`

REC abolito: i requisiti per aprire un'attività commerciale

In questa scheda vi parleremo del Sab ex Rec, ovvero dell'abitazione che le imprese che intendono esercitare il commercio o la somministrazione di alimenti e/o bevande devono necessariamente possedere dopo l'abolizione del REC (Registro Esercenti il Commercio).

REC abolito

Il Registro Esercenti il Commercio (REC) era un pubblico registro italiano, istituito presso ogni Camera di commercio dei capoluoghi di provincia, al quale dovevano iscriversi tutti coloro che desiderano svolgere un'attività commerciale, all'ingrosso o al dettaglio, compresa quella di somministrazione di alimenti e bevande.

Il REC nel corso degli anni è stato soppresso

  • per l'attività di commercio (D.Lgs 114/98) 
  • per l'attività di somministrazione di alimenti e bevande (D.L. 223/2006, convertito con L. 248/2006).

L'iscrizione nel REC è stata sostituita da specifici requisiti morali e professionali (questi ultimi richiesti solo per il commercio di prodotti alimentari e la somministrazione) che l'impresa deve comunicare di possedere contestualmente all'avvio dell'attività:

  • alla Camera di Commercio per il commercio all'ingrosso 
  • al Comune per tutte le altre forme di commercio (ad es. vendita al dettaglio, via Internet, su aree pubbliche, ecc.) e per la somministrazione di alimenti e bevande

I requisiti morali e professionali richiesti sono specificati nell'articolo 71 del D.Lgs 59/2010. In particolare è necessario che chi intende esercitare l'attivita' commerciale di vendita e di somministrazione non sia stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza (salvo riabilitazione), che non abbia riportato una condanna, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale è prevista una pena detentiva non inferiore a tre anni, che non sia stato sottoposto a misure di prevenzione, che non sia stato condannato per reati contro la moralità pubblica e il buon costume, per delitti commessi in stato di ubriachezza o in stato di intossicazione da stupefacenti e via disccorrendo.

Corso Sab ex Rec

Come detto, chi intende rilevare o avviare un’attività che prevede il commercio o la somministrazione di alimenti e/o bevande (bar, caffetteria, ristorante, pizzeria, tavola calda, negozio alimentare ecc.), deve non solo dimostrare di possedere alcuni specifici requisiti di natura morale, ma anche il possesso di una speciale abilitazione SAB (Somministrazione di Alimenti e Bevande) conusciuta anche come ex Rec.

L'abilitazione si consegue attraverso la partecipazione ad un corso SAB (ex REC), tenuto da enti riconosciuti, che consente al partecipante di conoscere il settore merceologico dal punto di vista fiscale, commerciale e della sicurezza alimentare. Naturalmente è obbligatorio il superamento dell’esame finale.

Va precisato, comunque, che ogni regione regolamenta i requisiti personali, morali e professionali necessari per poter avviare un’attività legata alla vendita e/o somministrazione di cibo e bevande. Chi intende frequentare il corso deve aver compiuto i 18 anni e deve aver conseguito il diploma di scuola media.

Grazie a questa speciale abilitazione è possibile iscriversi nel Registro Imprese.

Sab ex Rec: quando non è necessario

Non è necessaria l'abilitazione SAB ex REC se chi intende avviare l'attività:

  • ha lavorato nel settore alimentare per almeno 2 anni (anche non continuativi), negli ultimi 5 anni;
  • è in possesso di un Diploma di Scuola Superiore o di Laurea, anche triennale, o di un’altra Scuola Professionale almeno triennale, attinente alla vendita, commercio e/o somministrazione di bevande e aliment;
  • risulta già precedentemente iscritto al REC per il commercio di prodotti appartenenti a uno dei gruppi merceologici relativi ai prodotti alimentari.

Inoltre l'abilitazione SAB ex REC non necessita se l'esercizio vende generi alimentari autoprodotti. Si pensi ad una gelateria, pasticceria o pizzeria che autoproduce rispettivamente gelato, pasticcini o pizze. Tuttavia se gli stessi esercizi vendono anche bevande oppure offrono un servizio di somministrazione, vale a dire consentono ai propri clienti di consumare il prodotto alimentare all'interno del locale o in uno spazio attrezzato annesso al locale, allora diventa obbligatorio il possesso di tale abilitazione.

Documenti correlati



Lascia un commento
Attenzione: prima di inviare una domanda, controlla se è già presente una risposta ad un quesito simile.

I pareri espressi in forma gratuita dalla redazione di Moduli.it non costituiscono un parere di tipo professionale o legale. Per una consulenza specifica è sempre necessario rivolgersi ad un professionista debitamente qualificato.

Obbligatorio