Altro su telefonia e internet

SEPA: cosa significa

sepa cos'è, come funziona il pagamento sepa

La SEPA (Single Euro Payments Area, cioè l'Area Unica dei Pagamenti in Euro) è stata introdotta con l’obiettivo di offrire ai cittadini europei la possibilità di fare e ricevere pagamenti in euro all'interno di qualsiasi paese dell’Area con facilità, sicurezza e a costi uniformi.

Modulo SDD: WORD

modulo sdd, mandato sepa modulo

Il modulo SDD - Sepa Direct Debit, fac simile doc da scaricare, è uno strumento che consente di disporre incassi all'interno dei paesi SEPA (Single Euro Payments Area, cioè l'Area Unica dei Pagamenti in Euro). Fanno parte della SEPA i 19 Stati dell'UE facenti parte dell'area euro, gli 8 Stati UE che non adottano l'euro all'interno ma che effettuano pagamenti in euro (Bulgaria, Croazia, Danimarca, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Svezia e Ungheria) e i 9 Stati non membri dell'UE (Città del Vaticano, Andorra, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Principato di Monaco, Regno Unito, Svizzera e San Marino).

Modulo SDD: cos'è e quali vantaggi offre

Il modello SDD, che ha sostituito il vecchio ser...

Trasferimento credito residuo: modelli PDF, DOC

I modelli PDF con cui richiedere il trasferimento credito residuo in caso di portabilità del numero mobile. In questa stessa scheda è disponibile anche un fac-simile con cui l'utente diffida il nuovo gestore telefonico ad adempiere al trasferimento su SIM del credito residuo presso il vecchio gestore.

Trasferimento credito residuo

In passato gli utenti che decidevano di cambiare gestore telefonico potevano, attraverso il fac-simile Word disponibile in questa scheda, ottenere la restituzione del credito residuo su altra SIM dello stesso operatore, oppure tramite assegno o bonifico, inviando un'apposita raccomandata.  Non potevano, invece, trasferire tale credito presso il nuovo operatore.

Agevolazioni telefono Legge 104: in cosa consistono, come richiederle

agevolazioni telefoniche disabili, agevolazioni internet per disabili

Le agevolazioni su telefonia e internet con la Legge 104 sono state introdotte in favore dei disabili dalle Delibere n.46/17/Cons e n. 290/21/Cons del 23 settembre 2021 dell'AGCOM - Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. In questo post vedremo in cosa consistono esattamente questi benefici e quali sono le modalità con cui richiederli.

Tutela consumatori compagnie telefoniche: PDF, guida aggiornata

tutela consumatori compagnie telefoniche

Un modello a tutela dei consumatori contro le compagnie telefoniche per ritardi o altre problematiche nell'attivazione/trasloco della prima linea telefonica fissa e per l'uso improprio delle numerazioni sui servizi a sovrapprezzo. Il modello va trasmesso al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE).

Tutela consumatori compagnie telefoniche: modello MiSE

Il presente modello deve essere utilizzato da consumatori, utenti e associazioni per denunciare le violazioni da parte degli operatori telefonici. In modo particolare il modello serve per:

  • inoltrare reclami/denunce in materia di servizio universaleattivazione/trasloco della prima linea telefonica fissa e telefonia pubblica. In particol...

Reclamo per servizi telefonici non richiesti: fac simile Word, Pdf

reclamo per servizi telefonici non richiesti, rimborso servizi in abbonamento non richiesti

Un paio di modelli in formato editabile con cui il titolare di una utenza telefonica espone un reclamo nei confronti del proprio gestore per il fatto di aver riscontrato in bolletta addebiti per servizi telefonici non richiesti.

Cosa fare in caso di servizi telefonici non richiesti

Può capitare di riscontrare in bolletta addebiti relativi a servizi telefonici mai richiesti: previsioni meteo, news sullo sport, meteo, giochi, suonerie, oroscopo e via discorrendo.

Come si attivano simili servizi?

La risposta è molto semplice: 

  • può essere lo stesso operatore con cui hai concluso il contratto di telefonia ad attivarli a tua insaputa. Si tratta in questo caso di una pratica commerciale senz'altro scorretta, visto che l'operatore ha agito senza fornirti alcuna informazione a riguardo e senza che tu abbia fornito il tuo esplicito consenso alla sottoscrizione del servizio;
  • puoi essere stato tu stesso ad attivarli, in particolare quando durante la navigazione su internet hai involontariamente sfiorato o fatto clic su un particolare banner o su una finestra di pop-up. Pochi secondi e hai ricevuto l'SMS che ti confermava l'avvenuta attivazione del servizio.

C'è da precisare, tuttavia, che grazie alla con la Delibera N. 10/21/CONS l'AgCom ha stabilito che sulle nuove Sim deve essere impostato un blocco servizi VAS (o servizi a sovrapprezzo o "premium") di default che potrà essere rimosso solo dall'utente. Per le SIM già attivate, invece, il blocco entra in funzione se, dalla ricezione dell'informativa trasmessa dal gestore tramite SMS, il cliente lascia trascorrere 30 giorni senza comunicare una diversa volontà.

Rimangono invece disponibili i seguenti servizi: televoto, donazioni solidali, donazioni a partiti politici, servizi bancari, mobile ticketing per il trasporto pubblico e per i parcheggi, servizi postali privati e quelli rientranti nel servizio universale postale, servizi elettronici di recapito certificato e servizi di posta elettronica certificata (conformemente a quanto definito dalla citata Delibera).

Come ci si difende da queste situazioni?

Il primo consiglio che ti diamo è di far presente questa situazione all'operatore già in sede di sottoscrizione del contratto.

Se invece te ne sei accorto solo quando hai notato l'importo in bolletta o quando hai richiesto in negozio o al telefono spiegazioni in merito alla drastica riduzione del credito telefonico, puoi fare due cose:

  1. chiedere al tuo gestore telefonico l’esplicita disattivazione di tutti i servizi non richiesti attivati sul tuo telefono. Lo puoi fare chiamando il servizio clienti del tuo gestore (119 di Tim, 190 di Vodafone, 155 di Wind, ecc.);
  2. predisporre un reclamo scritto, servendoti del modello che trovi in allegato. In pratica con questo fac simile chiedi alla compagnia telefonica l'immediata disattivazione del servizio e lo storno del relativo importo in fattura, oppure - se l’importo è stato già addebitato - il rimborso della somma indebitamente sottratta.

Se la bolletta viene pagata tramite bollettino postale, puoi anche pensare di utilizzare un nuovo bollettino postale escludendo il costo relativo al

Disattivare servizi a pagamento non richiesti: DOC, PDF

disattivare servizi a pagamento non richiesti, blocco servizi VAS

Un fac simile generico con cui chiedere alla compagnia telefonica di disattivare i servizi a pagamento non richiesti o di disporre il blocco servizi VAS, ossia dei servizi a sovrapprezzo o "premium". Con la stessa lettera si può richiedere il rimborso delle somme sottratte indebitamente dalla propria carta di credito o dal credito telefonico o addebitate in fattura.

Cosa sono i servizi a sovrapprezzo o premium

Quando si parla di servizi VAS, acronimo che sta per "Value Added Service", si fa riferimento a quei tanti servizi a sovrapprezzo o contenuti “premium” che vengono arbitrariamente attivati su una utenza telefonica.

Si tratta in buona sostanza di servizi indesiderati o richiesti inco...

Disdetta preselezione automatica: WORD, PDF editabile

disdetta preselezione automatica, disattivazione preselezione automatica

Con questo fac simile il cliente, abbonato con altro operatore o a cui è stato è stato attivato un servizio non richiesto con altro operatore telefonico, chiede la disattivazione preselezione automatica così da tornare ad avere Telecom Italia come primo operatore.

In pratica con la preselezione automatica tutte le chiamate vengono instradate e conteggiate a carico di un operatore diverso da Telecom anche se questi è di fatto proprietario dell'utenza e della linea. In pratica il servizio di preselezione, permette di non dover digitare il codice dell'operatore prima del numero da chiamare. Tutti gli altri operatori telefonici rimangono pur sempre utilizzabili anteponendo il rispettivo codic...