© Fac simile richiesta risarcimenti danni al Comune per eventi atmosferici

Descrizione

Si tratta di un fac simile che può essere presentato al Comune di residenza, nel caso in cui si siano verificati eventi atmosferici (grandine, alluvione, tromba d'aria, frane, neve, terremoto, ecc.) per i quali sia stato riconosciuto ad esempio lo stato di calamità naturale.

Quando si può richiedere il risarcimento danni per eventi atmosferici

È possibile avanzare richiesta, dichiarando al Comune quali sono stati i danni conseguenti all'evento atmosferico, nel solo caso in cui sia stato decretato lo stato di calamità naturale, visto che in questo caso è possibile attingere ai fondi stanziati specificatamente per situazioni di emergenza di questo tipo. C'è da dire comunque che in taluni casi l'Amministrazione potrebbe essere chiamata al risarcimento anche nel caso in cui non sia stato dichiarato lo stato di calamità naturale. Ciò accade ad esempio quando il Giudice stabilisce che l'ente non ha adempiuto ai suoi obblighi di manutenzione e controllo del suo territorio: scoppia un nubrifagio e la mancata pulizia delle strade, dei tombini ecc. è causa di allagamenti di garage, autorimesse, scantinati e così via.

Dopo aver inviato i propri tecnici specializzati per verificare la natura, la consistenza e la stima dei danni subiti dal cittadino, l'Amministrazione Comunale da avvio alla procedura che porterà alla distribuzione dei fondi disponibili, a titolo di contributo, totale o parziale, nei confronti di coloro che ne hanno fatto richiesta.

Va detto comunque che in casi del genere, la procedura potrebbe risultare lunga e complessa visto che si tratta di effettuare, sulla base delle segnalazioni ricevute, le ricognizioni sul posto e poi procedere sulla base di precisi criteri alla selezioni di coloro che hanno effettivamente diritto al contributo.

A tutto questo si può ovviare, visto anche il ripetersi costante di eventi atmosferici di forte intensità, dotandosi di una copertura assicurativa contro rischi di questa natura. Si può ad esempio sottoscrivere una polizza sulla casa o attivare una specifica garanzia contro gli eventi atmosferisi per la propria auto. In questi casi potrebbe non essere necessario avanzare alcuna richiesta al Comune, essendo sufficiente rivolgere la richiesta di risarcimento direttamente alla compagnia assicurativa, naturalmente dopo aver effettuato una denuncia presso polizia, carabinieri o vigili del fuoco. Ma attenzione perchè la polizza casa potrebbe non prevedere la copertura contro specifici rischi: così in una zona altamente sismica, nessuna compagnia offrirebbe una copertura assicurativa contro il rischio terremoto.

Come compilare la lettera risarcimento danni eventi atmosferici 

La lettera risarcimento danni eventi atmosferici deve essere redatta e inviata direttamente dalla persona (fisica o giuridica) che ha subito i danni. Occorre indicare tutti i suoi dati personali (nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale) e l’indirizzo di residenza. Segue la richiesta formale di risarcimento danni, le precisazioni su data, ora e luogo in cui si è verificato l’evento lesivo, le modalità di quanto accaduto, i danni riportati.

Quanto dichiarato deve avere un riscontro effettivo: per questo motivo dovrai allegare al modulo anche una relazione sui danni da eventi atmosferici, il preventivo analitico di spesa per le riparazioni e le fotografie che attestano la gravità della situazione. Nel caso in cui ad aver riportato dei danni non fossero solo le cose, bensì anche le persone, sarà necessario allegare anche la documentazione sanitaria, gli scontrini relativi alle spese mediche, eventuali referti e così via. Termina la compilazione del modulo indicando data e luogo e poi apponi la tua firma.

Come presentare la richiesta

La lettera risarcimento danni eventi atmosferici, corredata della documentazione indicata nel paragrafo precedente, può essere presentata di persona al Sindaco del Comune di residenza. In questo caso ricorda di fare una copia della lettera e di farti apporre dall'impiegato dell'ufficio protocollo una timbro per avvenuta consegna. Qualora non avessi modo di recarti presso gli uffici comunali, potresti altresì inviare il modulo tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso, però, ricorda sempre di allegare alla richiesta una copia del documento d’identità in corso di validità.

Tags:  risarcimento danni

Formati
DOC
Foto
Flickr
Documenti correlati
 
Social
 
 
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità