Guida alla disdetta immediata Mediaset Premium

disdetta immediata mediaset premium, disdetta immediata a mediaset premium

Attivare un abbonamento per poi cambiare idea e chiederne la disdetta è un evento abbastanza sgradevole, lo sappiamo, ma al tempo stesso possiamo affermare che capita più spesso di quanto immagini. Le strategie di marketing a distanza, che prevedono la conclusione di contratti per telefono o su internet, oppure fuori dai locali commerciali, spesso inducono il consumatore in errore, in quanto il contatto con gli addetti alle vendite è più veloce e meno approfondito. A volte ciò che importa all'agenzia o al singolo venditore (e in questo caso parliamo davvero in generale) è piazzare il contratto, lucrare la provvigione, raggiungere il budget di fatturato mensile piuttosto che la soddisfazione del cliente. Accade così che molto spesso si finisce per trascurare informazioni importanti, legate ad esempio ai contenuti della promozione, ai costi effettivi dell'abbonamento, alla durata del contratto piuttosto che alla tempistica per il recesso. E' questo uno dei motivi per cui taluni consumatori finiscono per cambiare idea poco dopo aver sottoscritto il contratto. Se anche tu ti trovi nella situazione che abbiamo appena descritto, probabilmente ciò che desideri è eseguire la disdetta immediata Mediaset Premium, di modo che il contratto venga revocato e tu non debba più preoccuparti di nulla.

Abbiamo una buona notizia per te: ci sono 3 diverse opzioni per eseguire la disdetta immediata da Mediaset Premium. Le procedure sono semplici e la società offre un ottimo servizio di assistenza, oltre ad un sito completo di qualsiasi informazione, che rispetta in pieno la normativa sulla trasparenza attualmente in vigore. Sei pronto a scoprire come recedere immediatamente dal contratto? Allora mettiti comodo, leggi le indicazioni contenute nei prossimi paragrafi e scarica tutta la modulistica che ritieni essere utile.

Disdetta immediata a Mediaset Premium: quali sono le 3 opzioni

Nel paragrafo introduttivo abbiamo scritto che ci sono 3 opzioni principali per eseguire la disdetta immediata Mediaset Premium. Non ci piace perderci in chiacchiere, perciò andremo subito al sodo, andando a specificare quali sono i 3 casi in cui puoi disdire il contratto di abbonamento a Mediaset Premium in tempi record:

1. Puoi chiedere la disdetta immediata Mediaset Premium entro 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto. Esercitando il diritto di ripensamento, potrai eseguire la procedura in modo totalmente gratuito;

2. Puoi chiedere la disdetta immediata Mediaset Premium in caso di modifiche unilaterali del contratto da parte dell'azienda, poiché hai il diritto di scegliere se accettarle o recedere senza dover pagare neanche un centesimo;

3. Puoi chiedere la disdetta immediata Mediaset Premium in qualsiasi momento. Grazie alla Legge Bersani non occorre attendere la scadenza contrattuale, tuttavia sarà necessario corrispondere i costi di disattivazione.

Come fare disdetta immediata Mediaset Premium entro 14 giorni dalla stipula

Dopo averti elencato le 3 opzioni disponibili, passiamo subito a descrivertele nei dettagli, fornendoti informazioni specifiche circa la tempistica, la modulistica e la presentazione dei documenti di disdetta. Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, puoi chiedere la disdetta immediata a Mediaset Premium esercitando il diritto di ripensamento. Questa è una forma di tutela riservata ai consumatori che hanno stipulato il contratto a distanza (ad esempio a mezzo internet, televisione, posta elettronica, telefono, fax, lettera circolare, radio, ecc.) o fuori dai locali commerciali (ad esempio per strada, o nel domicilio del consumatore, o nel suo posto di lavoro), ai sensi degli articoli 64 e ss. del D.Lgs. 6 settembre 2005, n. 206. Nella fattispecie ti ricordiamo che non può esserti addebitato alcun tipo di costo.

La durata del periodo utile per eseguire la disdetta a costo zero è limitata: il modulo per disdetta immediata a Mediaset Premium, infatti, deve pervenire all’azienda entro 14 giorni dalla stipula. Questo è il modulo di disdetta Mediaset Premium entro 14 giorni, mentre questo è il modulo di recesso immediato del contratto a noleggio.

Puoi spedire la modulistica tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo:

Mediaset Premium S.p.A. Casella Postale 101, 20900 Monza (MB).

Per controllare lo stato della spedizione ti invitiamo a rintracciare la raccomandata oppure scegliere una spedizione veloce, prediligendo la Raccomandata 1.

Disdetta immediata contratto Mediaset Premium per aumento del canone e modifiche del servizio

Un altro modo per eseguire la disdetta del contratto Mediaset Premium in tempi record e senza pagare penali o costi di disattivazione è farla coincidere con le modifiche contrattuali imposte dall'azienda. Ci spieghiamo meglio: talvolta può capitare che le aziende, e tra queste anche Mediaset Premium, decidano di modificare unilateralmente, dunque senza richiedere il preventivo consenso del cliente, talune condizioni del contratto: nel caso specifico ad esempio il costo dell'abbonamento alla pay-tv, la periodicità di emissione delle fatture, l'inserimento di nuovi contenuti nel pacchetto e così via.

In questi casi le aziende, dunque anche Mediaset Premium, hanno l’obbligo di comunicare per iscritto ai clienti quali cambiamenti sono previsti e quali conseguenze comporteranno. Nello specifico, la pay tv è tenuta ad inviare un’informativa completa con un preavviso minimo di 30 giorni ai propri abbonati. Nella lettera deve essere chiaramente specificato che, qualora le modifiche al contratto non fossero gradite dal cliente, quest’ultimo ha la possibilità di disdire immediatamente il contratto senza l'applicazione di penali.

Generalmente in questi casi Mediaset Premium consente al cliente un periodo (la cui durata varia, ma comunque non può essere inferiore a 10 giorni) entro e non oltre il quale lo stesso ha appunto la facoltà di comunicare all'azienda l’intenzione di non voler più fruire del servizio.

Come detto, anche in questo caso non possono esserti addebitati penali o costi di alcun tipo al cliente, neppure quelli connessi a sconti o offerte di cui egli ha eventualmente beneficiato in sede di sottoscrizione. Se ciò dovesse accadere, sappi che Mediaset Premium è tenuta al rimborso, così come previsto dall’art. 56 del Codice del Consumo, entro 14 giorni dal momento in cui è stata informata della tua intenzione di recedere dal contratto.

Come detto la disdetta immediata contratto Mediaset Premium per variazione delle condizioni di contratto deve essere inoltrata all’azienda entro il termine indicato nella lettera, avendo cura di rispettare i tempi e le modalità di invio della stessa. Nello specifico è possibile inviare questo modulo di recesso Mediaset Premium per modifica unilaterale del contratto tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento a:

Mediaset Premium S.p.A., Casella Postale 101, 20900 Monza (MB).

E del tutto evidente che nel caso in cui il cliente non rispondesse alla lettera o lo facesse oltre i termini riportati sulla stessa, Mediaset avrebbe tutto il diritto di applicare quelle modifiche e/o di addebitare costi e penali nel caso in cui il cliente manifestasse comunque lo volontà di recedere dal contratto.

Disdetta immediata Mediaset Premium prima della scadenza

L’ultima delle 3 opzioni ti permette di eseguire la disdetta immediata del contratto in qualsiasi momento tu voglia. Non devi aspettare che il contratto giunga alla sua scadenza naturale, ti basterà procurarti la modulistica utile e spedirla a Mediaset Premium con un preavviso di almeno 30 giorni. Nello specifico, questo è il modulo per disdetta immediata Mediaset Premium, mentre questo è il facsimile disdetta immediata Mediaset Premium - contratto a noleggio.

Puoi scaricare gratuitamente la modulistica da questo portale, compilarla in ogni sua parte e inviarla tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento a

Mediaset Premium S.p.A. Casella Postale 101, 20900 Monza (MB).

In questo caso, Mediaset ha la facoltà di chiedere ai clienti:

  • il rimborso dei cosiddetti "costi dell'operatore" (8,34 €)
  • gli importi dovuti a titolo di corrispettivo sino ai 30 (trenta) giorni successivi alla data di ricevimento della comunicazione di recesso
  • il rimborso delle eventuali promozioni attivate sull'abbonamento.

Al tempo stesso, la pay-tv restituirà ai clienti gli importi già ricevuti a titolo di corrispettivo, nel periodo di erogazione del servizio non è stato possibile fruire.

Disdetta immediata contratto Mediaset Premium in scadenza

Come hai avuto modo di osservare tu stesso, per quanto ci siano delle opzioni molto valide per chiedere la disdetta immediata del contratto, di fatto è sempre necessario attendere una trentina di giorni prima di potersi considerare sciolti da ogni sorta di vincolo contrattuale. In questo lasso di tempo occorre chiaramente corrispondere il relativo canone.

Certo, puoi effettuare la procedura di disdetta immediata quando vuoi, tuttavia se alla scadenza contrattuale mancano pochi mesi ti invitiamo a considerare l’ipotesi di goderti l’offerta Premium (una delle migliori sulla piazza, soprattutto considerando il rapporto qualità-prezzo del servizio) fino alla fine. Perché vogliamo metterti la pulce nell’orecchio? Fondamentalmente per farti risparmiare sui costi dell’operazione, che come hai appena visto, comprende varie voci, tra cui il rimborso delle promozioni finora godute ma non ancora giunte al termine.

Ti facciamo un esempio, cosicché tu possa capirne meglio l’importanza. Se hai usufruito di una promozione che prevedeva lo sconto di 10,00 € per i primi 9 mesi di abbonamento ma con il vincolo di rimanere abbonati per almeno 1 anno, e poi decidi di recedere dal contratto al 10° mese, dovrai restituire a Mediaset Premium una cifra pari a 90 euro. Questo perché per usufruire di una promozione, devi portare a termine il contratto, che solitamente ha una durata di 12, ma in alcuni casi può arrivare a 18 o 24 mesi.

Qualora tu non abbia usufruito di alcuna promozione, è molto probabile che il contratto abbia una durata minima di 12 mesi. Giunto alla scadenza, si rinnova tacitamente, a meno che tu non lo disdica proprio a ridosso della scadenza. In questo caso è molto importante muoversi in anticipo. Nello specifico, dovrai fornire a Mediaset Premium un preavviso di almeno 30 giorni, inoltrando ai soliti recapiti forniti dall'azienda il modulo di disdetta Mediaset premium alla scadenza contrattuale.

In alternativa, nel caso in cui tu voglia disdire solo il contratto di noleggio, potresti scaricare e utilizzare questo modulo di disdetta alla scadenza del contratto a noleggio. Le modalità di invio delle comunicazioni di disdetta sono sempre le stesse: occorre spedire tutto tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzandolo a Mediaset Premium S.p.A., Casella Postale 101, 20900 Monza (MB).

Leggi anche “Disdetta Mediaset Premium”.

Disdetta immediata Mediaset Premium: la restituzione dei dispositivi

Chiunque sottoscriva un contratto con Mediaset Premium riceve in breve tempo degli apparecchi elettronici indispensabili per la fruizione del servizio. Parliamo del DECODER e della SMART CAM. In passato diversi abbonati hanno acquistato gli apparecchi, mentre altri, così come accade tutt’oggi, li hanno ricevuti in comodato d’uso o a noleggio. In quest’ultimo caso i dispositivi restano di proprietà di Mediaset Premium, ciò vuol dire che, nel caso in cui venga disdetto il contratto, tali apparecchi devono tornare in azienda.

La riconsegna dei dispositivi segue regole ben precise: innanzi tutto essi devono essere funzionanti e non devono riportare segni e/o effetti di manomissioni. Qualsiasi malfunzionamento viene gestito personalmente da Mediaset Premium e gli abbonati non hanno il diritto di effettuare interventi di manutenzione. In secondo luogo, la restituzione deve avvenire secondo le indicazioni riportate sul Contratto o sulle Condizioni Generali, una documentazione facilmente reperibile sul sito ufficiale www.mediasetpremium.it.

In terzo luogo è importantissimo fare attenzione ai tempi di restituzione: non rispettarli può comportare l’addebito di una penale di importo non trascurabile. Per approfondire l’argomento ed evitare brutte sorprese ti consigliamo di leggere: “Mediaset Premium: ecco come restituire i dispositivi”.

Disdetta Immediata Mediaset Premium: cosa fare in caso di ritardi

Se riscontri dei ritardi e dei problemi nella gestione della richiesta che hai inviato all’azienda, rendendo la disdetta non proprio “immediata”, ti consigliamo di non esitare ed esporre tutte le tue perplessità ai servizi di assistenza predisposti da Mediaset Premium. Puoi segnalare ritardi e disservizi di qualunque genere telefonando al numero 199.309.309. Si tratta di un numero a pagamento, al quale rispondono gli operatori della pay-tv. Il costo massimo da telefono fisso è di 15 centesimi al minuto (iva inclusa) senza scatto alla risposta. I costi per chi chiama da cellulare, invece, dipendono dall'operatore utilizzato.

Se non ti va giù l'idea di dover pagare per un servizio di assistenza oppure ritieni che l'enunciato "Verba volant, scripta manent" sia più che mai applicabile in questo contesto, allora non ti resta che predisporre ed inoltrare un reclamo scritto. Una comunicazione formale, spedita tramite posta raccomandata o posta elettronica certificata, con la quale evidenziare i disservizi subiti dall’azienda ed eventualmente chiedere un indennizzo. Questo è il modulo di reclamo Mediaset Premium che puoi inviare all’indirizzo Mediaset Premium S.p.A. Servizio Clienti Casella Postale 101 - 20900 Monza (MB).

Qualora il reclamo scritto non producesse gli effetti sperati, puoi affidarti alle associazioni dei consumatori o al Corecom per esperire un tentativo di risoluzione della controversia, mediante la pratica della Conciliazione. Ciò rappresenta una tappa obbligata, da fare prima di rivolgersi all’autorità giudiziaria. Per conoscerne i dettagli ti invitiamo a leggere l’articolo che abbiamo dedicato all’argomento.

Un altro modo per cercare di risolvere una controversia senza ricorrere a un tribunale è quello di affidarsi alla piattaforma ODR (Online Despute Resolution), su cui operano diversi organismi come ad esempio ad esempio mediatori, arbitri, conciliatori, organizzazioni dei consumatori e difensori civici. Pur operando ciascuno in modo diverso, l'obiettivo è sempre lo stesso: trovare una soluzione che possa soddisfare consumatore e azienda. L'utilizzo della piattaforma per l'inserimento del reclamo e l'avvio della procedura è totalmente gratuito. Tuttavia l'organismo di risoluzione potrebbe richiedere il pagamento di un onorario qualora decida di trattare il caso.

Per inoltrare la propria istanza, il consumatore non è tenuto neppure a registrasi. Potrà farlo, infatti, in un secondo momento quando la controparte accetta di procedere con il reclamo. L'organismo di risoluzione ha 90 giorni di calendario per decidere una soluzione. Per ogni altra informazione, ti consigliare di leggere "Come risolvere facilmente le controversie con la piattaforma ODR".

Documenti correlati



19970 - Redazione
27/12/2012
Giulio, anche per lei vale quanto abbiamo detto a Cristina (16098).

19935 - giulio di marzio
22/12/2012
ho 47 anni con 2 figli di cui uno minorenne, mia moglie lavora con un contratto a progetto con scadenza semestrale eventualmente rinnovabile ed un reddito che varia dai 500 ai 600 euro e casa in affitto a 626 euro. vorrei sapere se ho diritto al bonus famiglia per basso reddito. grazie resto in attesa di una vostra risposta

19085 - Giorgio
08/11/2012
Gentile Signore o Signora Io vivo da solo,sono disoccupato da più di 5 anni...avendo 52 anni mi è difficile trovare lavoro,percepisco da parte di mia madre 400 Euro al mese..Con i quali devo far fronte a tutte le spese economiche di casa...Volevo sapere se esiste un bonus sociale che mi dia l'opportunità di vivere un pochino meglio delle mie possibilità..Premetto che 5 anni fa sono rientrato dall'Inghilterra dopo 14 anni..per motivi di famiglia...Da allora nonostante i mie continui sforzi nel cercare lavoro...ancora oggi vivo in difficoltà economiche. Grazie per il vostro aiuto. Distinti Saluti Giorgio Mottironi

16098 - Redazione
10/02/2012
Purtroppo a questo bonus non è più possibile accedere Cristina. Può verificare, invece, se ha i requisiti per accedere ad altre forme di agevolazione, quali: il bonus elettrico, il bonus gas, il bonus nuovi nati o la possibilità di sospendere la propria rata di mutuo.

16097 - cristina
10/02/2012
io non ho mai fatto questa domanda pure avendo un bambino disabile sono sempre in tempo a richiedere il bonus

15278 - giuliana
26/02/2009
io vivo con mia cognata che e una invalida civile al 100%nn so se puo chiedere anche lei il bonus famiglia visto che nn li danno il modello cud cosa posso fare mi potete dare un consiglio.grazie

15277 - Pierluigi
25/02/2009
Buongiorno sono un disabile al 100% e non supero i 35.000 €, vivo con mia madre ma non sono a carico in quanto percepisco una pensione di lavoro, ho diritto al bonus di 1000 € ? Vi ringrazio, distinti saluti. Pierluigi

15276 - vito
13/02/2009
io ho un figlio con anticap grave che non lavora e non ha altro reddito vive con me ma lui ha residenza in un altro luogo per motivi sanitari ( quella provincia dove fa residenza gli garantisce una sanita piu efficiente ai fini del bonus visto che io sono pensionato e non supero i 35 mila euro posso farne richiesta anche perche nonostante che risiede in altro luogo io lo considero sempre a carico quindi prendo benefici per il figlio con anticap grve ..........lo sempre portato a carico come assegno nucleo familiare perche la commercialista mi ha detto che non ha importanza la residenza ... conscio di ina precisa risposta vi ringrazio

15273 - katia
02/02/2009
io vivo con mia nonna vorrei sapere se fa parte del mio nucleo familiare. grazie

15272 - giulia
22/01/2009
Vorrei sapere se per reddito dipendente vale anche quello a tassazione separata. grazie.giulia.

Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata