Prenotare viaggi online: ecco le abitudini degli italiani

prenotare viaggi online, dove prenotare viaggi online

“Sì, viaggiare” recita una celebre canzone di Lucio Battisti e riflette perfettamente uno dei più grandi desideri degli italiani, che appena possibile abbandonano la città e il lavoro per visitare posti nuovi o ritrovare cari ricordi nei luoghi del cuore. L’importante è viaggiare, “dolcemente” se possibile, senza ritrovarsi con le mani bucate. Tra le cose a cui abbiamo deciso di rinunciare, negli anni di questa interminabile crisi economica, c’è sicuramente l’agenzia di viaggi, alla quale la maggior parte delle persone si rivolge per i viaggi importanti, quelli particolarmente lunghi o di gruppo e così via. Per le vacanze e i brevi soggiorni del fine settimana, gli italiani preferiscono rimboccarsi le maniche e prenotare viaggi online.

L’osservatorio Trivago ha individuato quali sono le nostre abitudini: quanto tempo prima prenotiamo, quanto siamo disposti a spendere, dove ci piace andare e così via. Pronto a scoprire cosa ne è venuto fuori? Continua a leggere l’articolo.

Statistiche prenotazioni online: i risultati di Trivago

Poco tempo prima della partenza, molto spesso il lunedì sera, dalle ore 21 alle ore 23, per riprenderci dallo stress da rientro a lavoro. Secondo l’Osservatorio Trivago, è questo il momento che dedichiamo alla ricerca dell’hotel perfetto per il prossimo viaggio. Dai risultati emersi, sembra proprio che gli italiani non siano avvezzi ad una programmazione a lungo termine, chissà forse perché il capo tentenna nel concederci qualche giorno di ferie, oppure perché è sempre meglio farsi i conti in tasca all’ultimo momento, definendo un budget sicuro da investire nel viaggio.

Stando alle statistiche Trivago, la ricerca dell’hotel per le vacanze di Natale si concentra intorno alla quarantanovesima settimana dell’anno, mentre quella per la vacanza estiva intorno alla trentaduesima settimana: praticamente appena prima di ferragosto. La stagione in cui gli italiani preferiscono partire è chiaramente l’estate, seguita dall’inverno, dalla primavera e dall’autunno. In estate il soggiorno medio prevede una prenotazione di 4 notti, mentre il resto dell’anno scende a 3.

Nonostante i colpi di caldo, gli italiani non perdono la testa e in estate spendono una media di 140 euro a notte per l’hotel, che sale a 150 euro in primavera, mentre scende, in autunno e in inverno, dai 118 ai 120 euro.

Passiamo ora alle mete. Le destinazioni più cliccate dello stivale, secondo l’Osservatorio Trivago, sono Roma e Rimini, mentre tra le mete europee troviamo Parigi, particolarmente ambita in inverno, Londra, un classico da visitare in primavera e in autunno e infine Barcellona, una meta che gli italiani preferiscono vivere d’estate.

Sei indeciso? Non sai quale meta scegliere per le tue vacanze? Allora ti consigliamo di leggere "Dove andare in vacanza: ecco come trovare ispirazione".

Prenotare vacanze online: miglior sito e miglior hotel

Se non sei avvezzo alla prenotazione di soggiorni “fai da te” sappi che non è niente di trascendentale. Certo, bisogna navigare sicuri, saper scegliere i siti e gli hotel migliori, tuttavia le regole per non sbagliare sono poche e semplici. Innanzitutto è importante scegliere il sito dal quale effettuare la prenotazione: il consiglio è quello di affidarsi ai più celebri, come Booking, Expedia, Hotels.com o Groupon Viaggi, tanto per citarne alcuni, così da leggere anche i feedback lasciati dagli utenti.

Visitando più siti avrai modo di accorgerti che il prezzo per il soggiorno di una notte nell’hotel X non è uguale, per questo potrebbe esserti utile consultare un portale “confronta prezzi” come Trivago o Kayak.it. Se invece sei affezionato ad un sito in particolare, magari perché le vacanze più soddisfacenti le hai prenotate lì, puoi affinare la ricerca inserendo quelle che sono le tue prerogative. La fascia di prezzo in primis e poi tutti i servizi che reputi essenziali per il tuo comfort. Vuoi un esempio? Il parcheggio privato interno o adiacente alla struttura, la piscina, la spa, la connessione wifi, la tv in camera e così via.

Se hai intenzione di viaggiare con il tuo cane o più in generale col tuo animale domestico, ti consigliamo di assicurarti che la struttura sia “Pet Friendly” prima di prenotare: in questo modo ti risparmierai eventuali seccature. Se non hai mai viaggiato col tuo amico a 4 zampe, potrebbe esserti utile leggere questa guida. Dedica del tempo alla lettura della scheda che illustra tutti i servizi inclusi nel prezzo e affidati alle recensioni degli utenti, potrebbero rivelarsi molto utili.

Prima di prenotare puoi eventualmente chiamare la struttura, visitare il sito internet o la pagina facebook, di modo da confrontare le foto per capire se e quanto corrispondono alla realtà.

La tua intenzione è quella di prenotare una casa vacanza? Non c’è problema, per te c'è Airbnb, la più grande e rinomata piattaforma online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, con persone che dispongono di un appartamento, una villa o semplice stanza da affittare, generalmente privati. Alternative ad Airbnb? Certamente: leggi quanto abbiamo scritto in "Cerchi una casa vacanze? Ecco le alternative ad Airbnb".

Giova infine ricordarti che puoi scongiurare qualsiasi brutta esperienza leggendo l’articolo “Truffe casa vacanza: 10 consigli per evitarle”.

Come prenotare viaggi online

Dopo aver trovato l’hotel perfetto e l’offerta più conveniente per la camera e la data del tuo soggiorno, dopo aver appurato che la descrizione della struttura corrisponde alla realtà e dopo aver letto i feedback degli utenti, finalmente puoi effettuare la prenotazione. È molto semplice: dovrai registrarti al sito creando il tuo account personale. Inserisci i tuoi dati e un indirizzo di posta elettronica: lì riceverai l’email di conferma, la ricevuta di prenotazione e quella di pagamento. A questo proposito sarà meglio aprire una piccola parentesi.

Alcuni portali di prenotazione online ti permettono di riservare una camera presso la struttura scelta a costo zero e di pagare direttamente alla direzione o comunque al proprietario, una volta concluso il soggiorno. Questo può variare dipendentemente dalla data di prenotazione (se è a ridosso del soggiorno, molto probabilmente dovrai inviare telematicamente il pagamento all’hotel tramite il sito) o dalla policy adottata da ogni singolo portale. Ad ogni modo il portale ti chiederà di inserire il dati della carta di credito. Se non ne possiedi una o non vuoi comunicare i dati della tua carta (e per inteso, ti consigliamo sempre di usare una prepagata o il servizio Paypal) non potrai effettuare la prenotazione. Il perché è presto detto: si tratta di una forma di tutela messa in atto dalle strutture ricettive, al fine di evitare disdette dell’ultimo minuto. Se per un motivo o per un altro non potrai più andare in vacanza, è tuo dovere comunicare la disdetta della prenotazione.

Dopo aver concluso la procedura di prenotazione, il grosso è fatto. Come anticipato, riceverai un’email di conferma che puoi salvare sul tuo dispositivo oppure stampare e conservare. Prima della data di partenza molto probabilmente verrai contattato dalla struttura, alla quale dovrai confermare l’orario di arrivo.

Se sei amante delle sorprese e hai un discreto spirito di adattamento, ti consigliamo di prendere in considerazione la Formula Roulette, una soluzione che ti consente di prenotare vacanze, soggiorni in hotel e crociere lucrando un forte risparmio. Non conosci bene questa formula? Allora leggi "Viaggi e Vacanze: come risparmiare con la formula roulette".

Se invece il tuo lavoro o i tuoi impegni di studio te lo consentono e riesci ad organizzarti per la partenza anche il giorno prima, prendi in seria considerazione l'ipotesi di prenotare un volo o un pacchetto tutistico (volo + soggiorno) LAST MINUTE. In questo modo potrai beneficiare di un bel risparmio. Se vuoi ricevere consigli utili a riguardo e sapere quali sono i siti che praticano viaggi last minute, allora è il caso di leggere "Viaggi last minute: come e dove prenotare i pacchetti migliori".

Prenotare viaggi online è sicuro?

La risposta è Sì. Se ci pensi bene, quando decidi di prenotare un viaggio online, stai eseguendo una transazione finanziaria. Detto in parole povere: stai facendo acquisti. Per farli in tutta sicurezza ti basterà tenere a mente le 8 regole d’oro dello shopping online. Una delle più importanti te l’anticipiamo subito: prima di effettuare la prenotazione, ed eventualmente procedere al pagamento, assicurati che la navigazione sia protetta. Se il sito sul quale stai navigando è sicuro allora potrai constatare la presenza di un lucchetto chiuso nella barra dell’URL, in alto a sinistra. Se al lucchetto segue HTTPS vuol dire che è attivo il protocollo internazionale per la sicurezza delle comunicazioni in rete, quindi puoi stai navigando in un sito autentico e protetto.

Prenotare viaggi online: come reclamare in caso di disservizi

Viaggiare è bellissimo, ma bisogna farlo con la testa sulle spalle. Nell’articolo “Come viaggiare sicuri in 5 mosse” ci sono tutte le istruzioni da seguire per assicurati una vacanza da 10 e lode: quali documenti è necessario avere sempre in tasca, come richiedere vaccini e far valere la ricetta medica, cosa è possibile portare in aereo e così via.

Ma cosa accade se qualcosa va storto? Come dicevamo nel paragrafo precedente, avendo acquistato un servizio entri in possesso di determinati diritti: quelli che la legge riserva al consumatore. Questa posizione di permette di reclamare e ottenere un risarcimento, qualora dovessero verificarsi disagi e disservizi durante il viaggio e il soggiorno.

Dato che in questo articolo ti abbiamo fornito qualche dritta per prenotare l’hotel migliore, crediamo sia anche il caso di dirti cosa fare nel caso in cui il soggiorno dovesse deluderti. Se si verificano dei problemi che influiscono negativamente sulla tua vacanza non esitare e segnalarli alla struttura. Rivolgiti alla reception e spiega al concierge qual è il problema. Se la direzione fa orecchie da mercante e non cerca di venirti incontro, predisponi pure un reclamo scritto, specificando nei particolari la causa della tua insoddisfazione. Questo è il modulo di reclamo per servizi ricevuti in albergo che puoi utilizzare per chiedere il rimborso totale o parziale del soggiorno.

Per far sì che il reclamo sia efficace, correda il modulo con questi documenti: una copia della ricevuta che attesta la permanenza presso l’hotel, una copia della ricevuta di prenotazione, le fotografie che testimoniano il disservizio, i dati bancari che la struttura utilizzerà per il rimborso (BBAN / IBAN e BIC). Per approfondire l’argomento ti consigliamo di leggere “Disservizi in hotel: come reclamare e farsi rimborsare”.

Documenti correlati
Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio
Non verrà pubblicata