cattivi pagatori

Quietanza liberatoria assegno: modelli editabili

quietanza liberatoria assegno

La quietanza liberatoria assegno è una dichiarazione che viene rilasciata per iscritto dal creditore nel caso in cui sia stato emesso un assegno senza provvista (assegno scoperto). Si tratta di una dichiarazione molto utile grazie alla quale il soggetto che ha emesso l'assegno può evitare conseguenze estremamente dannose.

Cos'è la quietanza liberatoria assegno

Come detto si tratta di una dichiarazione con cui il beneficiario di un assegno rimasto insoluto per mancanza di fondi, attesta di aver comunque ricevuto l'importo dovuto dal debitore.

In altri termini con questo fac simile il creditore dichiara che chi ha emesso l'assegno ha saldato il proprio debito. 

Perché è importante che venga...

Lettera di accompagnamento a quietanza liberatoria assegno

Lettera di accompagnamento quietanza liberatoria assegno

Lettera di accompagnamento al modulo di quietanza liberatoria assegno.

Per la precisione si tratta di una lettera con cui il debitore informa la banca trattaria o il pubblico ufficiale incaricato della levata del protesto che alla stessa è allegata la liberatoria per assegno impagato, ossia una dichiarazione, con firma autenticata da pubblico ufficiale, con cui si attesta di aver regolarmente pagato l’assegno emesso in assenza di provvista, compresi gli interessi, la penale e le eventuali spese per il protesto.

La lettera di accompagnamento e la liberatoria devono essere trasmessi entro 60 giorni dalla data di scadenza del termine di presentazione del titolo all’incasso. 

...

Prestiti senza busta paga

prestiti senza busta paga, prestiti immediati senza garanzie

Nella vita, si sa, non può filare sempre tutto liscio. Talvolta ci si ritrova in difficoltà senza nemmeno sapere bene perché né tantomeno come uscirne. Metti il caso, ad esempio, che tu sia stato da poco licenziato e che la settimana dopo il danneggiamento della guarnizione della testata abbia causato danni irreparabili al motore della tua auto. Risultato: sei a piedi

Truffe prestiti

truffe prestiti, truffe sui prestiti

Qualche tempo fa sono stati pubblicati dal CRIF, uno dei principali Sistemi di Informazioni Creditizie presenti in Italia, i dati relativi alle "truffe prestiti" avvenute nel primo semestre del 2017. Preparati, perché quello che stiamo per scrivere ti lascerà senza fiato: tra il mese di Gennaio e il mese di Giugno sono state commesse 11.000 frodi creditizie. Questo significa

Prestito su pegno

prestito su pegno, prestito su pegno cos'è

Hai bisogno di un piccolo capitale per ristrutturare casa, per pagare le rate delle spese dentistiche, per  affrontare l'imminente matrimonio di tuo figlio o semplicemente per disporre di una liquidità aggiuntiva sufficiente a gestire con maggiore serenità e tranquillità il tuo bilancio familiare e pianificare l'ingresso all'università dei tuoi figli. Il momento non è certo dei migliori

Mutuo consolidamento debiti: cos'è e come richiederlo

ristrutturazione debiti, risanamento debiti

Anni fa hai contratto un mutuo ipotecario per la casa dove oggi vivi con la tua famiglia. Un impegno economico importante da sostenere nel tempo, ma grazie ad una rinegoziazione con la tua banca prima e ad una surroga sei riuscito sempre e con puntualità a pagare le rate. Poi un fulmine a ciel sereno: l'auto che usi tutti i giorni per andare a lavoro ti abbandona. Fai il rappresentante e soluzioni

Modulo di richiesta di accesso ai dati contenuti presso la CAI

Modulo predisposto dalla Banca d'Italia con cui è possibile richiedere l'accesso ai dati registrati presso la Centrale di Allarme Interbancaria (CAI).

Il modello è disponibile in due versioni: l'uno per l'accesso ai dati che riguardano la persona interessata (dati nominativi) e l'altro per l'accesso ai dati che riguardano ad esempio un determinato assegno bancario o postale e/o una determinata carta di pagamento (dati non nominativi).

La richiesta può essere inviata per posta, posta elettronica certificata (PEC) o via fax a una qualunque delle Filiali della Banca d'Italia che offrono il servizio. A questo indirizzo è possibile trovare tutti i recapiti. Ricordarsi di allegare al modulo una...

Centrale di Allarme Interbancaria - CAI: cos'è e come accedervi

centrale allarme interbancaria, cai

Emettere assegni senza disporre dei fondi necessari oppure utilizzare una carta di credito senza averne l’autorizzazione, potrebbe costarti molto caro. Casi come quelli ipotizzati, infatti, determinerebbero oltre all’applicazione di sanzioni pecuniarie, l’iscrizione del proprio nome alla Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), un archivio informatizzato in cui vengono appunto registrate tutte le irregolarità