Contestare multa autobus: fac simile DOC, PDF

Formati
DOC
PDF
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa

Fac simile con cui il passeggero, sanzionato dal controllore per il fatto di aver violato le disposizioni contenute nel regolamento di trasporto, può proporre ricorso alla compagnia e chiedere l’annullamento del verbale. Il ricorso multa autobus è un fac simile disponibile nei formati WORD e PDF.

Multa autobus: in quali casi può essere elevata

La sanzione amministrativa può essere applicata se il viaggiatore presente sull'autobus

  • non è in grado di esibire il biglietto al controllore;
  • risulta in possesso di un titolo di viaggio chiaramente alterato, falso o contraffatto;
  • si rende responsabile di atti di vandalismo, di lancio di oggetti dal finestrino, ecc.;
  • non adotta le precauzioni necessarie a vigilare sulla sicurezza ed incolumità propria (si sporge oltre misura dal finestrino, scende dal mezzo ancora in movimento, ecc.);
  • occupa più di un posto a sedere o posti espressamente segnalati e riservati a particolari categorie di utenti;
  • causa disturbo agli altri passeggeri con comportamenti (fuma, canta ad alta voce, ecc.) o con l’utilizzo di specifici strumenti (radio a tutto volume, ecc.);
  • aziona i comandi per l’apertura delle porte e qualsiasi altro dispositivo di emergenza installato nel veicolo in assenza di grave ed incombente pericolo;
  • danneggia, deteriora o insudicia gli arredi e gli accessori del mezzo.

In generale è sottoposto a sanzione chiunque non si attiene alle avvertenze, agli inviti e alle disposizioni previsti dai regolamenti dell'azienda di trasporto e del personale di servizio, oltre che dalle leggi e dai regolamenti regionali e/o provinciali.

Gli importi delle sanzioni

Gli importi delle sanzioni amministrative variano in funzione del tipo di violazione, ma anche della compagnia di trasporto e della regione in cui questa svolge il proprio servizio.

Così per l'ATAC di Roma il viaggiatore sprovvisto di valido titolo di viaggio è soggetto, oltre al pagamento del titolo di viaggio per il percorso effettuato e da effettuare, anche ad una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 100,00 a euro 500,00, sanzione ridotta a euro 50,00 in caso di pagamento entro il termine di 5 giorni dalla contestazione (modulo di ricorso multa Atac).

Chi può elevare una multa autobus

L'infrazione generalmente viene accertata dal controllore, ossia dal soggetto con funzioni ispettive e di polizia amministrativa incaricato dalla stessa azienda di trasporto. In mancanza del controllore, è l'autista che ricopre le stesse funzioni.

I controllori sono pubblici ufficiali a tutti gli effetti, come tali possono richiedere al viaggiatore l'esibizione del biglietto o del documento di riconoscimento, possono decidere di allontanarlo dal bus o di chiamare le forze dell'ordine qualora sia in ballo la sicurezza del servizio, possono elevare contravvenzioni in caso di accertate violazioni e via discorrendo.

Contestare multa autobus: quando e come

In alcuni casi richiedere l'annullamento della multa autobus è piuttosto agevole. Se, ad esempio, il viaggiatore ha dimenticato l'abbonamento a casa, gli basterà recuperarlo e presentarlo agli uffici amministrativi dell'azienda nei giorni a seguire.

Al di la di queste ipotesi, il viaggiatore che ritiene la multa ingiusta, può proporre ricorso nei confronti della compagnia. In una simile situazione sarebbe opportuno che egli:

  • chiedesse al controllore di inserire una propria deposizione all'interno del verbale;
  • raccogliesse testimonianze di altri viaggiatori;
  • scattasse fotografie nel caso in cui ce ne fosse bisogno.

Il ricorso multa autobus va proposto per iscritto entro 30 giorni dalla contestazione immediata o dalla data di notifica differita del verbale. 

I tempi di risposta dell'azienda variano da regione a regione. La multa autobus si prescrive nel termine di 5 anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione.

Cosa fare se il ricorso viene rigettato

In questo caso il viaggiatore può scegliere se

  • pagare l'importo richiesto dall'azienda di trasporti e porre fine alla questione;
  • ignorare la richiesta di pagamento. Si tratta di una scelta azzardata, visto che l'importo verrà iscritto a ruolo e il viaggiatore si vedrà ben presto recapitare una cartella esattoriale. Se deciderà di non pagare neppure la cartella, il viaggiatore potrà incorrere nel fermo amministrativo auto, nel pignoramento dello stipendio, ecc.;
  • appellarsi - nel termine di 30 giorni (60 per i residenti all'estero) dall'emissione dell'ordinanza di ingiunzione - al Giudice di Pace del luogo ove è avvenuta l'infrazione. Questo il fac simile ricorso multa Giudice di Pace. In questo caso il viaggiatore deve tener presente che il ricorso al Giudice di Pace ha un costo (neppure trascurabile), per cui andrebbe proposto tenendo conto dell'importo della sanzione ricevuta e delle concrete possibilità di successo..

Tags:  contravvenzione

Foto
Free-Photos su Pixabay
Documenti correlati
 
Social
 
Utilità