Come realizzare un video curriculum efficace

 video curriculum,  video curriculum come farlo

Tantissime persone in Italia stanno cercando lavoro: ci sono i giovani, neodiplomati o neolaureati, che tentano di introdursi nel panorama lavorativo potenziando al massimo anche curriculum senza esperienza; ci sono persone mature, che a causa della crisi economica hanno perso il posto di lavoro e che ora provano a reinventarsi, mettendo a disposizione delle aziende la loro pluriennale esperienza. Tra le due categorie ce n’è un’altra, quella degli over 40, che punta a realizzare le proprie ambizioni, investendo sulle competenze apprese finora. Cos’hanno in comune? Probabilmente il senso di disagio verso la propria attuale posizione e la voglia di continuare a crescere, a migliorarsi, a mettersi in gioco. Se anche tu vivi una condizione simile, il consiglio che ti diamo è di guardare avanti, di mantenere il tuo livello di autostima e ricostruire le condizioni mentali adatte per (ri)mettersi sul mercato in modo efficace, di partecipare a percorsi di formazione e orientamento mirati all’inserimento lavorativo. 

In questo contesto Moduli.it svolge chiaramente una funzione del tutto marginale, visto che il nostro unico obiettivo è quello di favorire, pur nei limiti del nostro ruolo, una migliore conoscenza del mercato del lavoro e delle sue dinamiche. Questo ci ha portato ad esempio a pubblicare nel nostro blog consigli pratici per aiutarti a trovare lavoro, non solo nel nostro paese ma anche in Europa. Ad esempio, sapevi che i social network non servono solo a tenerti in contatto con amici e parenti lontani? In particolare Linkedin è uno strumento eccezionale per mettere in mostra le tue competenze. Sai quanto è importante la tua reputazione online? In rete trovi anche una miriade di siti web che pubblicano annunci di lavoro (noi abbiamo selezionato per te i migliori e abbiamo fatto lo stesso con le applicazioni da scaricare sullo smartphone). Non è finita qui: sai che il tuo curriculum ha circa 5 secondi per essere notato gli addetti alle risorse umane? Devi mettercela tutta per impressionarli, evitando di commettere errori o di inserire elementi che ne fanno perdere l’efficacia. Devi pensare a te stesso come un prodotto da pubblicizzare, vedrai che il marketing ti aiuterà molto nell’ottenimento di un impiego.

A tal proposito, sai perché gli spot hanno sostituito quasi completamente i manifesti cartacei? Perché i video sono più affascinanti, invogliano all’acquisto e attirano l’attenzione di chi li guarda. Ora sai cosa serve al tuo curriculum per avere una marcia in più: un video! In questo articolo tratteremo il tema del video curriculum, una tendenza nata oltreoceano, ma che si è diffusa velocemente anche in Italia. In cosa consiste? Come si realizza? Quali vantaggi può farti ottenere? Quali sono le regole per un’ottima presentazione video? Per queste ed altre preziose informazioni, continua la lettura dei prossimi paragrafi.

Video curriculum vitae: di cosa si tratta

Lo dice la parola stessa, il video curriculum è una registrazione video che contiene alcune delle informazioni presenti anche nel documento cartaceo: formazione, esperienze lavorative pregresse, obiettivi futuri e competenze trasversali. Il video curriculum non sostituisce quello cartaceo, ma lo affianca, dandogli una marcia in più. Qualche tempo fa abbiamo affrontato il dilemma della foto sul curriculum, consigliandoti di inserirla solo quando richiesta e lasciare che il tuo selezionatore apprenda informazioni aggiuntive dal tuo profilo LinkedIn.

Ecco, il video curriculum è anche un’ottima occasione per presentarti all’azienda in vista del colloquio di lavoro. L’impatto visivo della semplice foto, infatti, viene moltiplicato in maniera esponenziale con il video, nel quale potrai comunicare, tramite la scelta editoriale, il tono di voce e la postura, la tua determinazione e l’interesse che nutri verso l’impiego. Ma di questo scriveremo tra poco, ora andiamo con ordine e vediamo cosa ti occorre per realizzare il video curriculum.

Video curriculum: come farlo in modo corretto

Se decidi si esporti, registrando un video curriculum, dovrai mettercela tutta per realizzare un prodotto di qualità. Non occorre essere dei provetti videomaker, basta avere a disposizione:

  • una videocamera per filmare il video;
  • un computer e una connessione internet con cui caricare il filmato;

Se non hai un dispositivo professionale, puoi tranquillamente utilizzare lo smartphone, purché la camera sia di ottima qualità e ti consenta di produrre immagini chiare e ben definite. Altra cosa importante, occorre che la videocamera sia posizionata in modo stabile ad una lontananza tale da poterti ritrarre a mezzobusto.

Dopo aver provveduto alla verifica degli elementi essenziali, puoi passare alla pratica. La realizzazione del video curriculum avviene in 3 semplici fasi: la preparazione, la registrazione e la condivisione. Approfondiamole nei particolari.

Video curriculum: la preparazione

Prima di premere REC ti consigliamo di redigere una sorta di scaletta, che ti accompagnerà nel discorso impedendoti di divagare o soffermarti su particolari di secondaria importanza. Ricorda: il video non deve essere più lungo di 2 minuti e mezzo, dunque sarà necessario sintetizzare al massimo la tua formazione e la tua vita professionale, mettendo in risalto gli aspetti più significativi. Non imparare il discorso a memoria ma al contempo evita di leggerlo: dovrai essere in grado di guardare nella videocamera per tutto il tempo, quindi ti consigliamo di prenderti il tempo che ti occorre per prepararlo bene.

Altra cosa importante: scegli con cura il luogo in cui registrare il video curriculum. Prediligi una stanza pulita, luminosa e silenziosa, poiché sarebbe terribile sentire dei rumori di sottofondo. Poi dovrai curare la tua immagine. Occhio ai capelli, che devono essere sempre in ordine, e all’abbigliamento. Scegli una mise formale, composta da una camicia (possibilmente tinta unita) ed eventualmente una giacca. Le donne possono permettersi colori più accesi, anche se la stravaganza viene apprezzata solo per le mansioni di tipo creativo, gli uomini invece devono contenersi e prediligere colori classici come il blu, il grigio o il nero. No ai tatuaggi in vista, al make-up pesante, alle scollature vertiginose.

Ci sembra scontato dirlo, ma forse può esserti utile saperlo: getta eventuali caramelle o gomme da masticare mentre registri il video, cerca di parlare con un tono di voce moderato, in modo chiaro e non troppo veloce. Evita di fare battute accentuando l’inflessione caratteristica della tua città, ma prediligi un italiano corretto, semplice e scorrevole.

Video curriculum: la realizzazione

Posiziona la videocamera o lo smartphone su un treppiedi (se non ce l’hai andrà benissimo una pila di libri) e affianca ad esso la tua scaletta, in questo modo non dovrai allontanare lo sguardo dall’obiettivo per sbirciare quali sono le prossime cose da dire. Se ti blocchi durante la registrazione sappi che è normalissimo: alzati, rilassati per 5 minuti e poi torna a concentrarti sul tuo curriculum.

Potrebbe altresì esserti d’aiuto prediligere il formato dell’intervista, coinvolgendo un amico che dovrà sottoporti delle domande (che chiaramente avrete concordato in precedenza) simulando un breve colloquio di lavoro. Alla fine dovrà risultare un filmato stimolante, non il più noioso dei telegiornali, quindi mettici la giusta energia, soprattutto per comunicare ai tuoi spettatori quali sono i tuoi obiettivi e in che modo vuoi raggiungerli.

Dopo aver concluso la registrazione, dovrai esportare il video in un programma di montaggio per perfezionarlo, aggiungere foto, video, musica di sottofondo (eventualmente) e così via.

Video curriculum: la condivisione

Una volta pronto, il video dovrà essere caricato online, allegato o meno al tuo curriculum. Se non lo condividi in rete, che senso ha realizzarlo? Se non hai idea di dove poterlo caricare, ti consigliamo la piattaforma generalista Youtube oppure altri siti appositamente creati per la condivisione di video curriculum online, come mipresento.org (www.mipresento.org) e videocv.org (http://videocv.org). Dopo essere andato online, il link del tuo video curriculum potrà essere copiato e incollato sul tuo curriculum vitae e sulle pagine social, come Facebook, Twitter e LinkedIn.

Video curriculum: consigli su cosa dire e cosa omettere

Stai facendo mente locale sulle informazioni da inserire, ma non sai quali sono gli elementi che trasformano un video curriculum mediocre in un video curriculum di successo? È molto semplice: dovrai solo prestare attenzione a COSA DIRE e cosa non dire. Vuoi degli esempi? Durante la registrazione del video curriculum è chiaramente opportuno presentarsi. Oltre al nome e al cognome potrebbe essere una buona idea specificare l’età e il luogo di provenienza. Subito dopo potrai parlare del percorso di studi intrapreso, delle esperienze pregresse e così via. È molto importante inserire una nota di colore nel discorso, nella quale dovrai mettere in evidenza la tua personalità, illustrando le tue attitudini lavorative e spiegando perché potresti essere il candidato adatto a ricoprire l’impiego offerto.

Non sai bene come approfondire questa parte? Prova a rispondere a queste domande: quali sono i tuoi obiettivi? Perché ti sei candidato? Cosa puoi offrire all’azienda? Quali sono le competenze affini alla posizione richiesta?

Per concludere, saluta e ringrazia i destinatari del video per il tempo che ti hanno dedicato e inserisci una schermata che riporta i tuoi recapiti, come l’email e il tuo numero di telefono. Se non hai una PEC o un’email che usi per gestire i tuoi contatti professionali, crea una casella di posta ex novo. Evita, invece, di citare indirizzi che potrebbero risultare poco credibili, come draghetto91@bidibibobidibu.it e così via.

Cosa, invece, è meglio NON DIRE nel video curriculum? Innanzi tutto è bene non inserire informazioni di carattere personale: sei sposato, fidanzato, divorziato, madre o padre di 2 figli? Purtroppo questa non è la sede giusta per approfondire il discorso, ma qualora ti venisse chiesto potrai rispondere in sede di colloquio. Non è necessario esprimere delle opinioni, nemmeno se queste riguardano l’attuale situazione occupazionale italiana. Inoltre, evita di menzionare vecchi datori di lavoro, eventuali problemi avuti con essi e le cause di un eventuale licenziamento. Meglio concentrarsi sulle tue virtù piuttosto che aprire capitoli spinosi e imbarazzanti.

Video curriculum: vantaggi dell’inserimento nel cv tradizionale

Come abbiamo accennato nei paragrafi precedenti, il link del curriculum formato video dovrà essere inserito nel documento PDF che inoltrerai all’azienda. Qualora presentassi il curriculum vitae in formato cartaceo o inviassi la candidatura tramite posta, potrebbe essere utile includere nella busta anche un cd con il video curriculum: incuriosirai il tuo selezionatore, che con buona probabilità avvierà la riproduzione del filmato durante la lettura della lettera di presentazione  o del cv. Ricorda che l’obiettivo è quello di comunicare entusiasmo, energia e voglia di lavorare, riassumendo in breve cosa ti ha portato a presentare la candidatura e cosa vorresti fare in futuro.

Se non sei molto esperto nell’editing di prodotti multimediali, puoi anche lasciare la realizzazione del prodotto ad un videomaker professionista, che si occuperà della registrazione e del montaggio, consegnandoti il file già pronto per essere inoltrato ai selezionatori. Curare il video nei dettagli è senz’altro la prova dell’impegno e della determinazione che hai, dunque ti consigliamo di prestare la giusta attenzione a tutte le fasi che abbiamo descritto nel paragrafo precedente (preparazione – realizzazione – condivisione) così da poter ottenere diversi vantaggi dal tuo video curriculum.

A proposito, quali sono i vantaggi ottenibili dalla produzione e condivisione di un video cv? Il primo è senz’altro quello di mostrarti di persona. Metterci la faccia significa differenziarsi da tutte le altre candidature, dunque avere più possibilità di essere contattato per un colloquio di lavoro. Un altro vantaggio è quello di poter esprimere a parole e con i gesti la volontà di lavorare in quell’azienda. Parlando delle tue passioni, delle tue capacità e dei successi ottenuti, trasparirà sicuramente quell’energia che nessun curriculum vitae può esprimere. Il terzo vantaggio è quello di poter realizzare un prodotto che ti rappresenti.

Vuoi lavorare come grafico o come informatico? Quale occasione migliore per dimostrare le tue capacità tecniche e le tue doti creative, se non quella di inserirle tutte in un progetto audio-video? Per farti un’idea di ciò che vorresti ottenere, ti consigliamo di visionare le centinaia di video curriculum condivisi su Youtube in diverse lingue e con diversi stili. C’è l’intervista seria e impostata, la descrizione formale ma rilassata, il video accompagnato da immagini e icone sullo sfondo, infine il vero e proprio trailer del curriculum, con tanto di sottofondo musicale e brevi sketch dimostrativi. Che dire: hai solo l’imbarazzo della scelta.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata