Successione nel contratto di locazione del coniuge separato fac simile

Formati     © Moduli.it
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Lettera da inviare al locatore per la successione nel contratto di locazione in caso di separazione o divorzio del conduttore.

Subentro nel contratto di locazione per separazione: cosa dice la legge

LOCAZIONE AD USO ABITATIVO

Per quanto concerne le locazioni ad uso abitativo, l'art. 6 della Legge 27 luglio 1978, n. 392 stabilisce che in caso di

  • separazione giudiziale
  • scioglimento del matrimonio 
  • cessazione degli effetti civili dello stesso
a succedere nel contratto di locazione in qualità di conduttore è l’altro coniuge, ma solo se il diritto di abitare nella casa familiare è stato attribuito dal giudice a quest’ultimo. 

Facciamo un esempio. Il contratto di affitto relativo alla casa coniugale era intestato al marito. Con la separazione della coppia, il Giudice decide di affidare i figli minori alla moglie e conseguente di assegnare a lei l'abitazione. Quest'ultima, pertanto, subentrerà automaticamente al marito nel contratto di locazione, senza che il locatore possa opporsi.

In caso di separazione consensuale succede l’altro coniuge se i due hanno raggiunto un accordo in tal senso. Se nel merito i coniugi non raggiungono alcun accordo, sarà il coniuge che ha sottoscritto il contratto a rimanere obbligato nei confronti del proprietario dell'immobile, anche nel caso in cui la casa sia abitata dal'altro coniuge.

LOCAZIONE AD USO DIVERSO DALL'ABITATIVO

Con riferimento, invece, alle locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione, l'art. 37 della stessa legge stabilisce che in caso di separazione legale o consensuale, di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il contratto di locazione si trasferisce al coniuge, anche se non conduttore, a patto che continui ad esercitare nell’immobile la stessa attività condotta assieme all’altro coniuge prima della separazione legale o consensuale ovvero prima dello scioglimento o della cessazione degli effetti civili del matrimonio. 

Sia nell'uno che nell'altro caso il subentro nel contratto di locazione per separazione da parte del coniuge/partner avviene automaticamente per effetto della sentenza del Giudice, dunque senza che una delle parti debba darne comunicazione scritta al locatore.

Tags:  locazione affitto

Documenti correlati
 
Social
 
Utilità