Lettera di disdetta: modelli, termini, contenuti e modalità di invio

modulo disdetta generico

Vuoi recedere dal contratto in essere con la pay tv? Vuoi liberarti del contratto di telefonia? Vuoi disdire il contratto di locazione, il canone Rai, la polizza assicurativa sulla casa o l'adesione al sindacato? Ti basta partire da un modulo disdetta generico Word e personalizzarlo in base alle tue specifiche esigenze. Più facile però scaricare, sempre da Moduli.it, la lettera di disdetta che la nostra redazione ha predisposto per ogni specifica circostanza.

Lettera di disdetta: per quali motivi inviarla

I motivi che stanno alla base di una richiesta di recesso sono tanti:

  • hai avuto un "ripensamento" subito dopo aver sottoscritto il contratto a telefono o su Internet;
  • il fornitore si è reso responsabile di un grave disservizio nei tuoi confronti;
  • ti sono state applicate condizioni diverse da quelle pattuite contrattualmente;
  • l'azienda ti ha comunicato la necessità di apportare modifiche al contratto (ad es. un aumento del canone di abbonamento);
  • non hai più bisogno dei servizi offerti, ad esempio perché ti trasferisci all'estero;
  • stai attraversando una difficile situazione economica che non ti consente più di godere di un certo servizio (ad es. la pay tv)
  • ci sono alla base altri motivi personali.

A cosa stare attenti prima di compilare un modulo disdetta generico

Questi alcuni elementi a cui prestare attenzione prima di comunicare per iscritto la disdetta:

  • la previsione di penali;
  • il rimborso di sconti e abbuoni;
  • la previsione di una caparra confirmatoria;
  • la concessione di un preavviso;
  • il termine di scadenza per la disdetta.

PENALI

Recedere da un contratto prima della scadenza naturale può comportare il pagamento di penali, in alcuni casi anche salate. Tuttavia rispetto ai "contratti per adesione", ossia a quei contratti in cui le condizioni sono stabilite a priori dal fornitore e il cliente si limita ad accettarle sottoscrivendo un modello di adesione già predisposto (contratti telefonici, luce, gas, acqua, bancari, assicurativi, pay tv, ecc.), la legge Bersani stabilisce che non possono essere applicate penali in caso di recesso prima della scadenza naturale.

Gli unici importi ammessi in caso di recesso sono quelli legati ai costi effettivi di gestione che il fornitore sostiene, ad esempio, per la disattivazione o il trasferimento dell’utenza (ad es. nel caso di telefonia, luce o gas).

In ogni caso nessuna penale è prevista per i contratti a distanza e fuori dai locali commerciali, nel caso in cui il cliente decida di esercitare il diritto di ripensamento.

SCONTI E ABBUONI

Può capitare che l’operatore telefonico, ad esempio, condizioni lo sconto sul canone (20 euro anziché 30) o l’azzeramento dei costi di attivazione al mantenimento di una durata minima dell’abbonamento pari, ad esempio, a 24 mesi. In questi casi se il cliente decidesse recedere anticipatamente dal contratto, l’operatore potrebbe richiedere il pagamento dell’abbonamento per intero, in altri termini potrebbe pretendere anche i 10 euro non ricevuti nei mesi trascorsi.

CAPARRA CONFIRMATORIA

Se al momento della conclusione del contratto il Sig. Rossi dà al Sig. Bianchi, a titolo di caparra, una somma di danaro e successivamente si mostra inadempiente, il Sig. Bianchi può recedere dal contratto tenendo per se la caparra. Se, invece, è il Sig. Bianchi a mostrarsi inadempiente, il Sig. Rossi può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra.

PREAVVISO

Per i contratti di adesione, la Legge Bersani stabilisce che il fornitore non può imporre al cliente un termine di preavviso per la disdetta del contratto prima della sua scadenza naturale superiore 30 giorni effettivi. Ma per altri contratti il termine può essere diverso: ad esempio l'inquilino può, in presenza di gravi motivi, recedere dal contratto di locazione informando per iscritto il proprietario con un preavviso di 6 mesi

TERMINE DI SCADENZA

In questo caso il termine varia in funzione del tipo di contratto sottoscritto:

  • nel caso di una polizza vita si può recedere entro 30 giorni dalla data di ricevimento della polizza o di comunicazione dell'accettazione della proposta;
  • per i contratti di investimento mobiliare il termine è di 7 giorni dalla sottoscrizione dell'ordine;
  • per i contratti di multiproprietà il termine è di 10 giorni dalla sottoscrizione;
  • ecc.

Modulo disdetta generico: cosa deve contenere

Per fare in modo che la lettera di disdetta risulti efficace occorre seguire poche e semplici regole. Per prima cosa bisogna assicurarsi che contenga:

  • i dati (compreso il codice fiscale) e i recapiti (indirizzo, e-mail, telefono) del mittente;
  • i dati e l'indirizzo del destinatario della comunicazione. A tal riguardo occorre precisare che non basta inserire un recapito generico dell’azienda, ma occorre riportare quello appropriato, dedicato cioè a richieste di questo tipo. Solitamente il recapito è menzionato nel contratto, nella carta dei servizi, sul sito ecc.;
  • gli estremi del contratto, l'oggetto della fornitura, il codice cliente;
  • la dichiarazione di volontà di recedere dal contratto;
  • (eventualmente) le motivazioni che giustificano la disdetta;
  • la data e la firma
Qualora venga richiesto, è necessario allegare alla lettera una copia del documento d’identità in corso di validità.

Come inviare un modulo di disdetta generico

Nella stragrande maggioranza dei casi la disdetta va comunicata per iscritto. Detto questo il nostro consiglio è di attenersi scrupolosamente alle modalità previste dal contratto che hai sottoscritto:

  • raccomandata con ricevuta di ritorno. Verifica che l'indirizzo nel frattempo non sia mutato;
  • email. Ti sconsigliamo il ricorso all'email ordinaria perché davanti ad un Giudice potrebbe non assumere alcun valore legale.
  • posta elettronica certificata. In questo caso ricordati che anche tu devi essere in possesso di una PEC, solo così infatti si può garantire la piena prova dell’identità del mittente, di quella del destinatario, della data di spedizione e della ricezione del messaggio.
  • fax. In questo caso il nostro consiglio è di far seguire al fax una raccomandata a.r.

Lettera di disdetta: alcuni fac simile

Qualora risultasse particolarmente difficile compilare il modulo di disdetta generico, potresti utilizzare uno dei tantissimi fac simile di disdetta che Moduli.it ha redatto in relazione a specifici fatti, circostanze o esigenze. Te ne elenchiamo alcuni:

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio