Verifica codice fiscale: dai dati anagrafici al codice e viceversa

verifica codice fiscale, verifica codice fiscale inverso

Il codice fiscale serve a identificare in modo univoco ai fini fiscali e amministrativi i contribuenti, siano essi persone fisiche o giuridiche. Nel caso di persone fisiche il codice si compone di 16 caratteri tra lettere e numeri, secondo una sequenza generata da un algoritmo introdotto nel 1973. Nel caso, invece, di soggetti diversi dalle persone fisiche (aziende, associazioni, ecc.), il codice fiscale si compone di 11 caratteri numerici, di cui i primi 7 individuano il contribuente attraverso un numero progressivo, i successivi 3 sono il codice identificativo dell’ufficio, l’ultimo è un carattere di controllo.

Il codice fiscale, che è rilasciato dall'Agenzia delle Entrate, viene richiesto nella vita di tutti i giorni ogni qual volta un cittadino si trova nella condizione di dichiarare la propria identità nei confronti di pubbliche amministrazioni, enti o soggetti privati: sottoscrizione  contratto di locazione, richiesta di finanziamento, accettazione di eredità, dichiarazione dei redditi, versamento delle imposte, prenotazione di esame di laboratorio o visita specialistica in ospedale, fruizione cure termali e via discorrendo.

Tutto quello che è importante sapere sul codice fiscale è contenuto nell’articolo “Codice Fiscale: cos’è e a cosa serve”: leggendolo, capirai anche come decifrarlo e come richiederlo. In questo articolo, invece, ci focalizzeremo sulla verifica codice fiscale. Nei prossimi paragrafi capirai meglio l'utilità di ciò che stiamo per esporti.

Verifica codice fiscale online: cos’è e a cosa serve

Quante volte ti sarà capitato di dover inserire il codice fiscale in un documento o in un’autocertificazione, ma di non avere con te la tessera sanitaria? Già perchè ai cittadini che hanno diritto all’assistenza sanitaria da parte del Servizio Sanitario Nazionale, viene rilasciata la tessera sanitaria, la quale contiene appunto anche il codice fiscale.

In questi casi si può ovviare in 3 modi. Il primo: imparare a memoria il codice fiscale; il secondo: fare una foto con il cellulare alla tessera sanitaria di modo da tenerla sempre con sé; il terzo: utilizzare un’applicazione che formuli in pochissimi istanti il tuo codice. Ne esistono diverse per ciascun sistema operativo e tra poco ne parleremo meglio.

Chiaramente avere a disposizione uno strumento per la verifica codice fiscale può rivelarsi molto utile in diverse situazioni. Vuoi un esempio? Ti consegnano un documento (contratto, fattura, ecc.) riportante il codice fiscale di un determinato soggetto, ma qualcosa non quadra, dunque procedi alla verifica formale del codice fiscale per capire, in primo luogo, se è valido o ci sono dei caratteri errati e in secondo luogo se i dati del codice corrispondono in effetti a quel determinato soggetto.

La verifica codice fiscale di una persona fisica può avvenire in 2 modi. Nel primo caso è possibile utilizzare il software per estrapolare il codice fiscale di un soggetto attraverso l'immissione dei suoi dati anagrafici: nome, cognome, luogo e data di nascita, sesso. Nel secondo caso, eseguendo l'operazione inversa, ossia immettendo nel programma (del sito o dell’applicazione) il codice fiscale, completo di tutti i 16 caratteri, al fine di verificare un codice fiscale o estrarre alcuni dati anagrafici in esso contenuti: sesso, data e luogo di nascita.

Controllo del codice fiscale gratis: ecco quali sono gli strumenti che puoi utilizzare

Come abbiamo appena accennato, puoi procedere alla verifica codice fiscale dal nome e cognome e dagli altri dati del soggetto, oppure utilizzare la sequenza alfanumerica per identificare un dato soggetto. Chiaramente, mentre nel primo caso si ha la certezza del codice che si ottiene, nel secondo caso non è possibile risalire con estrema precisione al nome e al cognome. Così per quanto riguarda il cognome, ad esempio, il software non può fare altro che proporre le prime tre lettere del codice fiscale (solitamente la prima, seconda e terza consonante), visto che non sarà mai in grado di identificarlo con esattezza visto che in diversi casi si ottengono gli stessi tre caratteri. Lo stesso discorso vale naturalmente per il nome. E’ per questo motivo che molti software si limitano a riprodurre degli asterischi in corrispondenza del nome e del cognome.

Nonostante ciò, i restanti dati (sesso, luogo e data di nascita) saranno individuati in maniera univoca e certa.

Facciamo un piccolo ripasso. Il codice fiscale è composto da 16 caratteri: i primi 6 contengono le indicazioni su nome e cognome (solitamente vengono contemplate solo le consonanti), i successivi 6 contengono le indicazioni sulla data di nascita (due cifre per l’anno, una lettera per il mese e due cifre per il giorno), poi ci sono 3 cifre che riportano il comune italiano (o lo stato estero) in cui si è nati e infine l’ultima lettera, che viene usata come carattere di controllo. Capisci bene che se ogni dato ha un preciso codice di identificazione (se vuoi conoscerli approfonditamente leggi: “Codice fiscale: cos’è e a cosa serve”), gli unici caratteri ad essere soggetti ad interpretazione sono quelli riferiti al nome e al cognome.

Occupiamoci ora degli strumenti che possiamo utilizzare per fare la verifica codice fiscale gratis, direttamente dal tuo pc o dal tuo smartphone.

- Usa il sito dell’Agenzia delle Entrate e verifica lo stato del codice fiscale. Tutto quello che devi fare è collegarti al sito www.agenziaentrate.gov.it, cliccare su servizi online e poi sulla sezione servizi fiscali, scorrere tra le varie opzioni fino ad arrivare al servizio di verifica codice fiscale. Cliccaci sopra: si aprirà un pagina nella quale dovrai selezionare una tra queste 3 opzioni:

1 - verifica codice fiscale di persona fisica o soggetto diverso da persona fisica: in questo caso è sufficiente inserire il codice fiscale del soggetto, immettere nell'apposito campo "codice di sicurezza" i caratteri che vedi o che senti e cliccare sul pulsante Invia. Se il soggetto è correttamente registrato in Anagrafe tributaria, il messaggio di risposta che riceverai sarà del tipo "Codice fiscale valido". Il servizio verifica anche la validità di un codice fiscale provvisorio numerico attribuito a una persona fisica. Attenzione: attraverso questo servizio non è possibile verificare la validità di una partita Iva;

2 - verifica corrispondenza tra codice fiscale e dati anagrafici di persona fisica: per utilizzare questo servizio è necessario disporre non solo del codice fiscale, ma anche dei dati anagrafici completi del soggetto (nome, cognome, sesso, data e luogo di nascita). In pratica immettendo questi dati sei in grado di verificare la validità e la corrispondenza tra un codice fiscale e i dati anagrafici completi di una persona fisica e registrati nell'Anagrafe tributaria. Se questa corrispondenza c'è, la risposta che l'applicativo ti fornirà sarà la seguente: "Dati validi".

3 - verifica corrispondenza tra codice fiscale e denominazione di soggetto diverso da persona fisica: in pratica attraverso questa funzione puoi verificare la validità e l'esatta corrispondenza tra un codice fiscale e la denominazione di un soggetto diverso da persona fisica. Se la corrispondenza c'è il messaggio di risposta è "Dati validi". Anche in questo caso il servizio non consente di verificare la validità di una partita Iva.

Questi servizi sono gratuiti e sempre disponibili sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Puoi star tranquillo, dunque: è affidabile al 100%;

- Un ottimo servizio, utile per risalire al codice fiscale partendo dai dati anagrafici e viceversa è offerto dal sito ilcodicefiscale.it: in pratica dalla homepage è possibile selezionare quale tipo di ricerca effettuare, scegliendo tra le 2 opzioni possibili. Dopo aver inserito i dati negli appositi campi potrai osservarne i risultati. Come abbiamo anticipato poco fa, è possibile utilizzare il codice fiscale per risalire al suo intestatario, tuttavia in questo caso non è possibile ottenere un nome e un cognome univoco, al contrario il programma riporterà un elenco contenente tutti i possibili nomi ed altrettanti cognomi;

- Gli stessi servizi sono disponibili sul sito codiceinverso.it: basterà, anche in questo caso, inserire il codice che hai a disposizione per risalire al suo proprietario o viceversa.

Vuoi avere questo servizio sempre a portata di mano? Allora ti consigliamo di scaricare una tra le tante applicazioni per smartphone e tablet dedicate alla verifica codice fiscale gratis. Ne elencheremo 3, una per ogni sistema operativo.

- Chi possiede un dispositivo iOS può scaricare “ICodicefiscaleITA”;
- Chi ha un dispositivo Android, invece, può utilizzare un’App che si chiama, semplicemente, “Codice Fiscale”;
- Chi possiede un dispositivo con sistema operativo Windows Phone, invece, può scaricare “Codice Fiscale++”.

Codice fiscale: ecco cosa fare per ottenerne uno

Solitamente la tessera sanitaria (contenente il codice fiscale) viene inviata ai nuovi nati durante le prime settimane di vita, tuttavia se non ne sei ancora in possesso oppure l’hai smarrita puoi chiederne il duplicato (dopo aver fatto denuncia di smarrimento) scegliendo tra una delle seguenti modalità:

- puoi compilare questo modello e consegnarlo all'Ufficio locale dell'Agenzia delle Entrate (oppure presso l’Ufficio Distrettuale delle Imposte Dirette presente negli Uffici Relazioni con il Pubblico di alcuni municipi e Prefetture, o ancora negli Uffici finanziari e in alcuni Uffici postali) avendo cura di corredare il modello con un documento d’identità in corso di validità. Dalla data di consegna dovrai attendere circa un mese, ma potrai ricevere la nuova tessera comodamente presso il tuo indirizzo di residenza anagrafica o domicilio fiscale, tramite posta;

- puoi inoltrare la richiesta telematicamente, utilizzando il servizio disponibile sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Anche in questo caso la tesserà verrà recapitata tramite posta;

- puoi utilizzare il "Sistema Telefonico Automatico" dell'Agenzia delle Entrate, chiamando il numero 848.800.333. In tal caso la richiesta potrà essere effettuata una sola volta l’anno. Il richiedente dovrà inserire il suo codice fiscale, convertendolo in una precisa sequenza di numeri. È molto importante rispettare le corrispondenze istituite dallo schema in uso. Per avere ulteriori informazioni sull’argomento, puoi leggere questo articolo.

Codice fiscale: ecco come autocertificarlo

Quando si deve presentare il codice fiscale presso gli uffici della pubblica amministrazione oppure a privati che gestiscono pubblici servizi (Trenitalia, Poste Italiane, gestori telefonici, aziende che gestiscono l’erogazione di acqua e gas o provvedono al trasporto urbano, ecc.), è possibile redigere un’autocertificazione, ai sensi degli artt. 45 e 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445.

Puoi, dunque, predisporre una specifica dichiarazione, autocertificando il tuo codice fiscale: a tal fine puoi utilizzare questo modello di autocertificazione codice fiscale. Chiaramente, sottoscrivendo il documento, ti assumi la piena responsabilità circa l'esattezza del suo contenuto. In caso di falso, infatti, perderai automaticamente il beneficio ottenuto dalla presentazione della dichiarazione, mentre nei casi più gravi andrai incontro a sanzioni di tipo civile e penale.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata