Autocertificazione stato di famiglia per successione editabile

Formati     © Moduli.it
DOC   autocertificazione stato di famiglia EREDE
DOC   autocertificazione stato di famiglia DEFUNTO
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Descrizione

In questa scheda sono disponibili due distinti fac simile di autocertificazione stato di famiglia per successione: l'uno con cui l'erede autocertifica la composizione del nucleo familiare del defunto alla data del decesso e l'altro con cui, sempre l'erede, dichiara la composizione del proprio stato di famiglia, specificando il rapporto di parentela o affinità di ciascun componente con il defunto. Si tratta in buona sostanza di una particolare versione dell'autocertificazione stato di famiglia. Entrambi i moduli vanno allegati alla dichiarazione di successione.

I due fac simile di autocertificazione stato di famiglia per successione possono essere presentati sia nei confronti della pubblica amministrazione, sia nei confronti delle aziende che gestiscono i pubblici servizi. Tali soggetti sono obbligati ad accettare le autocertificazioni e a verificare la loro correttezza direttamente negli archivi a loro disposizione. I soggetti privati, invece, hanno più libertà di scelta: possono accettare le autocertificazioni o preferire i certificati originali. Soprattutto in caso di successione la maggior parte dei soggetti privati richiede il certificato di morte rilasciato dall’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza del defunto.

Quali dati inserire nella dichiarazione sostitutiva per successione

Nelle due versioni dell’autocertificazione stato di famiglia per uso successione vanno inserite queste precise informazioni:

  • Nome e cognome del dichiarante (erde)
  • Data e luogo di nascita
  • Indirizzo di residenza
  • Dati del defunto (nome e cognome, data e luogo di nascita, data e luogo di decesso)
  • Componenti del nucleo familiare del defunto con relativi dati anagrafici e rapporto di parentela oppure componenti del nucleo familiare dell'erede con indicazione del rapporto di parentela con il dichiarante
  • Data, luogo e firma
Se non firmata davanti al funzionario pubblico, la dichiarazione sostitutiva di atto notorio va corredata di una copia fotostatica del proprio documento d’identità in corso di validità del dichiarante.

Dichiarazione non accettata: cosa fare

Qualora l’autocertificazione stato di famiglia per successione fosse compilata correttamente, ma il dipendente dell’ufficio pubblico si rifiutasse di accettarla, pretendendo in sua sostituzione il relativo certificato, quest'ultimo incorrerebbe in una violazione dei doveri d’ufficio, dunque sarebbe soggetto a sanzioni.

In tal caso il cittadino che presenta la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà dovrebbe farsi dare i dati personali dal dipendente pubblico ed in seguito inoltrargli una comunicazione scritta, nella quale chiedere formalmente le motivazioni del rifiuto (modulo di richiesta chiarimenti per mancato accoglimento dell'autocertificazione). Qualora alla richiesta non seguisse una risposta dal dipendente, entro il termine massimo di 30 giorni, saranno subitamente applicate le sanzioni previste dall’art. 328 del Codice penale per "omissioni" o "rifiuto d'atti d'ufficio". Ulteriori approfondimenti nell'articolo Autocertificazione: cosa fare se non viene accettata.

Tags:  stato di famiglia successione eredità

Documenti correlati
 
Social
 
Dichiaro di aver preso visione della nota informativa e di aver letto e accettato i termini e le condizioni di utilizzo del portale

Utilità