Autocertificazione di nascita residenza e cittadinanza

Formati     © Moduli.it
DOC   fac simile (a)
PDF interattivo   fac simile (b)
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

Due modelli di autocertificazione di nascita residenza e cittadinanza da scaricare gratis e compilare, l'uno in formato WORD e l'altro in formato PDF editabile.

Autocertificazione di nascita residenza e cittadinanza: cos'è

Si tratta di un fac simile con cui il cittadino, consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, ai sensi e per gli effetti dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000, dichiara

  • luogo e data di nascita
  • luogo di residenza
  • cittadinanza.

La firma non va autenticata, né deve necessariamente avvenire alla presenza dell'impiegato dell'Ente che ha richiesto il certificato. Se spedita o inviata tramite fax o e-mail occorre allegare copia fotostatica del documento di identità.

La presente dichiarazione ha validità per 6 mesi (art. 41 D.P.R. 445/2000). Esente da imposta di bollo ai sensi dell'art. 37 D.P.R. 445/2000.

Autocertificazione nascita residenza cittadinanza: valida anche con i privati

La presente dichiarazione sostituisce a tutti gli effetti le normali certificazioni richieste o destinate ad una pubblica amministrazione nonché ai gestori di pubblici servizi e ai privati.

Già perché con la modifica apportata dall'art. 30 bis del Decreto Legge n° 76/2020 (cd "Decreto Semplificazioni"), convertito con Legge n° 120/2020, all'art. 2 del DPR n° 445/2000, a partire dal 15 Settembre 2020 anche i privati sono tenuti ad accettare le autocertificazioni.

In altri termini i privati non hanno più la facoltà, ma l'obbligo preciso di applicare le misure di semplificazione documentale previste dal Testo Unico sulla documentazione amministrativa, quali ad esempio i dati tipicamente oggetto di certificazione; nascita, residenza, stato di famiglia, ecc.

Ciò si traduce, in primo luogo, nell'obbligo per il privato (banca, compagnia assicurativa, professionista, ecc.) di accettare l'autocertificazione e nella conseguente possibilità di ottenere l'accesso ai dati in una modalità semplificata per la verifica delle dichiarazioni sostitutive dei cittadini. Questo il 

Tags:  residenza e domicilio

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Utilità