada, a casa del consumatore, ecc.).

In pratica con il reso Black Friday è possibile ottenere il cambio merce o la restituzione del prezzo pagato. Attenzione perché molti portali, in caso di reso, offrono al consumatore un buono acquisto in sostituzione del rimborso. Ora se non ci vuole vincolare a quel determinato negozio, il nostro consiglio è di non accettarlo.

Non occorre che il consumatore indichi il motivo della sua decisione e, soprattutto, non c'è alcuna possibilità che il venditore possa addebitare al cliente costi o penali.

Chiaramente il diritto di ripensamento non può applicarsi indistintamente a tutti i prodotti: così se la restituzione senza spese è ammessa, ad esempio, per un frullatore, uno smartphone o una cravatta, non altrettanto si può dire per un DVD musicale o un software sigillati che siano stati aperti dal consumatore o ad un capo di abbigliamento intimo che sia stato provato dal consumatore.

Tutto questo in linea generale, perché i singoli portali di e-commerce possono anche stabilire regole diverse, chiaramente più favorevoli al consumatore: un periodo più ampio rispetto ai 14 giorni previsti dalla legge per la comunicazione del reso, la possibilità di includere nel rimborso anche il costo di spedizione della merce, la possibilità per il consumatore di non sostenere le spese di restituzione della merce e così via.

Ricordiamo che alle politiche di reso offerte dai portali di e-commerce abbiamo dedicato dei contenuti specifici: Yoox, Shein, Pull and BearZara, ZalandoH&M, Trony, Expert, Mediaworld, ecc.

In definitiva per evitare situazioni sgradevoli e indesiderate il consiglio è quello di leggere con molta attenzione le politiche di reso dei principali siti online, specie in vista del Black Friday.

Reso Back Friday per acquisti in negozio

Il diritto di ripensamento non si applica per gli acquisti effettuati presso i negozi fisici. In questo caso la merce può essere restituita soltanto se:

  • il venditore ha esplicitamente acconsentito ad un cambio merce o al rilascio di un buono acquisto. In situazioni di questo tipo è fondamentale esibire lo scontrino, riconsegnare il prodotto integro e all’interno della confezione originale, agire in maniera tempestiva (taluni commercianti fissano un tempo di 7 giorni);
  • il prodotto risulta difettoso.

Reso Black Friday per prodotto difettoso

Indipendentemente dal fatto che l'acquisto sia stato compiuto su Internet o presso un negozio fisico, il consumatore ha sempre diritto alla riparazione, sostituzione, rimborso o sconto sul prezzo nel caso in cui il prodotto risulti danneggiato o non conforme. Ciò in applicazione di quanto sancito dal Codice del Consumo (artt. 128 e ss.) in tema di garanzia legale di conformità.

Per essere più precisi il consumatore può far valere i propri diritti non solo nel caso in cui il prodotto risulti non funzionante, ma anche quando le sue caratteristiche non rispondano esattamente alla descrizione fatta dal venditore sul proprio sito.

La durata della garanzia legale è di 2 anni dalla consegna del bene ed è inderogabile. Il difetto va denunciato al venditore entro il termine di 2 mesi dalla data in cui è stato scoperto. 

Dal nostro portale è possibile scaricare la seguente modulistica:

Tags:  reso acquisti online

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità