Le 5 imperdibili app per cercare lavoro

app per cercare lavoro, app per chi cerca lavoro

Devi iniziare la ricerca di un nuovo impiego e non hai proprio idea da dove cominciare? Pensi che la preparazione di tutti i documenti e l’invio degli stessi alle aziende sia un processo lungo e oltremodo complesso? Bene, in questo articolo ti forniremo tutte le indicazioni utili per fare in modo che trovare lavoro sia la cosa più facile e stimolante che tu abbia mai fatto. Ti proporremo di utilizzare i social network come non hai mai fatto; ti sfideremo a rispondere agli annunci di lavoro senza muoverti dalla poltrona; ti indicheremo quali sono i siti ma soprattutto le app per cercare lavoro in modo semplice e alla portata di tutti. Cosa aspetti? Prendi il tuo cellulare o il tablet e preparati a scaricare le migliori applicazioni attualmente disponibili per dispositivi Android e iOS.

Davvero basta un app per chi cerca lavoro?

La risposta è Sì. Noi di Moduli.it ne siamo sicuri. Devi sapere, infatti, che oramai la ricerca dell’impiego si svolge online. È in rete che si trovano i migliori siti di matching, ovvero quelli che pubblicano le offerte di lavoro da privati o dalle agenzie, ed è online che avviene il primo scambio di informazioni. Chi cerca lavoro apprende il nome dell’azienda e la figura professionale richiesta; mentre chi offre lavoro riceve i curricula dei candidati, che dopo aver visualizzato l’offerta hanno prontamente dimostrato interesse per l’impiego.

Non solo: in rete c’è LinkedIn, il primo vero social network per chi cerca lavoro, collaborazioni, partnership, soci o professionisti. Iscriversi e creare una rete di conoscenze è molto semplice, in più hai la possibilità di utilizzare il portale per cercare offerte di lavoro e inviare candidature. Sul tuo profilo social dovrai inserire molte informazioni che riguardano sia la tua posizione lavorativa, sia il tuo percorso di studi, le tue competenze trasversali e le pagine o gli utenti che segui. Tutto ciò formerà una sorta di curriculum, che se ricordi è stato argomento di trattazione nell'articolo “Come compilare il Curriculum su LinkedIn”. Ti consigliamo di tenerlo costantemente aggiornato.

Anche LinkedIn ha naturalmente la sua App, un'applicazione che ha le stesse caratteristiche del sito. Non esitare a scaricarla, ti potrà aiutare a cercare lavoro o a trovarne uno migliore.

A proposito di social network, ci teniamo a ricordarti che questi non sono utili solo alla condivisione di esperienze e amicizie presenti o passate. Al contrario, possono rappresentare una vera e propria risorsa per chi cerca lavoro. Esistono, infatti, molti gruppi dedicati a chi cerca lavoro e molte pagine dedicate ad agenzie che si occupano di recruiting, un termine che ormai è entrato a far parte del linguaggio comune e che sta appunto ad indicare il "reclutamento" o meglio la selezione del personale da assumere con contratto di lavoro.

In più, grazie ai consigli contenuti nell’articolo “Come trovare lavoro con i social network” potrai altresì capire qual è il modo più intelligente di utilizzarli per fare buona impressione a chi visita il tuo profilo in cerca di informazioni professionali. Vecchie foto in cui appari alticcio o semplicemente in disordine, triste o con t-shirt e occhiali da sole potrebbero influenzare negativamente la visione che i recruiters o il tuo datore di lavoro hanno di te, per questo ti consigliamo di avere cura della tua reputazione online e di fare attenzione alle tracce digitali che lasci in rete, con ogni post o commento pubblico.

Quali sono le app migliori per cercare lavoro: ecco la TOP 5

Dopo aver dedicato un intero articolo alla descrizione dei migliori siti per cercare lavoro online, ora vogliamo soffermarci sull’importanza e sull’utilizzo delle applicazioni, note semplicemente come "App". In molti, infatti, cercano lavoro ma si lamentano di non avere il tempo per sedersi a tavolino e visionare le offerte del giorno. Non è detto, infatti, che siccome si cerca un impiego non si abbia nulla da fare per tutto il giorno. Ci vengono in mente i lavoratori occasionali o stagionali, gli studenti universitari, le mamme e i papà che tra una pappa e un giro in tram per le commissioni devono trovare il tempo per pensare seriamente al futuro e rispondere agli annunci di lavoro.

Pensando a costoro, ma anche a te, sono state realizzate delle app per cercare lavoro. Alcune sono solo la versione “mobile” dei celeberrimi siti internet, già molto conosciuti ed apprezzati in rete, altre sono delle vere e proprie novità, delle alternative intelligenti e veloci per chi ha necessità di trovare lavoro e vuole farlo nel modo più semplice possibile. Come avrai modo di vedere tu stesso tra qualche secondo, le modalità di utilizzo delle app per cercare lavoro (o almeno di queste 5, che come potrai immaginare sono quelle che, dopo un attento test, abbiamo reputato le migliori) sono semplici, intuitive e immediate. Insomma hanno tutte le caratteristiche comuni a qualsiasi buon prodotto o servizio reperibile online. Sei pronto a scoprirle tutte? Cominciamo.

1- INDEED
Indeed (www.it.indeed.com) è un sito molto conosciuto ed estremamente apprezzato. Gli utenti appartengono a più di 60 paesi diversi ed ogni mese si contano più di 200 milioni di visitatori. Numeri altissimi, che si giustificano osservando la qualità dei servizi offerti e la vastità della scelta. Sull’app di Indeed ci sono migliaia e migliaia di offerte di lavoro che aspettano solo di essere trovate. Utilizzare l’applicazione è molto semplice: non devi far altro che scaricarla (è disponibile sia per Android, sia per iOS) e iniziare una ricerca. Non è obbligatorio iscriversi, non è necessario perdere tempo nella creazione di un account dedicato. Ti basterà aprire l’app, inserire la posizione desiderata e l’indicazione geografica, poi cliccare su “Cerca Lavoro”. Otterrai in un attimo la lista delle offerte che potrebbero interessarti, per candidarti dovrai solo cliccare sull’offerta più allettante e visualizzarla per intero. Potrai essere reindirizzato su altri siti oppure proseguire la candidatura online direttamente su Indeed. Qualora lo volessi, potresti procedere alla creazione di un account e di un curriculum, così da allegare facilmente il file alla tua candidatura e ottimizzare le prestazioni.

2- MONSTER
Anche in questo caso siamo davanti ad un’applicazione che ha, dietro di sé, un sito (www.monster.it) che è praticamente una leggenda. Sono in molti a conoscerlo e ad utilizzarlo senza alcun problema, grazie ad una grafica intuitiva e molto chiara. Dopo aver scaricato l’applicazione (anche questa disponibile sia per dispositivi Android, sia per dispositivi iOS) puoi aprirla e loggarti. Puoi accedere utilizzando le credenziali di Facebook oppure provvedere alla creazione di un account dedicato. Ci vogliono 2 minuti: dovrai inserire solo i principali dati anagrafici per poi provvedere all’acquisizione del tuo curriculum vitae. Puoi eseguire l’upload da Google Drive o da Dropbox, poi potrai decidere se e quando renderlo accessibile alle aziende. In pochissimo tempo potrai cominciare la tua ricerca. Ti viene chiesto solo di compilare due campi: uno con delle parole chiave, che praticamente devono coincidere con il tuo ambito di interesse o con la posizione professionale desiderata, l’altro indicando il luogo nel quale vivi o l’area geografica nella quale stai cercando un impiego. Avvia la ricerca con un clic sul tasto viola posizionato in basso e preparati a visualizzare diverse offerte. Scegli quella che più ti aggrada e cliccaci sopra per visualizzare alla scheda completa. Se possiedi tutti i requisiti richiesti dall’azienda, allora potrai proseguire con la candidatura, inserendo curriculum vitae e lettera di presentazione  per poi inoltrare il tutto all’azienda.

3- CORNERJOB
L’app per cercare lavoro Cornerjob nasce nel 2015 e in pochissimo tempo si afferma diventando la migliore applicazione 2016 per AppStore. La mission del team è aiutare i candidati a trovare lavoro e permettere alle aziende di risparmiare tempo e denaro. Iniziare ad utilizzare questa app è un gioco da ragazzi, tuttavia ci sono diversi passaggi da eseguire: il primo è chiaramente quello di scaricarla. Puoi farlo sia se hai un dispositivo Android, sia se hai un dispositivo iOS. Poi potrai aprirla ed eseguire la registrazione. Dovrai in particolare creare un account, collegato a un indirizzo email e ad una password, poi potrai iniziare a costruire il tuo profilo, indicando, ad esempio, se hai esperienze lavorative pregresse oppure stai cercando il tuo primo impiego. In pochi minuti potrai accedere alle offerte di lavoro, non prima aver indicato la posizione lavorativa e l’area di ricerca. Applica i filtri per affinare i risultati e osserva gli annunci di lavoro che aziende e agenzie di recruiting hanno pubblicato nella tua città. Seleziona quella che più ti interessa a cliccaci sopra per saperne di più. Dopo aver letto tutti i requisiti e le condizioni offerte dall’azienda puoi cliccare su “Sono interessato” e inviare istantaneamente una candidatura.

4- INFOJOBS
Una realtà già avviata, che conta migliaia di utenti grazie al sito www.infojobs.it, il quale rappresenta un punto di riferimento per i disoccupati e gli inoccupati in cerca di lavoro. L’app per ricerca di lavoro Infojobs può essere scaricata da Play Store ed Apple Store in pochi minuti. Se sei già registrato sul sito, non dovrai eseguire una nuova registrazione per accedere all’applicazione, al contrario ti basterà inserire username e la password che hai utilizzato finora. Se non conosci il sito, invece, devi effettuare l’iscrizione ex novo. Non temere, è semplicissima e non ti ruberà più di 2 minuti. Per fare in modo che le candidature possano essere prese in considerazione dalle aziende che le ricevono, è essenziale avere un curriculum, dunque dovrai redigerne uno che risulterà essere visibile ogni qual volta risponderai ad un’offerta di lavoro. Per visualizzarle non dovrai far altro che inserire la posizione lavorativa desiderata nel campo “Keyword” e la città nella quale ti piacerebbe lavorare. Clicca su “Cerca offerte” e avvia la ricerca. Ora viene il bello: otterrai la lista di tutte le offerte di lavoro disponibili in zona, non dovrai far altro che selezionare quella che più ti interessa e leggere la scheda completa, poi inviare la candidatura.

5- EMPLOYERLAND
Employerland è un’app per chi cerca lavoro e vuol farlo divertendosi. Si tratta infatti di un social game in cui i giocatori hanno l’obiettivo di candidarsi a delle posizioni aperte e ottenere visibilità dalle aziende. Tutto si svolge in una città virtuale il tuo avatar dovrà affrontare varie sfide. In più è possibile sfidare gli altri utenti in veri e propri quiz, dai quali si otterranno, chiaramente, dei punti. Come si utilizza questa applicazione? Innanzi tutto occorre scaricarla (inutile dire che è disponibile sia per dispositivi Android sia per dispositivi iOS) ed entrare al suo interno come ospite, oppure creando un profilo. Ti anticipiamo che da ospite potrai fare ben poco, dunque se ti interessa questo genere di attività è meglio dedicare 5 minuti del proprio tempo alla redazione di un profilo completo. Puoi creare un account oppure accedere con le credenziali di Facebook, ad ogni modo una volta dentro, dovrai compilare un form abbastanza articolato, il quale costituisce un vero e proprio curriculum online, raccogliendo informazioni di natura professionale e dati inerenti la tua formazione. Dopo aver completato questa semplice procedura, potrai buttarti a capofitto nel mondo virtuale di Employerland oppure andare dritto al sodo e cercare quali siano attualmente le aziende che cercano personale mediante il sito, quali sono le posizioni lavorative offerte, l’ubicazione della sede lavorativa e così via. Siamo certi che cercare lavoro non ti è mai sembrato così divertente!

App per chi cerca lavoro: come riconoscere gli annunci-truffa

Di certo non ne troverai sui siti e nelle applicazioni che abbiamo appena citato, tuttavia se ti appresti a cercare lavoro online devi essere consapevole dell’esistenza di annunci di lavoro che nascondono vere e proprie truffe. Perché qualcuno dovrebbe fare leva sui disoccupati? È molto semplice: purtroppo in questo particolare momento storico molte persone soffrono, per il disagio accumulato in 10 anni di crisi economica.

Dieci anni di lavoro spesso precario, di tutele mancate, di promesse mai mantenute. Non è difficile immaginarsi quanto tutto ciò possa ripercuotersi sui soggetti più deboli, spingendoli ad accettare qualsiasi proposta gli venga fatta, pur di lavorare e tentare di reinserirsi nel mondo del lavoro. I truffatori giocano proprio su questo mix di sentimenti, elaborando delle truffe ad hoc.

Come riconoscerle? La prima cosa a cui devi fare attenzione sono gli annunci di lavoro e i messaggi di posta elettronica. Se una società ti propone a gran voce un impiego che può essere fonte di guadagni stratosferici, proponendoti di inserire i tuoi dati nell’email per poi inoltrarla al sistema, ti invitiamo a non farlo, o meglio a documentarti bene prima di compiere un gesto che potrebbe costarti caro. Per approfondire il tema delle truffe via email ti consigliamo di leggere l’articolo “Cerchi lavoro? Occhio alle email-truffa”, mentre se vuoi sapere quali sono gli indizi che rivelano un annuncio di lavoro falso o truffaldino, ti invitiamo a leggere la nostra speciale guida, e seguire i consigli in essa contenuti.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata